Videoclip Top 5 – Lady Gaga

Ehi, ma tutte queste puntate di Videoclip Top 5 e ancora non abbiamo parlato di Lady Gaga? Rimediamo subito. Ho visto molte liste dei suoi migliori video su internet e so che molti hanno scelto in base alla canzone. Io, invece, ho scelto in base alla spettacolarità e alla cinematografia dei video e questa è la Top 5 che ne è venuta fuori.

5. Applause

Di questo video, sul canale Vevo, ci sono stati varie versioni. La prima era solo audio con un’immagine fissa. Successivamente ci fu un video contro gli attacchi di alcuni giornalisti, con uno sfondo dove comparivano frasi tipiche come “Lady Gaga è finita” o “Lady Gaga non interessa più a nessuno“. Dopo una versione Lyric del video (ovvero, con il testo della canzone), uscì il video ufficiale. Come vedrete, ogni video di Lady Gaga ha una storia dietro: questo video riprende l’ossessione di Ladi Gaga nel trasformarsi, nel proporre diversi costumi e look, dal dimenarsi in intimo nero su un materasso bianco, all’avere il corpo di un cigno nero che sbuca da un uovo peloso. Nel video ci sono molte citazioni, come Marilyn Monroe o Botticelli ed i colori che regnano di più sono, per l’appunto, il bianco e il nero.

4. Bad Romance

Il video ufficiale di questa canzone è stato coreografato da Laurie Ann Gibson, la stessa di Paparazzi, infatti il ballo è un suo punto forte. Ma andiamo alla storia: qui Lady Gaga viene portata in una specie di centro termale tutto bianco, dove viene rapinata, drogata e diventa una schiava sessuale della mafia russa, insieme ad un gruppo di ballerine. Ma non è la sinossi ad essere interessante, ma lo stile: vediamo Lady Gaga con molti costumi gotici, spesso in lattex. Alcuni abiti e location ricordano Silenti Hill (sia il gioco, che il film), mentre molte scene sono rappresentate in maniera psichedelica. Il videoclip di Bad Romance ha avuto moltissime nomination ai MTV Video Music Awards, vincendo poi in ben otto categorie, come Video dell’Anno, Miglior video femminile, Miglior video pop, Miglior video dance, Miglior Regia, Miglior coreografia e Miglior Montaggio. Oltre, ciò, ha vinto anche l’International Dance Music Award per il miglior video musicale ed è entrato nelle Best Song degli MTV Europe Musig Awards.

3. Yoü and I

Lady Gaga ha nei suoi video molti balletti, anche questo coreografato dalla Gibson. Oltre al ballo ed alle coreografie, questo video parla d’amore in modo confuso e contorto… come è il sentimento in realtà. Il video, inoltre, è pieno di metafore create ad hoc da Lady Gaga stessa. A partire dal camioncino dei gelati (che rappresenta la distruzione dell’infanzia), fino ad arrivare alle strane scene che rappresentano il difficile rapporto con il partner (interpretato da Taylor Kinney) che mostra come, spesso, le cose nei rapporti non vadano alla grande. Lady Gaga ha anche affermato che l’abito da sposa utilizzato per il video è appartenuto alla madre. Nel video, vediamo anche Lady Gaga nel suo alter ego, ovvero nella parte “maschile” di sé che lei chiama Jo Calderone.

2. Telephone

Ben 9 minuti di video per una canzone che ne dura meno di quattro. Questo perché per Telephone si è creato tutto un preambolo, dove vediamo Lady Gaga venire messa in carcere. Il set è un carcere molto particolare, dove tutte vestono in modo estroso, alla Lady Gaga Style. E lei non è da meno, prima con degli occhiali pieni di sigarette che emettono fumo e dopo con delle lattine di birra come bigodini. Il video è considerato il seguito di Paparazzi: Lady Gaga è portata in carcere dopo aver avvelenato il suo ragazzo, qui si ritrova in atteggiamenti promiscui con un’altra donna, poi risponde ad un telefono e parte la canzone. Balla con le detenute in costume nei corridoi del carcere e poi viene rilasciata. Va a prenderla Honey Bee che altri non è che Beyoncé. Finisce con loro che vanno in un fast food per avvelenare il ragazzo di Beyoncé e dove finiscono per avvelenare tutti i pasti ed uccidere tutti i clienti. Finisce il video con la scritta “To Be Continued…
Anche questo video ha avuto molte nomination, vincendo ben tre premi: Video dellAnno, Miglior collaborazione e Miglior coreografia. Questi premi furono nella stessa edizione degli MTV Video Music Awards dove vinse ben otto premi con Bad Romance, anno in cui Lady Gaga fece veramente successo.

1. Marry the Night

Abbiamo parlato dei 9 minuti di Telephone, ma Marry the Night ha un video lungo ben 13 minuti, per una canzone di circa quattro minuti e mezzo. In questo video, racconta una vera e propria storia, con la canzone che parte circa 8 minuti dopo l’inizio del video. Il video inizia con un monologo sulla sua vita passata e la cantante che viene portata da delle infermiere sopra una barella. Dopo aver detto “Ce la farò. Sarò una star, perché non ho più niente da perdere“, chiede all’infermiera di mettere un po’ di musica e si vedono delle scene in cui c’è Lady Gaga in versione ballerina, con un vestito e un tutù rosa, mentre balla sulla sonata per pianoforte di Beethoven in un teatro. Le scene del balletto, però, vengono inframezzate con scene in un ospedale psichiatrico, dove ci sono ragazze che gridano e ridono.
La storia continua con un rifiuto da parte della discografia e con la cantante che, disperata, si ubriaca e rompe dischi e specchi. Poi si butta in una vasca da bagno dove inizia a decolorarsi i capelli canticchiando una canzone. La cantante, coi nuovi capelli e vestita con un top azzurro, jeans pieni di strass e scarpe di cristallo, entra in una scuola di danza. Qui, in varie scene, la si vedrà ballare con i ballerini i una coreografia molto particolare. Il tutto è inframezzato da ricordi del passato e del presente, con lei che guida fumando e cantando, o lei che mangia una pizza e si sente male, o lei che si agita nella vasca o spacca uno specchio. Il video termina con uno sfondo nero e delle fiamme che avvolgono la cantante con un abito rosso e un copricapo a forma di parabola.
Nonostante i 13 lunghissimi minuti di video, in meno di 48 ore dalla pubblicazione, ricevette più di 5 milioni di visualizzazioni, facendo un record che ancora detiene.

– Giorgio Correnti –

Rispondi