Rubrica – Simbolismo e Parsifal

Il simbolismo nasce come corrente letteraria, ma si sviluppa molto nell’ambito musicale ed operistica ed ha il suo massimo splendore nell’opera Parsifal. Per questo, oggi parliamo, come musica impressionista, di simbolismo e Parsifal.

Questa corrente, prende molto dalle sensazioni musicali impressioniste, unite al sentimentalismo proveniente dalla corrente romantica. Non a caso, il massimo esponente del simbolismo è Wagner. Le caratteristiche di questo stile le troviamo soprattutto nel canto. Al posto delle caratteristiche tipiche del melodramma classico viene utilizzato il canto declamato, distante dalle tradizioni classiche e simile al cantar recitando del 600. La musica orchestrale non fa più da base al canto, ma diventa un elemento essenziale dell’azione, spesso accompagnando le scene dell’opera non cantate, ma riuscendo a dare comunque l’idea delle sensazioni e dei sentimenti dei protagonisti.

Come detto poc’anzi, il massimo splendore del simbolismo lo troviamo nell’opera Parsifal. Qui ritroviamo l’arte che si mischia con il sacro. Il protagonista affronta passivamente le scene che lo porteranno al Sacro Graal. La simbologia che porta al Sacro non deve portarci con la mente alla religione, in quanto la filosofia del Sacro di Wagner prescinde dal cristianesimo, rifacendosi anche al buddismo portato in Europa da Schopenhauer. In un certo qual modo, nella scena della seduzione Wagner anticipa il pensiero di Freud, parlando dell’amore del protagonista insinuando che provenga dal mancato affetto della Madre.

Musicalmente, il suono dell’orchestra si sfalda in una musica luminosa. Per usare un concetto dato dalla moglie di Wagner, possiamo descrivere lo spettacolo come “strati di nuvole che si formano e si sciolgono nuovamente”. Questo stile viene dichiarato dal critico Tedeschi come quello che getterà le basi della musica impressionista e che influenzerà Debussy nel suo passaggio tra la musica romantica a quella che farà scuola ai compositori impressionisti.

– Giorgio Correnti –

Rispondi