Recensioni in sette punti: Young & Hungry

ea32b32fa06411ba374b552f267bSulla scia dei reality a tema culinario due anni fa è nata una serie che non poteva mancare nella rubrica delle Recensioni in sette punti: Young & Hungry, prodotta da David Holden con la collaborazione della star di Disney Channel Ashley Tisdale, occupa ora gli schermi della Freeform e si prepara a una quarta stagione.

1) Risate in cucina

Cosa garantisce, gran parte delle volte, il successo di una sitcom? La compresenza di amore, amicizia, risate e di un elemento che la contraddistingua: The Big Bang Theory ha l’ambiente nerd e geek, in 2 Broke Girls Max e Caroline si ingegnano per guadagnare qualche soldo in più, Younger porta in televisione il mondo dell’editoria. Troppe serie vengono rilasciate di anno in anno e, se non si trova un modo per farle spiccare sulle altre fin da subito, il baratro sarà per loro vicinissimo.

Young & Hungry, ci informa il titolo stesso, è la storia di una chef che ha la cucina nelle vene, è cresciuta venerando Julia Child e ha deciso di fare della sua passione il centro della propria vita.

2) Capo, amante e…

Quando Gabi si reca a un colloquio per diventare la chef personale di Josh Kaminski, imprenditore di successo, non immagina che la serata si concluderà tra alcol e lenzuola. Il cliché più banale emerge fin dal pilot, ma la brillante caratterizzazione dei due protagonisti distoglie l’attenzione young-and-hungry-series-premieredalla trama e spinge lo spettatore ad andare avanti, ridendo puntata dopo puntata e seguendo la storia di Gabi e della sua coinquilina Sofia, di Josh e della fidanzata Caroline e dei suoi due dipendenti Elliot e Yolanda.

Grazie alla presenza dell’amore nell’ambiente lavorativo, la storia di Gabi ha uno sfondo ridotto, ma essenziale: il proprio appartamento e la lussuosa cucina di Josh.

3) Gabi è la vera protagonista?

Nelle commedie romantiche solitamente c’è un unico vero protagonista, colui di cui vediamo il punto di vista e che credendosi al riparo dagli occhi altrui – inconsapevole che dietro lo schermo ci sono gli spettatori – si lascia andare alle lacrime e alla disperazione, oltre a confuse riflessioni e buffi tentativi di conquistare la donna amata.

Qui non è così e su questo punto si basa il successo della serie: Gabi Diamond è simpatica e istintiva, si caccia sempre in situazioni imbarazzanti da cui riesce a uscire – e non sempre – grazie all’amica Sofia, molto più razionale di lei; Josh Kaminski è un uomo bello e di successo, ma non è capace di avere una relazione normale con le donne, in particolar modo con Gabi, e va fuori di testa ogni volta che l’amore per lei prende il sopravvento sugli eventi. Nessuno dei due personaggi può essere definito solo come l’interesse amoroso del protagonista.

YOUNG & HUNGRY - "Pilot" - In "Young & Hungry," two worlds collide when Josh (Sadowski), a wealthy young tech entrepreneur, meets Gabi (Osment), a feisty young food blogger, looking to be his personal chef. (ABC FAMILY/Eric McCandless) KYM WHITLEY, EMILY OSMENT, REX LEE

4) Spalle comiche non sempre più divertenti dei protagonisti

I personaggi di Gabi e Josh sono così ben costruiti, con tutte le loro follie e i loro comportamenti irresponsabili, che le spalle comiche passano in secondo piano e per essere distinte dai protagonisti si limitano ad avere caratteristiche che spiccano su tutte le altre.

Elliot è l’agente omosessuale che in altezza sfida Han di 2 Broke Girls; è divertente, sa far ridere lo spettatore, ma annoiano i frequenti riferimenti alla sua omosessualità. Ormai è chiaro che ogni serie televisiva deve vantare almeno un personaggio attratto dallo stesso sesso, come se si rischiasse di offendere gli spettatori, tuttavia si sarebbe dovuto puntare a una caratterizzazione più originale. Cosa che avviene con Yolanda, l’Eddie Murphy della situazione, la cui vita privata risveglia sempre l’interesse generale quando diventa il centro dell’episodio.

5) Direttamente da Disney Channel

Non è solo il nome Ashley Tisdale, la Sharpay di High School Musical che qui compare in un episodio della prima stagione, a far parte della “zona Disney Channel” di Young & Hungry: Emily Osment, sorella minore dell’attore Hollywoodiano Haley Joel Osment, per quattro anni è stata Lilly Truscott, la migliore amica di Hannah Montana nell’omonima serie. Diversamente dalla sua ex costar, Emily ha deciso di dedicarsi principalmente al mondo della televisione, incarnando alla perfezione il personaggio di Gabi.

Jonathan Sadowski, meno noto di lei, non proviene da Disney Channel, ma come Emily si è dimostrato l’attore ideale per interpretare Josh.

YOUNG & HUNGRY - "Young & Punchy" - Gabi hits it off with Josh's potential new employee in a new episode of ABC Family's original comedy "Young & Hungry," airing on Wednesday, July 30th at 8:00 p.m. ET/PT. (ABC FAMILY/Adam Taylor) EMILY OSMENT, JESSE MCCARTNEY, JONATHAN SADOWSKI6) Troppi tira e molla

La serie presenta, oltre a quello del pilot, molti cliché che riescono a funzionare grazie ai dialoghi spesso brillanti; ciò che invece lascia senza parole è l’assurdità delle situazioni: Gabi e Josh si amano, ma fra loro si inserisce sempre un elemento di disturbo – soprattutto nuovi interessi amorosi – che rimanda il loro happy ending. Ross e Rachel hanno impiegato dieci stagioni per raggiungerlo, tuttavia la storia di Friends si concentrava anche su altri personaggi e situazioni, cosa che purtroppo non avviene in Young & Hungry, dove i sentimenti dei protagonisti sono sempre al centro dell’attenzione.

7) Tuttavia Josh e Gabi sono fatti per durare

L’evidente attrazione fra loro due riesce comunque a trattenere lo spettatore dal cambiare canale; dopotutto, non si tratta della sola serie televisiva in cui le disavventure dei protagonisti vengono accentuate al limite del ridicolo come fosse il solo modo per allungare il brodo.

Josh e Gabi sono una coppia perfetta, pieni di difetti e spesso egoisti – in particolar modo lei – e questo convince lo spettatore ad attendere per sapere come finirà la loro storia. Felicemente di certo, ma in che altri guai si cacceranno prima di comprendere la loro condivisa stupidità?

Dal punto di vista tecnico c’è poco da dire: elementi tipici delle sitcom sono i motivetti musicali che sostituiscono una colonna sonora più coinvolgente e la presenza di un set scarno che presenta principalmente solo interni.

Consigliata? Propendo per il sì: Josh è divertentissimo e non sa di esserlo.

– Sara Carucci –

Un pensiero su “Recensioni in sette punti: Young & Hungry

  1. Pingback: Recensioni in sette punti: Mom | YouPopCorn

Rispondi