The Witcher: cosa sappiamo della stagione 2

Sono passati appena tre mesi dalla messa in onda di quello che è diventato un vero fenomeno nel panorama televisivo mondiale, stando alle statistiche che lo vedono ancora al primo posto tra i contenuti guardati su Netflix. A questo punto, possiamo farci una domanda su The Witcher: cosa sappiamo della stagione 2 finora? Quale sarà la trama, chi presterà il volto ai nuovi personaggi e quanto dei libri verrà ancora trasposto? Ecco cosa possiamo ipotizzare al momento.

1) I witcher di Kaer Morhen

La prima stagione si è conclusa con l’incontro tra Geralt e Ciri. Per tenerla lontano dalle forze di Nilfgaard, che sono ancora alla sua ricerca, Geralt la porterà quasi sicuramente a Kaer Morhen, la dimora dei witcher della Scuola del Lupo; a sostegno di questa ipotesi non c’è soltanto la trama del primo romanzo, Il sangue degli elfi, bensì il casting di quattro nuovi witcher. Chi ha giocato la saga videoludica ricorderà Eskel e Lambert, interpretati rispettivamente da Thue Ersted Rasmussen (Fast and Furious 9) e da Paul Bullion (Peaky Blinders); nuova conoscenza è invece il giovane Coen (Yasen Atour), soltanto nominato dal giardiniere di Vizima nel corso del primo videogioco. Purtroppo non è stato scelto Mark Hamill per il ruolo del vecchio e capace witcher Vesemir, “padre” di Geralt, ma le aspettative rimangono alte per Kim Bodnia, conosciuto soprattutto grazie a Killing Eve. Riassumendo, è molto probabile che l’arrivo a Kaer Morhen darà il via alla seconda stagione.

2) I racconti mancanti

Fino a questo momento sono stati trasposte solamente le due raccolte di racconti, e neanche per intero; tra le avventure rimaste inutilizzate, sappiamo già che Un briciolo di verità verrà riciclata per la seconda stagione. A provarlo è la presenza di Tormund Veleno dei Giganti da Il Trono di Spade, Kristofer Hivju, scelto per il ruolo di Nivellen, e di Agnes Bjorn, che interpreterà la sua amata e misteriosa Vereena. Geralt potrebbe incontrarli durante il viaggio con Ciri verso Kaer Morhen, oppure potrebbe trattarsi di un flashback, ma l’ipotesi più plausibile è che la sua vita da witcher riprenderà il proprio corso dopo il salvataggio della Bambina Sorpresa: Geralt tornerà a occuparsi dei contratti per i mostri e questo significa che la sua strada si dividerà ancora una volta da quella di Ciri, senza tuttavia perderla di vista. Non si sa invece nulla dei racconti mancanti, che sono Un piccolo sacrificio, Una scheggia di ghiaccio, La voce della ragione e naturalmente La spada del destino, ormai impossibile da recuperare.

3) Dopo la battaglia

Le vicende sul Colle di Sodden vengono appena menzionate nei romanzi, quindi l’ultimo episodio della prima stagione è stato una piacevole sorpresa da questo punto di vista; tuttavia non è ancora chiaro cosa possa essere accaduto ai personaggi una volta concluso lo scontro con Nilfgaard. Le forze temeriane di re Foltest erano in arrivo e c’è la possibilità di vederle scontrare con alcuni alleati dell’Impero, nello specifico gli Scoia’tael, composti da elfi e nani insofferenti verso il dominio della razza umana; alcune foto del backstage suggeriscono che vedremo proprio questo nel primo episodio della nuova stagione.

Per quanto riguarda invece i maghi, abbiamo visto morire Corallo, che ha avuto appena un cameo nella serie; Sabrina è rinvenuta e Vilgefortz sembra avere perso la testa, mentre Triss riporta danni da ustione e Yennefer, dopo avere distrutto l’esercito nemico, potrebbe risultare dispersa, dal momento che nella visione di Ciri Tissaia la cerca urlando il suo nome.

4) La Loggia delle Maghe

Oltre ai witcher, un’altra potente forza nella saga è rappresentata dalle maghe. Finora solo due di loro sono state scelte: la prima è Francesca, l’elfa più bella del mondo, interpretata dall’attrice e modella Mecia Simson, mentre la seconda è Lydia, affidata ad Aisha Fabienne Ross; sappiamo già in quali episodi apparirà quest’ultimo personaggio, precisamente nel quinto e nell’ottavo. Nel caso in cui il numero delle puntata fosse lo stesso della precedente stagione, è quindi possibile fare una speculazione sul finale: i “fatti di Thanedd”, che nella saga cartacea si pongono a metà del secondo romanzo, Il tempo della guerra. Lydia è la fidata assistente di Vilgefortz, non una delle future maghe della Loggia, a meno che non vengano apportate ulteriori modifiche alla trama. Ciò che stupisce è invece l’assenza di Philippa Eilhart, uno dei personaggi cardine dei libri e dei videogiochi; l’ipotesi più gettonata è che il suo ruolo venga presto accorpato da Tissaia, che aveva avuto così poco spazio nei romanzi.

5) Nuovi personaggi e un azzardo di trama

Possiamo quindi cominciare a delineare una trama senza fare troppi spoiler dei libri: Geralt porta Ciri al sicuro, presentandola così ai suoi compagni, per poi riprendere la sua strada come witcher; d’altronde Ciri ha capacità magiche, quindi è giusto che venga addestrata anche da una maga: Geralt non si è lasciato in buoni rapporti con Yennefer, ma potrebbe essere il momento per riallacciarli, oppure potrebbe contare su Triss. Cahir riprenderà a cercare Ciri e verrà affiancato da Rience, un mago di cui non conosciamo ancora il volto, ma che sappiamo essere uno dei ruoli ricercati durante il casting.

Sul fronte politico, i maghi verranno chiamati a conferire con i sovrani, dato l’aiuto indispensabile fornito nella Battaglia di Sodden, e farà la sua comparsa il capo dei servizi segreti di Redania, Dijkstra: a fare il provino per il suo personaggio è stato Graham McTavish (Lo Hobbit, Outlander), ma solitamente i provini vengono rivelati solo nel caso in cui il ruolo non venga affidato a tale attore; possiamo comunque sperare, data la sua bravura, che non sia così. Anche gli Scoia’tael cominceranno ad avere un’importanza maggiore nel corso della storia.

Il vero mistero è però rappresentato da Violet, interpretata da Carmen Laniado (Dottor Dolittle). Si tratta di un personaggio originale, descritta come una ragazza dell’età di Ciri astuta e potenzialmente malvagia, e pronta ad apparire in almeno tre episodi, che dovrebbero essere ormai collocati tutti nel medesimo arco temporale. Ciri potrebbe incontrarla al Tempio di Melitele, dove nei libri si reca a studiare, ed è questa al momento l’ipotesi più gettonata; è anche possibile che Violet venga ingaggiata da Nilfgaard per avvicinarsi a Ciri e portarla dall’imperatore.

Queste sono, al momento, le maggiori indiscrezioni sulla prossima stagione. Rimane una domanda: ma Ranuncolo?

– Sara Carucci –

Rispondi