5 Guinness musicali curiosi e bizzarri

Vi è mai capitato, leggendo alcuni record mondiali, di pensare: “ma come è venuto in mente alla persona in questione di creare o raggiungere un obiettivo del genere?” A me diverte moltissimo assistere a gente che cerca di migliorarsi nel “vediamo quanti calzini riesco a infilarmi nella maglietta per poi farli uscire dai pantaloni”… ok, non credo che questo esista, ma potrei aver appena dato un’idea a qualcuno, chissà. Ebbene, oggi parleremo di 5 Guinness musicali curiosi e bizzarri: alcuni appartengono senz’altro alla categoria “ma davvero?”, mentre altri li trovo assai simpatici e carini. Buona lettura!

1. Primo video musicale girato nello spazio.1

Inizio con il mio preferito, che trovo davvero geniale e interessante. Il 12 maggio 2013, il comandante Chris Hadfield ha pubblicato un video su YouTube dove cantava una versione modificata di Space Oddity di David Bowie, registrata durante la sua ultima missione a bordo della Stazione Spaziale Internazionale. Il video musicale – il primo girato interamente nello spazio – mostra Hadfield galleggiare all’interno della Stazione Spaziale con la sua chitarra, con la Terra visibile attraverso la finestra della stazione. Le voce e la chitarra sono state registrate proprio sul luogo, mentre pianoforte e altro accompagnamento musicale sono stati aggiunti sulla Terra. Hadfield è inoltre il primo canadese a comandare una stazione spaziale. Lo stesso Bowie è rimasto colpito da questa iniziativa e ha condiviso il video dell’astronauta sul proprio profilo Twitter.

2. Più festival musicali visitati in un mese.2

Non si può dire certamente che quest’uomo non ami la musica! Sto parlando dell’inglese Greg Parmley, che detiene il guinness mondiale per essere andato a ben 26 festival in 30 giorni, visitando la totalità di undici Paesi europei, tra i quali Belgio, Germania, Repubblica Ceca, Polonia, Slovacchia, Serbia, Slovenia, Croazia, Italia, Svizzera e Gran Bretagna. Insomma, un bel viaggetto, organizzato tra il 24 giugno e il 23 Luglio 2011. Beato lui! Greg ha partecipato a Glastonbury, Hard Rock Calling, Graspop Metal Meeting, Rock a Field, Pennenzakkenrock, Werchter, Summerjam, Rheinkultur, With Full Force, Rock or People, Malta, Pohoda, Balaton Sound, Exit, Metalcamp, Garden Festival, Umbria Jazz, Moon and Stars, Montreux Jazz, Gurtenfestival, Live at Sunset, Paleo Festival Nylon, Secret Garden Festival, Redfest, ATP I’ll Be Your Mirror and High Voltage Festival.

3. 133 ore di assolo di batteria.3

Carlos Santos, batterista portoghese, ha deciso di celebrare il compleanno del figlio in modo che io sinceramente definirei solo bizzarro, suonando la batteria per 133 ore e 3 minuti. Mio Dio, il male ai tendini. Pensate che il record precedente era di “sole” 10 ore, quindi direi che Santos abbia voluto proprio togliersi ogni dubbio di poter essere superato. Lo so a cosa state pensando: sì, le pause per la pipì e per mangiare erano previste, ma non so se siano state escluse dal conteggio finale. Ad ogni modo… complimenti.

4. 792 ore di Karaoke.4

C’è chi lo ama, c’è chi lo odia: io, per esempio, sono tra quelli che amano cantare e che si diverte a commentare gli stonati convintissimi, che non mancano mai, insieme agli altri commensali. Però, certo, immaginate 792 ore di tutto questo… vi scoppia già la testa, lo so. Ebbene, è stata realtà nell’evento organizzato in Cina tra il 22 Maggio e il 24 Giugno 2014.

5. Uno strumento musicale umano.5

Questo è il mio secondo preferito, lo trovo troppo carino. Ben 1660 persone, il 21 giugno 2014 a Nizza hanno creato la forma di un sassofono di 56 metri, in occasione della celebrazione della Giornata mondiale della Musica e del lancio del Nizza Jazz Festival, che ha come logo dell’evento un sassofono. La performance è stata ripresa e fotografata da un drone.

– Lidia Marino – 

Rispondi