XVI Festival Internazionale di Musica e Arte Sacra, dal 4 al 10 novembre 2017

 

Quest’anno per il XVI Festival Internazionale di Musica e Arte Sacra lo scenario artistico sarà di enorme bellezza: San Pietro, San Paolo fuori le Mura, Sant’Ignazio di Loyola in Campo Marzio, Santa Maria del Popolo ospiteranno quest’evento in tutto il loro splendore. Dal 4 al 10 novembre 2017, il Festival promosso dalla Fondazione Pro Musica e Arte Sacra offrirà un ricco calendario di sei appuntamenti, a ingresso gratuito (previa prenotazione), con nomi prestigiosi provenienti da diverse nazioni, come il Giappone, la Germania, e l’Austria.

Molto atteso il ritorno dei Wiener Philharmoniker, che lunedì 6 Novembre (alle ore 21) suoneranno lo Stabat Mater di Pergolesi, con il soprano israeliano Chen Reiss e il mezzosoprano argentino Bernarda Fink, nella bella Basilica di San Paolo fuori le mura, preceduti dal Concerto per clarinetto e orchestra in la maggiore KV 622 di Mozart con il solista Daniel Ottensamer. Ma andando in ordine, il 4 novembre, giorno di apertura del Festival, apriranno le danze alle 16 – nella Basilica di San Pietro – l’Illuminart Philharmonic Orchestra e il suo Coro, diretti da Tomomi Nishimoto, provenienti dal Giappone e già ospiti nelle precedenti edizioni del Festival, mentre alle 21, ci si sposterà nella Basilica di Sant’Ignazio di Loyola in Campo con il repertorio sacro di Anton Bruckner con i complessi vocali del Palatina Klassik Vocal Ensemble, il Philharmonischer Chor an der Saar e l’Orchestra del Conservatorio Statale di Kazan dalla Federazione Russa diretti da Leo Kraemer.

Domenica 5 Novembre alle ore 21, Tomomi Nishimoto torna a dirigere per il Requiem in re minore K 626 di Mozart, con le voci soliste di Kana Kumamoto (soprano), Takako Nogami (mezzosoprano), Yusuke Kobori (tenore) e Tsutomu Tanaka (baritono), mentre il 7 Novembre, sempre alle 21, spazio all’oratorio di Haydn Die Schöpfung (La creazione) con il soprano Mechthild Bach, il tenore Cornel Frey e il baritono Thomas Laske e l’Orchestra Roma Sinfonietta e il coro del Limburger Domsingknaben diretti da Andreas Bollendorf. A chiudere questa edizione, il 10 Novembre (alle 21) il Concerto Luterano che per ricordare i 500 anni della Riforma protestante sarà ospitato nella Basilica di Santa Maria del Popolo che aveva accolto Martin Lutero in occasione del suo viaggio a Roma nel 1510.

Tutti i concerti del Festival sono a ingresso libero e gratuito, ma fino a esaurimento dei posti disponibili con prenotazione online. È sufficiente compilare il modulo, scegliendo il concerto al quale si intende partecipare dal sito http://promusicaeartesacra.lineamenta.org/. Per maggiori informazioni: festival@musicaeartesacra.it, www.festivalmusicaeartesacra.net, www.fondazionepromusicaeartesacra.net, www.musica-artesacra.org.

– Lidia Marino – 

Rispondi