I Queen al cinema

A me viene da urlare solo guardando la foto.

A me viene da urlare solo guardando la foto.

Non lo negherò: ho una passione smisurata per quello che per me sarà sempre il miglior gruppo di sempre, quindi quando ho saputo che avrebbero trasmesso i concerti de i Queen al cinema, non sono mancata né al primo appuntamento (Hungarian Rhapsody), né al secondo (Queen Rock Montreal) e me li sono goduti moltissimo entrambi, sebbene siano state per me esperienze totalmente differenti.

Al cinema, per l’Hungarian Rhapsody, avevano creato un video che accompagnava il concerto con interviste e momenti di storia, come l’arrivo in città dei grandiosi artisti, e la scelta di aggiungere ciò ha reso la visione non solo commovente, ma anche interessante. Il pubblico, quella sera, era in delirio e cantavano con Freddie e battevano le mani sulle note di We will rock you, con estrema partecipazione, tanto che io stessa ho trovato pressoché impossibile trattenermi dal farlo. E qui è notato che invece il pubblico in sala era immobile, quasi funereo, e si è limitato a sedere sulle poltrone e guardare lo schermo, come avrebbe fatto con qualsiasi altro film.

La visione del Queen Rock Montreal, invece, ha semplicemento messo in scena il concerto, senza niente aggiungere al dvd, e la visione delle persone presenti quella sera mi ha un po’ destabilizzata.

Con i loro idoli a pochi passi, molti fan erano appoggiati al palco e alcuni sembravano anche non sapere esattamente il perché della loro presenza: applaudivano, ogni tanto urlavano, ma per lo più erano inesistenti. Certo, lo stesso Mercury era meno mordente del solito, ma dopo l’assolo di batteria di Roger Taylor, io mi sarei spellata le mani e avrei pianto, mentre il nulla assoluto si è letto nei loro occhi. Al contrario del pubblico canadese, al cinema questa volta la gente era molto presa e hanno applaudito, insieme a me, e a volte anche canticchiato, rendendo la visione molto più piacevole, a mio avviso.

E quindi una domanda mi viene spontanea farla: riuscireste a stare fermi e tranquilli durante un concerto dei vostri artisti preferiti? O comunque, riuscireste a non mostrare emozioni, anche durante una ripresa, soprattutto pensando che ormai quel quintetto non potrete più vederlo dal vivo?

La mia risposta è ovviamente no.

– Lidia Marino –

Rispondi