Le star delle serie tv: Alexander Skarsgård

Ci avviciniamo all’estate e questo clima più caldo decisamente ci ricorda l’attore di cui parleremo in questo articolo. Alexander Skarsgård è in effetti un uomo che con molta difficoltà si potrebbe definire con parole diverse da “ammazza”, “no, vabbè” e altri commenti di questo genere. Ha raggiunto la fama grazie al suo ruolo in True Blood (e nel cast era anche uno dei pochi a saper recitare davvero, tra l’altro) e da allora è apparso in pellicole come Melancholia e il più recente The Legend of Tarzan. Ci dedichiamo ora alle 5 curiosità che lo riguardano.

1. Casa affollata.

La famiglia dell’attore è decisamente numerosa: ha quattro fratelli, Gustaf, Bill (che fanno lo stesso mestiere), Sam, Valter e una sorella di nome Eija e questo già di per sé avrebbe potuto significare un’infanzia ben poco silenziosa, ma a contribuire a questo clima fu anche l’atteggiamento molto libero e artistico del padre (sì, il padre è Stellan Skarsgard, che avrete sicuramente visto almeno in Thor, Will Hunting – Genio ribelle, Mamma Mia! o nella saga de I pirati dei Caraibi). Secondo la descrizione stessa del biondo attore, infatti, casa sua era “piuttosto selvaggia, piena di gente alticcia e di cibo, alcol e sostanze non proprio legali; ma sicuramente piena anche d’amore”.

2. Ruolo televisivo importante.

Nonostante il ruolo televisivo responsabile del suo successo sia stato senza dubbio True Blood, la grande svolta nella sua carriera è arrivata quando ha ottenuto una parte in Generation Kill della HBO nel 2008. La serie segue un gruppo di giovani marines in missione durante le prime settimane della guerra in Iraq. Per questo ruolo è risultato molto utile il servizio svolto nella sua patria, della quale ha raccontato: “Sono molto felice di averlo fatto, ma è stata dura e l’ho odiato a volte. L’unità in cui operavo era quella anti-sabotaggio e antiterrorismo, così alcune delle persone che hanno presentato domanda erano davvero esplosive. C’erano un sacco di ragazzi davvero cool, ma la mentalità a volte era un po’ troppo alimentata dal testosterone per i miei gusti”.

3. Tifoso sportivo.

Oltre ad essere un tipo sportivo, dedito all’allenamento e convinto nel trattare bene il proprio corpo, Alexander è anche un grande appassionato di calcio. La squadra per la quale tifa è la Leeds United Football Club; questo amore è iniziato durante i sei mesi trascorsi a studiare l’inglese alla Leeds Metropolitan University. Ci tiene però a ribadire di essere un supporter anche della squadra di casa, l’Hammarby IF. Nel tempo libero, però, lo sport che più si diverte a praticare con gli amici è sicuramente il bowling.

4. Curiosità Random.

La sua materia preferita a scuola era Geografia. Prima di diventare famoso, Alexander ha lavorato come cameriere in una caffetteria. Il suo attore preferito è Gary Oldman. Nel 2009 è presente nel videoclip di Paparazzi di Lady Gaga. Il suo personaggio dei fumetti favorito è Spiderman. Ha un tatuaggio di un uccello verde sulla sua gamba sinistra, disegnato dal suo fratellino di 7 anni. L’attore parla svedese, tedesco, inglese e francese. Non ha mai fumato sigarette e ne ama nemmeno l’odore; diverso rapporto ha invece per il sigaro, il quale odore gli ricorda il nonno.

5. Relazione privata.

Alcuni attori sono proprio divi da copertina e non si preoccupano di passare da un pettegolezzo all’altro, da una relazione all’altra, senza timore di quello che potrebbe scrivere la stampa. Questo non è il caso di Alexander. Non che viva la sua vita e le sue relazioni nell’ansia di essere pedinato, però ha molto a cuore la propria individualità e la propria privacy. Ovviamente questo spesso non basta e la stampa negli anni lo ha accostato a tante bellezze di Hollywood, da Alicia Vikander ad Amanda Seyfried, ma dal 2015 l’attore è in una relazione stabile con la modella e presentatrice televisiva inglese Alexa Chung.

– Lidia Marino –

Rispondi