Black Mass: un ritorno del vecchio Johnny Depp?

1Il nuovo film di Scott Cooper racconta la storia di James “Whitey” Bulger, uno dei più violenti criminali nella storia della città di Boston e fratello di un noto politico dello stato del Massachusetts. Presentato fuori concorso alla 72ª Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia, uscirà nelle sale italiane il 18 settembre, permettendo al pubblico nostrano di assistere ad un Johnny Depp completamente mutato.

Nonostante questo attore non sia nuovo alla trasfigurazione, quando si tratta di film, questo suo abbrutirsi gli è costato notevole attenzione sul web, sconvolto – e ancora non ne capisco bene il motivo – per il suo mutamento, come se qualche chilo di troppo fosse troppo per un sex symbol della sua importanza. Invece di focalizzarsi su un avvenimento che avviene nel mondo del cinema dalla notte dei tempi, forse si dovrebbe maggiormente riflettere su un altro fattore: stiamo per assistere all’ennesimo “cambio di pelle” di Johnny, dove vedremo semplicemente il se stesso degli ultimi anni vestirsi e presentarsi in un altro modo, o finalmente potremo tornare a goderci il talento di un attore che un tempo avrebbe potuto interpretare qualsiasi ruolo?

Questa è una domanda importante per chiunque lo abbia seguito dagli albori: Depp non ha mai avuto timore di apparire diverso o non attraente nelle sue pellicole, ma mentre un tempo il suo aspetto fisico andava solo a incrementare il proprio mutamento interiore, negli ultimi tempi i suoi personaggi si sono somigliati talmente tanto da non faticare a 2immaginarlo in ogni film – da Dark Shadow a The Rum Diary, da The Lone Ranger all’ultimo Mortdecai – muoversi e comportarsi come il suo volto più commerciale: Jack Sparrow. E se in un film della Disney avremmo anche potuto permetterglielo, questo copia/incolla è arrivato ormai davvero a stancarci.

Ma dalle recensioni pervenute da Venezia e da varie interviste ai creatori di quest’ultima pellicola sembra arrivare l’aria del rinnovamento, un’aria che chiunque apprezzasse Depp da sempre non vedeva l’ora di inspirare nuovamente. In Black Mass è diverso, non è “carino”, è spietato: senza ammiccamenti, sguardi da sciocco o camminate bizzarre, torna a rendere un personaggio reale, senza che si veda la vena di se stesso all’interno. Persino Benedict Cumberbatch, che interpreta il fratello di Johnny nel film, ha rivelato di avere incontrato l’attore sempre e solo nelle vesti del criminale e di averne subito un certo potere. Questo ritorno all’antico talento è una notizia importante e che cercherò con tutto il cuore di confermare al più presto. Andrò al cinema con la domanda impellente che mi pongo da anni: Johnny Depp potrà tornare semplicemente ad essere Johnny Depp, l’attore, lasciando alle spalle la superstar e la celebrity? La speranza non mi abbandona mai.

– Lidia Marino – 

Rispondi