Batman v Superman: ecco perché è da non perdere

benMolti commentatori, leggendo del prossimo arrivo nei cinema di Batman v Superman, sequel de L’Uomo d’Acciaio e prima pellicola “moderna” a mettere insieme i due supereroi principali della DC, avranno pensato alla solita americanata condita con vari effetti speciali ed una sceneggiatura che punta solo sulla spettacolarità.

Ecco, un consiglio: prima di sparar sentenze leggete una delle graphic novel più belle di ogni tempo, Il Ritorno del Cavaliere Oscuro di Frank Miller (1986), in cui un anziano Bruce Wayne è deciso a combattere contro un’orda di criminali senza scrupoli sino alla più estrema conseguenza: inimicarsi, con i suoi metodi violenti, proprio l’uomo d’acciaio. Superman e Batman ingaggiano dunque una devastante guerra uno-contro-uno, che li porta a confrontare le proprie opposte idee di giustizia: una idealista (e un po’ ipocrita) portata avanti dall’ultimo figlio di Krypton, e l’altra sporca e violenta (ma in fondo “genuina”) propria dell’uomo pipistrello.

Dalle immagini di Batman V Superman (che sarà diretto dall’esperto
e prodotto da Christopher Nolan), il look dei due protagonisti, e in particolare di Batman, sembra andare verso la direzione di voler omaggiare il romanzo di Miller. Ciò non basta a pensare che il film sarà perfetto (L’Uomo d’Acciaio ha diviso i fan), ma senza dubbio il fatto che durante la produzione si voglia porre l’accento su certi dettagli o scelte artistiche fa ben sperare.

Non resta che aspettare la prima metà del 2016, quando lo scontro totale arriverà sugli schermi di tutto il mondo!

– Fabio Antinucci – 

Rispondi