Le star delle serie tv: Tom Selleck

Oggi la nostra star della settimana è un attore molto noto nel panorama telefilmico, impossibile da non ricordare almeno per il suo ruolo più iconico come protagonista di Magnum P.I.: parliamo di Thomas William Selleck, in arte semplicemente Tom Selleck. Nonostante si sia cimentato anche sul grande schermo, è in tv che raccoglie più successo, non solo per il grande Thomas Sullivan Magnum IV, ma anche per Richard, primo grande amore di Monica in Friends e Frank Reagan nella serie più recente Blue Bloods.

1. Valori di famiglia.

L’attore si dice in debito con la propria famiglia per la propria carriera e in generale per la persona che è diventato, perché gli ha insegnato i veri valori importanti per andare sempre avanti a testa alta. I genitori, infatti, in ristrettezze economiche, lo hanno sempre spronato a prendersi le proprie responsabilità, a non dare niente per scontato e a guadagnarsi ogni successo con il sudore sulla fronte. In particolare del padre, Selleck ricorda diversi aneddoti che lo hanno colpito e formato: uno riguarda la sua infanzia, quando per sbaglio, giocando a baseball, ruppe la finestra di un vicino. Quando il padre lo apprese gli fece chiedere scusa al danneggiato, lo mandò in un magazzino ad acquistare il vetro e gli mostrò come sostituirlo con le proprie mani; “Mio padre avrebbe potuto sculacciarmi e mandarmi in camera, ma mi rese conscio con quell’atto che da una mia azione ci sono delle conseguenze. Una lezione molto più importante”. L’altro, invece, avrebbe potuto decidere le sorti lavorative del giovane Tom, quando, indeciso se iniziare un altro lavoro o continuare a provare con la carriera dell’attore, si rivolse al genitore, per sentirsi rispondere: “molti genitori ti direbbero di andare verso un lavoro più sicuro, io ti dico non iniziare la tua vita lavorativa a 35 anni con un e se fossi diventato attore?”.

2. Sergente Selleck.

Sei mesi dopo essere uscito dalla scuola di recitazione, ricevette l’avviso di recarsi alla leva obbligatoria nella Guardia Nazionale in fanteria. Parliamo del 1966 e della guerra in Vietnam, un capitolo della storia dell’America ancora ricordato con amarezza. Tom, comunque, lavorando sodo come suo solito, riuscì a guadagnarsi velocemente il grado di soldato scelto di prima classe, il primo a riceverlo nella sua compagnia. In seguito diventò un leader naturale nella Guardia Nazionale, e decise così candidarsi per la scuola per ufficiali. Essendo l’unico del corso ad avere la vocazione di attore, ottene il permesso di farsi ricrescere i capelli, ma attirò così lo scontento di un generale, venendo così costretto alle dimissioni forzate, molto dure per lui; uscì dal servizio, guadagnando il grado di Sergente.

3. Altra strada.

Selleck ha conosciuto l’amore per la recitazione per puro caso. Da sempre appassionato dello sport, a scuola raccoglieva consensi grazie ai propri meriti nel baseball e nel basket, con i quali sperava di farsi ammettere all’università del Sud California (USC) che però non gli offrì una borsa di studio, nonostante i risultati ottenuti. Dato che neanche i suoi genitori potevano aiutarlo, viste le loro difficoltà economiche, fu quindi costretto ad iscriversi al Valley Junior College, dove poi avrebbe lavorato sodo per ottenere l’ammissione all’università che sperava. Proprio così, cercando lezioni che gli alzassero il punteggio per permettergli di cambiare scuola, gli capitò di frequentare “storia del teatro americano”, dove riuscì sin da subito a mostrare una propensione naturale alla recitazione. Fu la sua insegnante del corso a suggerirgli di tentare la strada nel cinema e, nonostante la sua incredulità, un amico lo aiutò a trovare un fotografo per il book e un agente. Quest’ultimo riuscì a farlo iniziare con uno spot della Pepsi.

4. Curiosità Random.

A Tom Selleck venne offerta la parte di Indiana Jones nel primo film della fortunata serie di Steven Spielberg, I Predatori dell’Arca Perduta, ma avendo già firmato un contratto per Magnum P.I., dovette rinunciare alla parte che quindi andò a Harrison Ford. Nel 1998 è stato inserito dalla rivista People nella lista delle 50 persone più belle del mondo. Ha dichiarato più volte che il suo libro preferito è Lo straniero, di Albert Camus. Selleck è stato sposato con la modella Jacqueline Ray dal 1970 al 1982, con la quale ha vissuto insieme al figlio Kevin, avuto da lei in un precedente matrimonio. Si è poi risposato con Jillie Mack, nel 1987: la coppia ha avuto una figlia, Hannah.

5. Padre di famiglia.

Così come suo padre ha rappresentato per lui una guida importantissima per la vita, lui stesso ha ritenuto assolutamente fondamentale esserci per la propria famiglia al 100%, dimostrando sempre una grande attenzione per la figlia e la moglie. Perché Hannah potesse crescere al meglio, infatti, con la figura del padre ben presente, rinunciò anche alla propria carriera per tre anni, preferendo di gran lunga non perdersi i momenti di formazione della bambina al suo lavoro. Molto convinto di questa scelta, si è fatto anche portavoce della National Fatherhood Initative, che focalizza l’attenzione sull’importanza dei padri nella famiglia americana. Pensate che anche in Blue Bloods ha insistito perché la famiglia del proprio personaggio venisse ritratta in frequentissime cene, dimostrando l’unità tra i vari membri.

– Lidia Marino – 

Rispondi