Blade Runner 2049: non il solito sequel!

1Amici, è successo: la Warner Bros ha diffuso il teaser del sequel ufficiale di Blade Runner, Blade Runner 2049.
Sì, il sequel di uno dei massimi capolavori del cinema mondiale di fantascienza, un film… Un film che, dicevamo, non è Star Wars. Non è un film d’intrattenimento, un semplice film d’intrattenimento, pur essendo “fantascienza”. Cioè, Star Wars è il “re” dei blockbuster hollywoodiani, è un filmone per famiglie e nerd incalliti che poi comprano gadget su gadget per omaggiare il filmone d’avventura di turno.

Ecco, Blade Runner non è Star Wars.

Blade Runner è il film tratto da Ma gli androidi sognano pecore elettriche? di Philip K. Dick, è il kolossal di due ore che verte su concetti filosofici come rapporto fra uomo e intelligenza artificiale, autodeterminazione della coscienza, potenza dell’immaginazione, e chi più ne ha più ne metta. Un film che è utilizzato nelle università non tanto per parlare di “cinema” (come può essere per SW o che so, un qualsiasi blockbuster di Spielberg), ma di temi “seri” come globalizzazione, inquinamento, tematiche etiche legate alle nuove tecnologie, no? Tutti i manuali di cinema o di arte postmoderna lo citano, le persone scrivono tesi di laurea su di esso, i fan numero uno del film sono persone abbastanza preparate dal punto di vista intellettuale (con tutto il rispetto per i fan di altri brand storici del cinema fantastico di Hollywood, eh!).

Ora… capite cosa voglia dire tentare un sequel per una cosa del genere, vero?

2Il regista è un bravo regista; è il canadese Denis Villeneuve, ha diretto buoni film hollywoodiani (ma molto autoriali) come Sicario, ed è senza dubbio una firma forte per un’opera del genere. C’è un veterano, di nome Harrison Ford, che torna a rivestire i panni di Rick Deckard, il cacciatore di replicanti più famoso della storia dell’umanità (no, non esagero), mentre a fargli da spalla troviamo il giovane Ryan Gosling, in un ruolo che pare sarà da “spalla”.

E veniamo alla conclusione. Che si vede nel teaser trailer?
Si vede la Los Angeles apocalittica del film originale. Si vedono le macchine. L’apparato fantascientifico. Desolazione. Si vede Rick Deckard con una pistola e lo si vede parlare in maniera anche troppo “tranquilla” con il personaggio di Gosling. Sembra una conversazione fra amiconi, perfetto stile poliziesco americano. Poi il teaser termina. Dopo un minuto e mezzo di immagini. Non si vede nulla nel teaser, eh. Si sente, giusto, una colonna sonora molto simile a quella del capolavoro. Non abbiamo certezze su questo film, né possiamo averne. Logico. Fatto sta che stavolta Hollywood non sta giocando con il suo ennesimo giocattolone. Non è Star Wars. È Blade Runner. Se il film va “male”, se tradisce lo spirito dell’originale per un’operazione magari troppo commerciale… Qualcuno si fa male. Davvero tanto.

Ecco a voi il Teaser:

– Fabio Antinucci –

Rispondi