Zack Snyder si è espresso sul finale di Man of Steel, spiegando perché funzionasse

1Ricordate l’ultimo film su Superman? Bene, era una pellicola piena di azione, di effetti speciali, di buone interpretazioni, ma a molti ha scatenato istinti omicidi nei confronti del regista, a causa dell’ultima parte, e in particolare del confronto tra il nostro eroe e Zod. Recentemente, Zack Snyder si è espresso sul finale di Man of Steel, spiegando perché funzionasse e non meritasse tanto astio, secondo lui.

Dopo lo scontro, la città è devastata, con palazzi completamente rasi al suolo, e questo lascia immaginare allo spettatore la morte di migliaia di persone innocenti. In un’intervista con l’Entertainment Weekly, Snyder ha spiegato che quelle non potevano che essere le normali conseguenze di una battaglia di quella entità e che le critiche a lui avanzate su questo profilo lo hanno lasciato senza parole.
“Ero sorpreso perché nella mia mente il punto era proprio che non si potesse pretendere di avere supereroi in giro senza che ci fossero delle complicazioni e, soprattutto, che questi non facesse nemici.”

Sembra che una di tali complicazioni sarà proprio il fulcro dell’astio tra il kryptoniano e l’eroe di Gotham City, nel sequel  Batman vs Superman: Dawn of Justice. Ben Affleck, grande fan del finale del primo film, vestirà i panni di un Batman, furioso per la strage avvenuta, che in un certo senso raccoglierà nel suo personaggio tutte le critiche volte dal pubblico a Man of Steel. Infatti, oltre alla morte di persone innocenti, Superman ha anche ucciso Zod, una mossa che Batman sembrerebbe non aver approvato.

Critiche sterili, se non applicate al fatto che molti hanno notato la mancanza di tentativi da parte di Clark Kent di arginare quanto più possibile i danni che si sono verificati. Onestamente, trovo che l’aver reso più “umano”, più fallibile un eroe come Superman possa solo fargli bene. Alla fine, è un alieno, ma è cresciuto da uomo e che sbagli, o si lasci andare alla rabbia nell’uccidere un nemico che gli ha portato via tutto non lo rende meno interessante. Tra l’altro, è inutile negare che l’omicidio fosse necessario e che sia scaturito un dramma interiore molto forte. Ad ogni modo, questa è la mia visione.

Se non avete avuto modo di visionare il trailer del sequel, lo trovate in fondo all’articolo, buona visione!

– Lidia Marino –  

Rispondi