JJ Abrams ha rivelato di essere stato “terrorizzato” alla prospettiva di dirigere Harrison Ford in The Force Awakens.

cfhhIn una recente intervista, JJ Abrams ha rivelato di essere stato “terrorizzato” alla prospettiva di dirigere Harrison Ford in The Force Awakens. Il regista dell’Episodio VII di Star Wars, che ha lavorato con attori famosi, come Bruce Willis e Ben Affleck in passato, ha ammesso che la sua preoccupazione nel dirigere Ford nel suo ruolo di Han Solo nel film di prossima uscita.

Alla rivista Vanity Fair ha affermato: “Non è stata solo l’idea di dirigere uno dei più grandi attori della storia del cinema, ma dirigere uno dei più grandi attori della storia del cinema nella sua interpretazione di un personaggio che è stato certamente uno di quelli che lo hanno definito.” JJ ha parlato anche delle lesioni del leggendario attore sul set del film e ha dato il via a nuovi indizi sulla pellicola: i suoi commenti sono stati giustamente rivelati solo oggi, 4 maggio, per festeggiare lo Star Wars Day.

L’Infortunio alla gamba di Harrison, accaduto l’anno scorso, quando il Millennium Falcon è caduto e lo ha colpito, fratturandogli l’osso della gamba sinistra, sembra sia stata una benedizione, sotto mentite spoglie: “In un modo strano è stato il regalo più grande per il film perché, una volta saputo con certezza che la salute di Ford non fosse in pericolo, il cast si è molto unito e quando Harrison è tornato, è tornato migliore e più forte che mai; non esagero nel dire che ci fosse un fuoco nei suoi occhi.”.

Il regista ha respinto la speculazione riguardo alla quale Harrison Ford non fosse molto entusiasta di far parte di un nuovo film di Star Wars: “è stato felicissimo di tornare a interpretare quel ruolo, il che è stato molto interessante, perché credevo non fosse mai stato un fan della saga, visto che continuavo a sentire quelle voci, da quando ero un ragazzino.”

La rivista ha inoltre avuto l’accesso alla visione di alcune scene che rivelano la presenza di una creatura aliena, che esce fuori bruscamente da un deserto, con degli occhi luminosi, che ricordano un po’ i Jawa.

Continua il conto alla rovescia: – 227 Giorni!

– Lidia Marino – 

Rispondi