5 curiosità sul cibo

Siamo sempre più attenti a ciò che consumiamo, negli ultimi anni. Calorie, produzioni, coloranti ecc. Oggi invece volevo condividere 5 curiosità sul cibo meno conosciute e che magari troverete interessanti! Fatemi sapere quali sapevate già o quali vi abbiano stupito di più!

1. La saliva di uccello può diventare una costosa prelibatezza 

Dimenticate caviale e tartufi costosi, la saliva degli uccelli è il cibo dei benestanti… almeno in Cina! La zuppa di nidi d’uccello è una prelibatezza costosa a base di rari nidi di uccelli creati dalla saliva di piccoli rondini. I nidi, utilizzati nella cucina cinese da oltre quattro secoli, vengono sciolti in acqua per fare una zuppa che si ritiene abbia un sapore squisito e sia benefica per la salute. Questi prodotti sono considerati uno dei prodotti alimentari per animali più costosi consumati dall’uomo!

2. Frutta e verdura sono meno nutrienti di un tempo

I risultati pubblicati sulla rivista HortScience suggeriscono che, a causa delle moderne pratiche agricole, frutta e verdura siano meno nutrienti di quanto non fossero circa mezzo secolo fa. Secondo questo studio servirebbe consumare otto volte la quantità di arance per ottenere la stessa quantità di vitamina A che i nostri nonni avrebbero facilmente assunto in passato. Per cercare di massimizzare i benefici derivanti dal consumo di frutta e verdura, dovremo dunque consumarne di più e, dove possibile, mangiare prodotti biologici.

3. Masticare i chicchi di caffè può aiutare a eliminare l’alitosi

Hai esagerato con l’aglio e hai bisogno di liberarti dell’odore dal tuo alito? Quelli di voi che scelgono di masticare una gomma o anche delle mentine extra forti stanno sbagliando perché la risposta apparentemente sta nel chicco di caffè. Sì, masticare i chicchi di caffè tostato può in qualche modo liberare dell’alito di aglio o cipolla. Altre buone opzioni per rinfrescare la bocca includono prezzemolo o foglie di menta. Se preferite bere il caffè piuttosto che masticarlo, gli scienziati israeliani hanno scoperto che il caffè può inibire i batteri che causano l’alitosi, ma è meglio berlo nero.

4. Le scorte di cioccolato potrebbero esaurirsi

Cattive notizie per gli amanti del cioccolato, perché pare che la produzione dell’amato dolce sia in reale pericolo. Avrete notato che negli ultimi anni i prezzi siano aumentati e si tratta proprio della crescente domanda globale di cacao. Inoltre, la domanda aggiuntiva da mercati di massa emergenti come Cina, India, Indonesia, Brasile e Russia, necessiterebbe una quantità di alberi di cacao molto ampia, che non corrisponde attualmente alla domanda. Soffriamo insieme.

5. Tracce di insetti nel cibo.

I difetti naturali sono accettati per legge. Di che si tratta? Beh, di piccole tracce di insetti nei prodotti alimentari. Negli Stati Uniti, ad esempio, la Food and Drug Administration (FDA) inizia un’indagine sugli alimenti solo una volta superati i livelli consentiti impostati. Ad esempio, il cioccolato verrebbe esaminato solo una volta raggiunti i 60 o più frammenti di insetti per 100 grammi – qualsiasi cosa al di sotto di questo livello viene considerata normale. Per il burro di arachidi il livello è impostato più basso a 30 frammenti di insetti per 100 grammi. Gnam, eh?

– Lidia Marino – 

Rispondi