L’occhio di Medusa: commento e teorie Pretty Little Liars 6×18

L’occhio di Medusa: commento e teorie Pretty Little Liars 6×18

Dimenticate le Liars per una settimana… e loro ne combinano delle grosse. O almeno ci provano. Ed è vero: se non ci credete, chiedetelo ad Aria, che nel giro di un giorno è passata dalla centrale di polizia a un letto dell’ospedale di Rosewood, o a Emily, che ha concluso la puntata costringendo minacciosamente Mona a salire in macchina con lei. Meglio fare un passo indietro, tornando a dove ci aveva lasciati lo scorso episodio.

Il doppio matrimonio a casa Montgomery è terminato; Alison è partita in luna di miele, Hanna mangia un pezzo di torta avanzata direttamente dal piatto in cui era stata servita la sera prima e tutto sembra quindi tornato alla normalità – compresa l’assenza di Ali da Rosewood. Al momento di guardare le foto scattate la sera prima, però, Aria scopre che qualcosa non era andato come previsto: in una delle fotografie è inquadrata se stessa e, osservando bene, in quella e nelle successive si possono notare dei segnaposti con i tipici messaggi di A, che intima le Liars di consegnargli l’assassino entro il giorno delle elezioni, altrimenti Veronica perderà. Ci sono già ben due domande da fare. Com’è possibile che nessuno si sia accorto di quei segnaposti, durante la serata? E com’è possibile che far perdere le elezioni a Veronica Hastings ora conti come la minaccia di uccidere la Sullivan?

Nuova immagine bitmap (4)

La caccia all’uomo ha inizio, quindi le Liars, come di consueto, non fanno molto. Tranne Emily, che fuori dal Brew nota qualcosa che non va: dall’officina lì vicino, viene il suono di un motore che le ricorda quello del SUV che l’aveva inseguita la sera prima. Si reca così a controllare e trova l’unico meccanico donna lì presente, ma trattandosi di Gianna Nannini non ha il coraggio di sedurla per la troppa ammirazione nei suoi confronti e cerca un altro modo per scoprire a chi appartenga il SUV; riesce soltanto a trovarlo, a notare la vernice mancante sul paraurti e a farsi dire che la sera prima il meccanico l’aveva prestata a un’amica. Un’amica che, al termine dell’episodio, le fa trovare proprio sotto l’auto una busta contenente soldi.

Spencer non sa dove mettersi le mani: a casa è arrivato un uomo mai visto prima che dice di essere suo padre e che cerca di darle ordini, senza comprendere di non avere alcuna autorità sulle donne Hastings; dall’inutile Peter – così dice di chiamarsi lo sconosciuto – viene comunque a sapere che Melissa si sta nascondendo a Londra perché qualcuno a Rosewood la sta minacciando, chiedendole soldi da ben prima dell’omicidio di Charlotte in cambio del silenzio sul video in cui lei confessava di avere ucciso Bethany Young.

Spencer vorrebbe forse parlarne a Caleb, ma non è un buon momento per lui, che si ritrova senza casa, senza camere in hotel e con la sola proposta da parte di MILF Ashley di stare a casa Marin – ma sullo shipping selvaggio di Ashley torneremo dopo. Prova a far visita a Spencer, ma lì trova Toby, furioso e deluso dal comportamento dell’amico, che una volta scoperto avrebbe dovuto mantenere il segreto di Yvonne; Caleb non può giustificarsi senza dire la verità, così continua a mentire e si prende un pugno in faccia. Che doveva arrivare da diversi episodi. Ad ogni modo alla fine Spencer rivela a Toby del nuovo A, quindi è stata una scazzottata inutile.

Nuova immagine bitmap (2)

La rabbia di Toby ha una ragione, perché riesce a comprendere ciò che Yvonne debba avere passato quando decise di abortire. Parte un flashback strappalacrime: Toby, nella camera di Spencer al college, attende con lei il risultato – negativo – del test di gravidanza, intraprendendo un discorso che porrà le basi della loro rottura. Tuttavia Toby non è il solo a essere arrabbiato nel presente, perché Mona ha aiutato Spencer con la storia dell’operazione della madre e, per tutta risposta, lei ha divulgato informazioni su Yvonne, portando i responsabili della campagna elettorale a indagare su ciascun membro e a scoprire così del tradimento di Mona, che viene prontamente licenziata.

Hanna ha altro a cui pensare, ma Ashley vorrebbe farla concentrare sull’addio al nubilato; dal suo punto di vista – che non sa niente di A – la figlia potrebbe non essere sinceramente convinta del matrimonio, quindi capita perfettamente la ricerca di Caleb di un posto dove dormire: la scintilla tra lui e Hanna scoppierà di nuovo, si libereranno di un fidanzato che Ashley ha visto solo un paio di volte e, per essere sicura che tutto torni come prima, la MILF per eccellenza di Rosewood propone di invitare Mona al party. Mona, quella che ha investito sua figlia. Mona, quella che l’ha torturata per due stagioni. Mona, quella che evidentemente Ashley shippa con Hanna proprio come faccio io.

