Edward Herrmann, quanto ci mancherà nonno Richard nel revival di Gilmore Girls

1Finalmente le ragazze Gilmore stanno tornando! Finalmente non è più solo una stupida frase che cerca di farci sentire più vicini al giorno tanto desiderato. Finalmente è una realtà. Il 25 Novembre è alle porte ed io non posso essere più elettrizzata di così! Mi sto preparando diligentemente al grande evento. Se devo essere completamente sincera vorrei anche gustare una fumante tazza del caffè di Luke e indossare la famosa maglietta gialla di Rory che cita “reading is sexy”, ma dovrò accontentarmi, purtroppo. La scorta gigante di fazzoletti invece è già lì, bella pronta sulla mensola della mia camera, che mi aspetta. Il motivo? Mi servirà per asciugare le mille lacrime durante la scena del funerale del gigante buono di casa Gilmore, nonno Richard.

Ormai lo sappiamo tutti, da tempo. Edward Herrmann ci ha lasciato quasi due anni fa a causa di un cancro al cervello. Amy Sherman-Palladino, la creatrice della serie, ha voluto omaggiarlo durante tutte le nuove quattro puntate, che si preannunciano come una sorta di omaggio, un tributo doveroso a questo grande artista. Io ho conosciuto quest’uomo, come molti credo della mia età, grazie ad “Una mamma per amica”, ma credo che sia giusto, per una volta, ricordarlo fuori dai panni del “nonno con il papillon” e parlare della sua vita e della sua carriera. Edward Herrmann nasce a Washington il 21 luglio del 1943. Nel corso della sua più che trentennale carriera, l’attore, riceve un premio Tony Award nel 1976 per “La professione della signora Warren” di George Bernard Shaw e un Emmy nel 1999 per aver partecipato come guest star a “The Practice”. Interpreta anche il ruolo di un avvocato in “The Good Wife”, di un dottore in “Grey’s Anatomy” e di un giudice in “Harry’s Law”. Appare inoltre in diversi episodi di The Practice e Oz. L’ultimo ruolo che lo riporta sul piccolo schermo è in Balck Box, nel 2014. L’attore recita in varie pellicole come “Ragazzi per2duti”, “Esami per la vita”, “The Aviator” e “The Wolf of Wall Street” del grande Martin Scorsese. Edward Herrmann interpreta anche il presidente statunitense Franklin Delano Roosevelt nelle miniserie televisive “Eleanor e Franklin” nel 1976 e in “Eleanor and Franklin: The White House Years” nel 1977. Nel 1978 sposa Leigh Curran, con cui era fidanzato da parecchio tempo, per poi divorziare nel 1991. Nel 1992, invece, sposa Star Hayner, che gli rimane accanto fino alla sua morte. Dal matrimonio nascono due figlie Ryen e Emma. Edward Herrmann muore il 31 dicembre del 2014, all’età di 71, in un ospedale di New York, presso cui era ricoverato da un mese.

Kelly Bishop, che interpreta Emily Gilmore nel telefilm Gilmore Girls, ricorda spesso nelle sue interviste il grande dolore e il dispiacere di tutto il cast per la perdita di Edward: “Noi, la famiglia di Gilmore Girls, siamo terribilmente tristi e un po’ storditi. Avevamo saputo della sua malattia solo una settimana fa. Ho ricevuto una telefonata dalla moglie lunedì sera, per chiedermi se me la sentivo di andare in ospedale per dirgli addio. Ci sono andata ieri e gli ho portato l’affetto di tutti. Ho tanti bei ricordi del tempo trascorso insieme in Gilmore Girls. Credo che tutti coloro i quali conoscevano e hanno lavorato con Ed concordino sul fatto che fosse adorabile. Tutto sembra un po’ fioco, quando le luci si spengono”. L’attrice ad “Entertainment Weekly” ha raccontato anche un aneddoto accaduto durante i primi giorni del mese di marzo, mentre stav3ano girando le nuove scene del telefilm: improvvisamente tutte le luci del set si sono spente nel lotto della Warner Bros, dedicato a casa Gilmore. “Lauren ha detto che è stato Ed, io sento come se lui fosse qui con noi. Oltre alla sceneggiatura e al modo in cui tutti ci ricordiamo di lui, il suo ritratto gigante è un richiamo alla sua presenza sul set. Senza di lui è tutto molto triste” ha ancora dichiarato la “nostra” Emily. Durante una pausa dalle riprese di quella scena, Lauren Graham, che interpreta l’inimitabile Lorelai Gilmore, ha parlato in lacrime della mancanza dell’attore che interpretava suo padre: “La perdita di una persona è una grande esperienza emotiva, andavo a cena con Ed frequentemente, è stata una vera e propria perdita di un amico”. Scott Patterson, il burbero dal cuore d’oro Luke Danes, ha definito la perdita dell’attore come “un grande vuoto per il cast” e assicura che i produttori “lo hanno onorato in modo splendido”. La Palladino, in una delle prime interviste, affermava che l’attore sarebbe tornato con gioia sul set, che la sua presenza in “Gilmore Girls: A Year in the Life” sarebbe stata una splendida certezza.

La morte di Richard Gilmore si percepirà in tutto il revival, renderanno omaggio ad un personaggio fondamentale per la trama e per la crescita delle donne di casa Gilmore e renderanno omaggio all’uomo che ha accompagnato tutto il cast durante tutti gli anni delle riprese del telefilm. Non ci resta che prepararci a piangere e a salutare degnamente il nostro grande, imponente ed elegante nonno Gilmore.

– Giuseppina Serafina Marzocca – 

Rispondi