Cene a tema: Antico Egitto

Mummie, piramidi, sabbia… Anche l’Antico Egitto ha il suo fascino e noi lo riproponiamo nelle nostre cene a tema. Per questa volta, puntiamo anche su qualcosa di simpatico che possa far divertire i vostri bambini.

Antipasto: Wurstel Mummia

1aIngredienti:
12 Wurstel piccoli
1 Tuorlo d’uovo
1 cucchiaio di Latte
1 rotolo di Pasta Sfoglia
Semi di Papavero q.b.

Wurstel Mummia. In realtà non sono altro che dei wurstel in camicia cotti al forno e la suddetta “camicia” è sempre fatta con la pasta sfoglia, la differenza sta nel come sono presentati. In pratica, vi basterà fare delle striscioline con la pasta sfoglia e avvolgerci i wurstel come se fossero le bende di una mummia. Ricordatevi di lasciare uno spazio libero come “volto“. Dopo aver sbattuto l’uovo insieme ad un po’ di latte, ungete le parti di sfoglia dei ogni mummia ed infornate per 40 minuti a 180 gradi. Una volta cotti, con l’aiuto di uno stuzzicadenti, inserite nel “volto” due semi di papavero a fare gli occhi ed il gioco è fatto. Semplice, no?

Primo: Mummia di spaghetti in salsa al pomodoro e capperi

1bIngredienti:
Spaghetti
Sugo al basilico
Capperi
Olio e sale

Una ricetta semplicissima che fa il suo effetto. Buttate gli spaghetti in abbondante acqua salata bollente, per lessarli. Intanto, prendete il vostro sugo al basilico (in alternativa, va bene anche del sugo rustico e l’aggiunta del basilico fresco) ed aggiungeteci pochi capperi (sull’ordine di 2/3 capperi a persona). Lasciate cuocere bene il sugo.
Una volta scolata la pasta, scolatela ed inseritela in un’insalatiera con un po’ d’olio per evitare che si attacchi. Prendete il piatto e montiamo la nostra mummia di spaghetti mettendo una mestolata di sugo sul fondo, poi, con un forchettone, avvolgiamo un po’ di spaghetti e posiamoli sopra al sugo (come da foto, per intenderci). Inserite nel forno questi piccoli mostri di grano, per 2/3 minuti a 180 gradi. Infine, poggiamo due capperi come se fossero gli occhi della nostra mummia di pasta. Per un’ulteriore effetto, versate in ultimo del sugo sopra alla mummia come se fossero fili di sangue.

Secondo: Faraona alla birra

1cIngredienti:
1 Faraona
1 Carota

1 Scalogno
50 ml. di Birra
Rosmarino e salvia

Per secondo, ricordiamo il Faraone, imperatore dell’antico Egitto, creduto figlio degli Dèi, preparando una bella faraona al forno. Prendiamo una faraona intera, laviamola per bene. Per evitare questo processo lungo e noioso, vi consiglio di farla pulire dal vostro macellaio di fiduca.
Tagliate lo scalogno e le carote e mettetele in una teglia con un filo d’olio. Posizionateci sopra al centro la faraona e versate sopra tutto la birra. Aggiungete rosmarino e salvia e lasciate il tutto fermo a marinare per un paio d’ore (potete anche saltare la marinatura, ma la ricetta ne perderà un poco). Una volta ben marinata, infornate direttamente tutta la teglia per un’ora a 180 gradi. Durante la cottura, ogni 15/20 minuti circa, estraete la faraona dal forno e, con un cucchiaio, prendete il sughetto che si forma sul fondo della teglia e versatelo sul dorso della faraona, in modo da non farla seccare troppo.

Contorno: Cous Cous

Ingredienti:
Cous Cous
Acqua

Olio
Burro

Per il contorno ho pensato: abbiamo la faraona ed il suo sughetto, perché non crearci qualcosa dove versarci quest’ultimo? Così ho pensato al cous cous, giallo e fitto come la sabbia del deserto… come quello egiziano.
In realtà troverete la modalità di preparazione dietro la scatola del cous cous, ma vi dico comunque la mia versione. Prendete tanti millilitri d’acqua quanti sono i grammi di cous cous che volete preparare, salatela e scaldatela sul fuoco fino ad ebollizione. Una volta cotta, in una insalatiera mettete il cous cous e l’acqua insieme ad un filo d’olio. Girate e coprite per 5 minuti.
Finito il tempo, scoprite l’insalatiera e, con una forchetta, fate in modo che il cous cous non si attacchi. Aggiungete una o due noci di burro, girate finché non si scioglie (sempre usando la forchetta) ed il gioco è fatto.

Dolce: Basbousa al cocco

1eIngredienti:
250 gr. di Semolino
120 gr. di Burro

180 gr. di Zucchero semolato
100 gr. di Farina di cocco
60 gr. di Farina bianca
160 gr. di Latte
1 cucchiaino di Lievito per Dolci
1 pizzico di Sale
Essenza di vaniglia
200 gr. di Zucchero di canna
1,5 dl. di Acqua
Succo di Mezzo Limone

La Basbousa è un dolce tipico del Medio Oriente con tante varianti. Quella al cocco è una variante molto saporita e popolare. Prepariamo prima lo sciroppo facendo sciogliere nell’acqua lo zucchero di canna ed aggiungendo il succo di limone (in alternativa, potete usare due cucchiai di limoncino) e fate bollire per 10 minuti, fino ad avere un composto denso. Fate raffreddare in frigorifero.
Prendete poi semolino, farina di cocco, zucchero semolato, farina e lievito e mescolate i composti secchi. In una casseruola, fate sciogliere il burro e fate intiepidire il latte. Aggiungete l’essenza di vaniglia ed il sale, poi inserite anche gli ingredienti secchi piano piano, mescolando con un cucchiaio fino ad avere un composto omogeneo.
Versate il composto in una teglia rettangolare imburrata e formate uno strato sottile di composto. Livellate bene e infornate per 30 minuti a 180 gradi circa. Infine tagliate la torta in vari pezzi e versateci sopra lo sciroppo.

Cocktail: Cleopatra

1fIngredienti:
3 cl. di Rum bianco
1 cl. di Amaretto di Saronno
Succo di limone
3 gocce di Angostura
Ciliegia e limone a fette per guarnizione

Versate tutti gli ingredienti in un bicchiere da cocktail. Se il rum non è freddo, aggiungeteci del ghiaccio tritato. Mescolate con l’ausilio di una bacchetta da cocktail o di un cucchiaio lungo. Guarnite con una ciliegia all’interno del bicchiere e con una fetta di limone sul bordo.

– Giorgio Correnti –

Rispondi