Videoclip Top 5 – Muse

Ritorna la rubrica musicale dedicata ai videoclip con il gruppo inglese di Matthew Bellamy: i Muse. Andiamo a vedere quali sono i migliori videoclip di questa famosa band alternative rock.

5. Bliss

Bliss è uno degli estratti del secondo album dei Muse, Origin of Symmetry, quello che gli diede più notorieta. In questo videoclip, i Muse chiamarono David Slade per la regia. Mostra Bellamyfrontman del gruppo, gettarsi in caduta libera in un enorme buco all’interno di un gigantesco macchinario al centro di una città futuristica. Il cantante precipita per tutta la durata del video e la sua caduta simula una deriva nello spazio, dove si continua ad accelerare in eterno fino a giungere al bordo dell’universo. Slade affermò che Bellamy recitò per la maggior parte del tempo appeso a dei fili che gli procurarono diversi lividi nei due giorni di riprese. Inoltre, il leader dei Muse pare abbia anche vomitato diverse volte.
Comunque il risultato finale è degno di nota… tranne i capelli rossi.

4. New Born

Anche New Born fu estratto da Origin of Symmetry e anche questo fu diretto da David Slade. L’idea di far sembrare che il gruppo suonasse appoggiato ad un muro fu dello stesso Bellamy. Essendo il budget scarso, il regista puntò molto sul make-up, piuttosto che alla computer graphica. Bellamy affermò “David ha insistito per farci truccare con un pesante make-up giallo. Quando ci siamo guardati allo specchio eravamo ridicoli. Lui disse “fidatevi di me” e infatti, durante le riprese, sullo schermo apparivamo con la pelle dorata ma in realtà eravamo completamente gialli fluorescenti.” e ha avuto ragione il regista, visto il risultato con i pochi fondi.

3. Hysteria

Arriviamo ad Absolution con Hysteria, nel 2003. Per il video, la regia fu affidata a Matt Kirby e fu ingaggiato l’attore americano Justin Theroux. Il video è stato fatto con due registrazioni: una fatta in modo molto amatoriale, girato interamente con una normale telecamera digitale, poi una seconda registrata con i normali mezzi di ripresa. Nella seconda, quella che da vita al video, l’attore guarda le riprese amatoriali proprio attraverso la stessa telecamera.
Per le riprese fu utilizzata una camera d’albergo di un Londra, che fu arredata diversamente e poi ristrutturata come era originalmente. L’intero video è anche un omaggio al film Pink Floyd The Wall del 1982.

2. Uprising

Arriviamo nei tempi recenti, nel 2010 con Uprising. Il video segue il gruppo all’interno di un pick-up che gira all’interno di un plastico. La vettura procede per le strade di una piccola cittadina di plastica, percorsa da una miccia accesa che continua a bruciare ed avanzare. Oltre agli abitanti – anch’essi miniature di plastica – compagliono anche orsi di peluche miniacciosi che iniziano a bruciare le persone, orsi che compaiono anche nei vari schermi che compaiono nel video, soprattutto nella scena delle vetrine. Un video molto divertente da vedere, soprattutto per chi, come me, ama miniature e plastici.
Piccola curiosità: tra i vari orsi sugli schermi si può notare un orso nel ruolo di Bernard Madoff (un criminale arrestato per frode) in riferimento al famoso video in cui viene spinto da un cameraman per essere ripreso meglio.

1. Panic Station

Ecco il primo posto che va al video più divertente dei Muse: quello di Panic Station. Il video è stato girato interamente a Tokyo, in Giappone e vede tutti i membri del gruppo girare per le strade affollate della metropoli con vestiti estrosi – Bellamy sfoggia un bel pellicciotto rosso e occhiali che hanno degli schermi sulle lenti – mentre affrontano mostri amorfi, suonano al fianco di dinosauri, guidano delle strane macchine che rappresentano delle ragazze o conquistano giovani giapponesine con il solo sguardo. Alla fine del video, ci deliziano anche con i bloopers.
Curiosità: il video fu sostituito dopo poche ore dall’uscita. Nella seconda versione, inizia con la bandiera giapponese, mentre prima aveva quella del Sol Levante (che suscitò offesa verso le due Coree e la Cina) e la scritta del titolo viene cambiato, rimanendo tradotto in giapponese, ma comparendo in orizzontale sue due righe differenti, invece che su una sola.

– Giorgio Correnti –

Un pensiero su “Videoclip Top 5 – Muse

  1. Pingback: Videoclip Top 5 - Coldplay | YouPopCorn

Rispondi