L’insalata di riso: antica tradizione e stuzzicanti alternative

1Bentornati, golosoni di YouPopCorn! Dopo avervi portato in Danimarca, stavolta voglio farvi tornare in patria, parlandovi di una vera regina dei nostri pasti estivi: l’insalata di riso! Cominciamo, al solito, con alcune note storiche e curiosità legate a questo piatto, per stimolare – oltre all’appetito – anche la vostra sete di conoscenza. Il riso, dapprima importato dall’India, è arrivato sui nostri campi e sulle nostre tavole durante la colonizzazione araba, tra il VII e l’VIII secolo. In Andalusia, però, un’illustre antenata di questo prelibato piatto aveva guadagnato una discreta popolarità sulle tavole contadine già tra il 500 e il 600: sì, signori, parliamo proprio della paella! Fatta con riso, zafferano e ingredienti di facile reperibilità, questo celebre piatto della cucina del Sud della Spagna si è diffuso al resto della regione iberica proprio con l’arrivo dei Mori. Ma noi, al solito, non potevamo dare un tocco personale a questa preparazione, sfruttando ciò che il nostro ricco e variegato territorio ha da offrire… e non potevamo nemmeno trascurare il lato pratico! Così, grazie alla mediazione saracena, al contributo della vicina Spagna e alla nostra fantasia, nacquero le prime versioni dell’insalata di riso: un piatto freddo, da poter preparare in anticipo e conservare abbastanza a lungo… e a tutto vantaggio del sapore!

Ma torniamo ai giorni nostri. Picnic al parco o sulla spiaggia, cene informali e feste estive sono tutte ottime occasioni per consumare questo amatissimo piatto unico, soluzione eccellente anche per il consumo durante una pausa pranzo. Ognuno ha la propria ricetta, gli ingredienti che predilige e quelli che detesta nella maniera più assoluta. I sottaceti, ad esempio, sono come i canditi: dividono in due l’opinione pubblica. Io mi dichiaro assolutamente pro nei confronti di entrambi, ad esempio. C’è chi preferisce un’insalata di riso “veg”, per scelte etico-alimentari o semplicemente per restare leggero, chi non concepisce l’insalata di riso senza wurstel, tonno e/o uova sode. Poi ci sono i separatisti, quelli che “Se ci sono i wurstel, non ci metto il tonno” (o viceversa), il team “Anti-giardiniera” e chi più ne ha più ne metta. In tutto questo bailamme di teorie, ricette e conteggi di calorie, vince sempre e comunque la fantasia, primo e indispensabile ingrediente (insieme al riso, çavasansdire) per questa preparazione che porta subito l’estate sulle nostre tavole… e nel nostro stomaco! Per non far torto a nessuno, vi propongo – invece della ricetta base – alcune alternative all’insalata di riso, per stupire gli amici e sperimentare gusti nuovi. Pronti a prepararle con me?

Insalata di cous cous 1Sapevate che il cous cous è buonissimo anche freddo? Se non mi credete, provate questa insalata: oltre ad essere rinfrescante e saporita, racchiude un’ampia varietà di consistenze ed è anche molto sana. Vi consiglio – per esperienza personale – di prepararne una bella quantità: i vostri ospiti potrebbero andare ben oltre i due piatti!

Ingredienti: 1l di acqua calda (o, meglio ancora, di brodo vegetale), 500g di cous cous, 1 cipollotto verde, 2 o 3 peperoni (1 per colore, se avete particolarmente a cuore la presentazione), 1 cetriolo, 300g di ceci già lessati, 200g di pomodori (o pomodorini). Facoltativo: noci sgusciate, cranberries (o mirtilli rossi) disidratati. Per la citronette: succo di lime e/o limone q.b., olio e.v.o. q.b., sale e pepe a piacere

Versate il couscous in un recipiente, poi versatevi sopra l’acqua o il brodo fino a ricoprirlo. Aspettate che raddoppi di volume: nel frattempo, lavate e tagliate le verdure in cubetti e mettetele in un recipiente a parte. Se vi piacciono, potete aggiungere le noci e/o i cranberries al mix di verdure. Nel mentre, preparate la citronette: un’ottima idea è versare tutti gli ingredienti in una bottiglietta, chiuderla e agitare energicamente il tutto. In alternativa, potete sbattere il tutto in un altro recipiente, con l’aiuto di una forchetta. La salsa, in ogni caso, dovrà risultare ben emulsionata. Mescolate il cous cous con una forchetta, per separare i chicchi, poi aggiungete le verdure e la salsa. Mescolate bene, lasciate riposare almeno una decina di minuti e servite freddo.

Insalata di riso al pesto2Ingredienti: 1kg di riso, una manciata di pomodorini, olive nere q.b., un paio di scatolette di tonno, pesto q.b.

Lessate il riso e nel frattempo lavate e tagliate i pomodorini. Scolate anche il tonno. Se avete tempo, non amate i sughi pronti, vi piace cucinare o non siete troppo pigri, preparate anche un bel pesto fatto in casa: andrà a legare il tutto, sostituendo in modo gustoso ma anche meno calorico rispetto alla maionese. Appena il riso sarà pronto, scolatelo accuratamente, poi unite tutti gli ingredienti, mescolando delicatamente. Lasciate riposare in frigo per almeno un’oretta, per far insaporire il tutto. Quest’insalata è ottima per chi vuole stare in forma, senza rinunciare al gusto. Per renderla ancora più sana, preferite il tonno al naturale e aggiungete a crudo un buon olio extravergine. Se invece cercate un sapore più deciso, potete sempre sostituire i pomodorini con dei pomodori secchi!

Vi tentano queste ricette? Allora correte a provarle e – perché no? – a suggerirle ai vostri amici! Come sempre, attendo con ansia i vostri commenti! E, mi raccomando, continuate a seguirci: tante novità artistiche e gastronomiche vi aspettano qui su YouPopCorn! Alla prossima!

– Jo Terry –

Rispondi