Mona si presenta con un album delle medie – tempo in cui lei e Hanna erano già amiche? – contenente le informazioni sui loro matrimoni da favola, ma non è la sua presenza a rendere imbarazzante la serata. Cominciano le domande sugli sposi, a cui nessuno sa rispondere: le amiche di New York, le Liars e Mona non sanno come Hanna e l’idiota si siano conosciuti, figurarsi in quali circostanze sia avvenuta la proposta di matrimonio. È arrivato il momento, per Hanna, di riflettere su questo fidanzamento. Ma per fortuna Aria va a fuoco e le risparmia il disturbo.

Nuova immagine bitmap (3)

Un altro passo indietro. Nel pomeriggio, due notizie – una bella e una cattiva – per la signorina Montgomery: la sua editrice ha acconsentito alla proposta di Ezra di un libro scritto a quattro mani e la Tanner la porta in centrale in seguito alla descrizione della ragazza vista telefonare a I Due Corvi. “Un’attraente moretta, bassa, con due dadi come portachiavi”, questa è la descrizione, ma la Tanner non può fare altro che scegliere quella che credere essere la sola a Rosewood alta come un Puffo e con i capelli neri. Uscita dalla centrale, Aria spia la persona che, dietro al classico vetro, avrebbe dovuto identificarla e nota i corti capelli biondi di Sara.

Pensava di trascorrere finalmente una serata rilassante al party di Hanna, ma il sistema computerizzato dell’appartamento di Lucas dà di matto e la stufa esplode, ustionandola; da un messaggio ricevuto da tutte quando lei è già in ospedale con Ezra, è chiaro che si è trattato di un altro attentato di A: l’importante è spaventare le Liars, non importa se altre persone ci andranno di mezzo.

Emily era invece rimasta con Mona a pulire l’appartamento, buttando i regali bruciati e i residui della festa, ma proprio quando la prima A fa per andarsene verso la propria auto Emily nota i due dadi attaccati alle sue chiavi. E, senza troppi giri di parole, obbliga Mona a salire in auto insieme a lei.

Nota importante per le teorie: la seconda potrebbe essere uno SPOILER, dal momento che riguarda il prossimo episodio e che deriva da alcuni rumors.

Nuova immagine bitmap

IL MATRIMONIO DI BYRON ED ELLA

  • La forchetta con cui Hanna sta per mangiare la torta è sporca di rossetto. È un semplice caso, una battuta inserita per ridere della sua onnipresente Hannosità, o è un indizio sulla persona che, al termine dello scorso episodio, stava mangiando la torta nei panni di A?
  • Lo stalker era presente alla cerimonia e ha scattato una foto ai Montgomery. Questo esclude loro tre dai possibili sospettati – a meno che non si tratti di un piano architettato dalla stessa Aria, e non lo escluderei – ma non Hanna, Liam e un qualsiasi altro invitato che, come consuetudine del nuovo A, indossa maschere molto realistiche.
  • Chi si occupava dei tavoli al matrimonio e quindi dei segnaposto? Tiene lei stessa a chiedere l’incarico a Ella, nella puntata precedente.

CHI HA UNA GEMELLA?

  • Rumors informano che nel prossimo episodio apparirà la gemella che nella versione letteraria era stata affibbiata ad Alison – sempre che non sia così anche in questo caso. È stato inoltre affermato che questa famosa gemella è stata già vista sullo schermo nella 6B.
  • L’ipotesi più plausibile, conoscendo lo spettatore le famiglie delle protagoniste, è che la gemella sia la ragazza vista da Aria fuori dalla centrale. Perché non mostrare il volto di Sara Harvey? Perché quella non è lei, ma la gemella di Bethany Young.
  • Che potrebbe anche essere la stessa Sara, nel caso le due ragazze fossero state adottate. Questo spiegherebbe perché Charlotte abbia scelto proprio Sara, per avere una ragazza con caratteristiche in comune con Ali e con Bethany – che, fino all’omicidio di Marion Cavanough, poteva considerare la sua più cara amica, l’unica a conoscere il segreto di Charles.
  • È stata Sara a uccidere Charlotte, una volta che lei le aveva confessato del sangue che scorreva nelle stesse vene delle due ragazze scomparse il primo settembre e di cui Sara non sapeva niente? Dopotutto, Charlotte aveva colpito sua sorella con una pala con l’obiettivo di uccidere Bethany, senza contare che Sara era la sua sola confidente, una parte fondamentale dei piani di A, e tenerla all’oscuro del vero motivo per cui l’aveva scelta potrebbe averla fatta infuriare.
  • Naturale allora che a ricattare Melissa sia una persona vicina a Bethany, ma non così tanto da vendicarsi con un altro omicidio.
  • E se si trattasse di un gemello? In questo caso, opto per Lucas.

Alla prossima settimana, con quelle che potrebbero essere le ultime teorie prima della rivelazione dell’assassino.

Bye bye, bitches.

– Medusa –

Rispondi