Videoclip Top 5 – Madonna

Bentornati alla rubrica Videoclip Top 5. Oggi parliamo della cantante che, più di tutte, ha anticipato e creato mode in tutto il mondo: Madonna. La cantante italo/americana è sempre stata la capostipide di tutte le mode dagli anni ’80 ad oggi, passando dalla voce acuta anni ’80 (come Cindy Lauper) al pop anni 2000 (ripreso da Lady Gaga), passando per tanti stili diversi che hanno fatto storia e scuola a molti cantanti. Andiamo a vedere cinque tra i suoi video migliori.

5. 4 Minutes

Iniziamo con una canzone moderna, pubblicata nel 2008 da Madonna con la collaborazione di Justin Timberlake e Timbaland. Questa canzone si riferisce ai minuti che servono per salvare il mondo (il titolo infatti originariamente doveva essere 4 Minutes to Save the World) e porta un messaggio sociale voluto trasmettere dalla cantante dopo la sua visita in Africa dove è stata testimone della sofferenza dei suoi abitanti.
Nel video, però, Madonna e Timerlake ballano attraverso varie location londinesi in coreografie ideate da Jamie King, il tutto scappando da una specie di alone nero che inghiotte tutto quello che incontra. Gli effetti speciali sono molto usati per creare questo spettro enorme che inghiotte Londra, distruggendo tutte le cose e le persone che incontra. L’ultimo pezzo vede i due ballare in un’ampia stanza, mentre vengono circondati da questo alone che finisce per raggiungerli.

4. Frozen

Torniamo un po’ indietro ed arriviamo nel 1998, dove Madonna si reinventa in una nuova figura più mistica nell’album Ray of Light e, soprattutto, nel singolo Frozen. Anticipando le sonorità alla Anggun e la moda del gotico che ha poi invaso la nostra società.
Il video osanna ancora di più questo aspetto gotich e mistico, con molti effetti speciali, tra mantelli neri ed immagini mistiche e Madonna che diventa uno stormo di corvi, il tutto con il deserto della California come sfondo, in una serie di colori cupi. Il video vinse nella categoria Migliori Effetti Speciali agli MTV Video Music Awards del 1998. L’abito nero lungo indossato da Madonna nel video, proviene dalla collezione di Jean Paul Gaultier ispirata all’immagine ed ai costumi di Frida Kahlo.

3. Ghosttown

Torniamo in tempi più moderni con un singolo pubblicato da Madonna nel marzo del 2015: Ghosttown. Questo singolo è valso il primato all’artista per aver avuto il maggior numero di singoli in prima mosizione per una classificha musicale, nonché per il maggior numero di prime posizioni nella Hot Dance Club Play. Come in tutte le canzoni dell’album Rebel Heart, anche in questa c’è una forte introspezione della cantante, com messaggi sfumati che parlano di unità e coscienza religiosa.
Nel video, troviamo Madonna in un mondo post apocalittico. Prima la vediamo dentro un rudere, dove vede un notiziario in TV con scene da fine del mondo, poi si prepara per uscire dal suo rifugio. Il panorama esterno è distrutto, lei ne rimane fortemente colpita e attira le attenzioni di un uomo. Questo dapprima tenta di colpirla col suo fucile, sparandole, ma, appena le vede il volto, smette, la raggiunge e iniziano a ballare un passionale tango. Alla fine, compare un bambino asiatico, anche lui sopravvissuto e i tre vanno via insieme tenendosi per mano, nonostante davanti a loro tutto sia distrutto. Da notare il vestiario della cantante che prende spunto dalla moda Steampunk che è in forte crescita, sempre perché la cantante riesce a prendere il meglio delle mode, ad anticiparle ed a usarle in modo perfetto.

2. Bad girl

Forse non è uno dei singoli più famosi di Madonna, ma Bad Girl ha uno dei video più ricercati della nostra regina del pop. La canzone parla dell’infelicità di una donna che non riesce a comunicare i suoi sentimenti alla persona amata, perché sa non di non poterla rendere felice.
Pur non essendo uno dei pezzi più improtanti della cantante (fu il suo primo singolo fino a quel momento a non entrare nella top 10 inglese), ha comunque avuto un video molto ricercato con un regista di tutto rispetto: David Fincher. Nel video, Madonna è una giornalista con una vita professionale frenetica e soggetta ai vizi del fumo e dell’alcol, la quale finisce assassinata da uno dei suoi amanti. Compare anche il famoso attore Christopher Walken che interpreta il ruolo del suo angelo custode. Il filmato è l’unico video nella quale Madonna appare da morta.

1. Like a prayer

Come primo videoclip della regina del Pop, non potevo mettere quello di Like a Prayer, canzone del 1989 inserita nella classifica delle 500 migliori canzoni di tutti i tempi stilata da Rolling Stones nel 2004 e anche uno dei video più chiacchierati a livello di contenuti.
Il video inizia con Madonna che si allontana correndo da un vicolo dove aveva visto una gang approfittare di una ragazza indifesa. Riesce a guardare in faccia il capo della gange che si nasconde all’arrivo della polizia. Lei fugge via ed entra in una chiesa dove si inginocchia davanti ad un santo di colore. Questo, dapprima statua, si anima pian piano, fino ad alzarsi, baciare Madonna su una guancia e andarsene. Lei, a qusto punto, prende un coltello e torna sul luogo del misfatto scoprendo di sanguinare e di avere delle stigmate. Nella scena successiva, un uomo di colore viene arrestato dopo essere stato trovato su una ragazza che voleva soltanto rianimare. La cantante lo vede andare via per colpe non commesse e inizia un viaggio mistico con scene succitate di bambini e donne di colore. Finisce il video con Madonna che canta e balla davanti a delle croci infuocate e con la stessa che libera l’uomo innocente dalla prigionia.
Mostrando un santo di colore – che molti hanno etichettato come Gesù Nero – il video fu censurato dai vari canali a tema musicale. Comunque, nel 2006 fu eletto come Video più rivoluzionario della storia della musica da MTV Italia e nel 2007 è stato eletto da MTV, come il video che ha scosso di più il mondo, dopo Thriller di Michael Jackson.

– Giorgio Correnti –

Un pensiero su “Videoclip Top 5 – Madonna

  1. Pingback: Videoclip Top 5 - Aerosmith | YouPopCorn

Rispondi