Golden Globe 2021: Evento, Successi e cosa ci preannunciano degli Oscar

Domenica 28 febbraio, durante la notte (da noi era già il primo di marzo) si sono svolti i Golden Globe 2021. La serata è stata particolare, seguendo le linee guida dettate dalla sanità pubblica in periodo di pandemia. Cosa è successo? Chi ha vinto? E, soprattutto, cosa ci ha anticipato dei prossimo premi Oscar?

Iniziamo a parlare della cerimonia: un tappeto rosso virtuale, con foto fatte da casa e con la presenza dei presentatori e degli annunciatori dei vari premi. I vincitori? A casa, sul proprio divano o davanti ad un pianoforte, ripresi dai propri device e mandati sullo schermo ed in mondo visione.

Arriviamo ai premi televisivi, che hanno visto i successi soprattutto di The Crown, che vede, oltre a vincere come Migliore Serie TV Drammatica, vede premiati Emma Corrin (che interpreta Lady Diana) e Josh O’Connor (che interpreta un giovane principe Carlo). Bene anche La Regina degli scacchi e, soprattutto, Anya Taylor Joy. Bene anche Schitt’s Creek.

Per i film, vediamo trionfare Nomadland sia come Miglior Film Drammatico, che alla regia e si va a candidare come vincitore anche degli Oscar. In più, la vittoria alla regia di Chloé Zhao fa storia: era dal 1984 che il Golden Globe alla regia non andava ad una donna (all’epoca andò a Barbra Streisand con Yentl). Sorprende la vittoria di Borat – Seguito di film cinema, che prota a casa il Miglior Film Commedia o Musical e il Miglior attore protagonista in un film Commedia o Musical, premi dettati forse dalla mancanza di film importanti dell’anno scorso (vedi Pandemia), ma che fanno anche un po’ discutere.

Anche un po’ d’Italia ai Golden Globes: anche se The Life Ahead – La vita davanti a sé non riceve il premio come miglior film straniero (che va al film coreano Minari), vince il premio per la migliore canzone originale che va a Laura Pausini con Io sì (Seen).

Ed ora, conto alla rovescia per gli Oscar.

– Giorgio Correnti –

Rispondi