3 ricette tipiche della Sicilia

Arriviamo al penultimo appuntamento della rubrica che celebra alcune delle ricette più amate dell’Italia, parlando delle 3 ricette tipiche della Sicilia. Essendo io nata lì, ci tengo particolarmente a sottolineare quanto mi risulti difficile, più del solito, sceglierne così poche, quando di ogni settore potrei andare avanti all’infinito. Ad ogni modo, ho scelto sicuramente tre pietanze pazzescamente buone, questo posso assicurarvelo. Come spesso accade, girando la Sicilia potreste trovare tante varianti diverse dei piatti da me indicati, ma queste sono quelle che conosco io e che apprezzo di più. Buon appetito!

1. Pasta con le sardeIngredienti:
400 gr di finocchietto selvatico; 300 gr di sarde fresche; 30 gr di uvetta; 30 gr di pinoli; 2 filetti di acciuga; 1 cipolla; olio extravergine d’oliva q.b.; sale e pepe q.b..

Mondate il finocchietto, ricavandone solo la parte più tenera, poi lavatelo e lessatelo in acqua bollente salata per circa dieci minuti, infine scolatelo e conservate l’acqua nella pentola. Pulite le sarde, togliendo la testa e la lisca con la coda. Ammollate l’uvetta nell’acqua. Tritate la cipolla e mettetela in padella con i filetti di acciuga spezzettati, un bicchiere di acqua, un pizzico di sale e un po’ d’olio e cuocete finché non sfrigola. Aggiungete alla cipolla l’uvetta scolata e strizzata e i pinoli e fate insaporire. Unite le sarde, il finocchietto tritato e condite a piacimento. Mettete il coperchio e cuocete per qualche minuto. Ora mettete la pasta a cuocere – rigorosamente bucatini –  scolateli al dente e versateli nella padella con le sarde. Godeteveli anche per me!

2. Pesce spada alla siciliana 

Ingredienti per 2 persone:
2 tranci di pesce spada; 500 g di pomodoro; mezza cipolla bianca; olio d’oliva q.b.; 1 cucchiaio di olive nere; 1 cucchiaio di capperi; basilico q.b.; prezzemolo q.b.; origano q.b.; sale e pepe q.b..

Spellate i pomodori e tagliateli a pezzetti. In padella con un po’ d’olio fate soffriggere la cipolla, affettata sottilmente. Poi aggiungete il pomodoro e infine le olive nere, i capperi e del trito di basilico o prezzemolo. Condite a piacimento, coprite con il coperchio e lasciate cuocere a lungo. Prima che si asciughi, aggiungete i tranci di pesce spada e fateli cuocere un paio di minuti per lato. A cottura ultimata, aggiungete al vostro pesce spada del trito di prezzemolo fresco e del pepe nero macinato al momento. Buonissimo sia caldo che freddo.

3. Brioche con granita

Ingredienti per 8 brioche:
350 gr di farina 0; 100 gr di zucchero; 100 ml di latte; 2 uova; 70 gr di burro; 1 cucchiaino di sale; 1 cucchiaio di miele; 12 gr di lievito di birra; vaniglia; limone; 1 tuorlo. 

Sciogliete il lievito nel latte appena tiepido, unite lo zucchero, il miele e mescolate il tutto. Poi unite i 2/3 della farina, le uova leggermente sbattute, il sale, il burro fuso intiepidito e impastate per me almeno dieci minuti. Aggiungete poi l’essenza di vaniglia e la buccia grattugiata di limone. Mettete l’impasto in una ciotola e copritela bene con la pellicola e fatela lievitare per almeno 3 ore. Una volta lievitato, ricavatene 8 pagnottelle, mettetele su una teglia ricoperta da carta forno distanziandole tra loro e fatele lievitare per altre 2 ore. Spennellate le brioches con un tuorlo d’uovo battuto e infornate in forno caldo a 170° e cuocete per 20 minuti.

Ingredienti per granita al limone:
500 ml di succo di limone; 500 ml d’acqua; 150 g di zucchero.

Per preparare la granita al limone senza gelatiera, versate l’acqua in un pentolino, portatela ad ebollizione e aggiungete lo zucchero. Quando lo zucchero si sarà sciolto completamente e il liquido sarà diventato trasparente, spegnete il fuoco e lasciate raffreddare. Tagliate i limoni a metà, spremeteli e filtrate molto bene il succo, con l’aiuto di un colino. Incorporatelo allo sciroppo ormai freddo e mescolate bene il composto, aiutandovi con una frusta. Ora mettete la granita al limone in freezer dentro ad un contenitore (coperto) di plastica. Trascorsa mezz’ora, estraete il composto dal freezer e rimestatelo energicamente per rompere i cristalli di ghiaccio che si saranno formati. Ripetete la stessa operazione ogni mezz’ora per altre due-tre volte, fino a quando sarà della consistenza desiderata.

– Lidia Marino – 

Un pensiero su “3 ricette tipiche della Sicilia

  1. Pingback: 3 ricette tipiche della Sardegna | YouPopCorn

Rispondi