Videoclip Top 5 – Caparezza

Torna la rubrica dei cinque migliori videoclip, stavolta con un artista italiano: il rapper Caparezza. Cantautore a volte scomodo, nelle sue canzoni parla spesso di satira politica o di satira sociale in qualsiasi modo. Razzismo, morti bianche, politici corrotti o le storie ripetitive e stordenti dei vip sono solo alcuni dei tasti toccati dal rapper pugliese. Ma ora vediamo i suoi cinque migliori videoclip

5. Abiura di me

Caparezza non ha mai nascosto il suo amore per film e videogame, parlandone spesso anche in varie altre canzoni. In questa canzone, Abiura di me, parla proprio dei videogiochi. Nomina parecchi videogiochi, dai più vecchi Tetris, Lemmings o Pac-Man ai più nuovi Metal Gear Solid, Resident Evil e Guitar Hero, dai conosciutissimi Frogger e Prince of Persia, ai videogiochi più di nicchia quali Wonder Boy o Double Dragon. Invece, il videoclip è basato sul film Tron della Disney e dell’omonimo videogame. Vestiti luminosi e motocicli di luce (o Light Cycle) sono presenti nel video e Caparezza e il suo gruppo sono i protagonisti. Il regista Bosnaninja ha utilizzato molte tecniche anni ’80, ricordando il periodo del film – il 1982 – e il periodo d’oro dei videogiochi arcade.

4. La Ghigliottina

Proprio parlando di come Caparezza usi le sue canzoni per parlare di politica e del degrado italiano, in La Ghigliottina (no, non stiamo parlando di Amadeus) questo argomento viene estremizzato. Si parla di come la classe politica non sia in grado di svolgere il proprio ruolo e di come le proteste popolari non vengano ascoltate, infatti “c’è sempre chi tenta o di delegittimarle o di farle passare inosservate” e chi accusa “tutti di essere condizionati da questa o quella parte politica“. Il videoclip mostra proprio questo aspetto, insieme all’amore dell’arte che Caparezza non ha mai negato. Infatti, l’ambientazione è un museo immaginario – non c’è un museo con tutte quelle arti insieme – e compaiono molti quadri che ricordano la rivoluzione come La libertà che guida il popolo, ma anche molti quadri famosi di grande valore, come Il bacio di Hayez. Questi quadri cantano con l’artista e, a volta, ne contengono la stessa persona. Quindi vedremo il Napoleone a cavallo recitare una frase del pezzo, ma anche Caparezza cantare da dietro la Venere di Botticelli

3. Vieni a ballare in puglia

Questo videoclip è stato diretto da Riccardo Struchil e girato a Egnazia, Fasano, Alberobello e Giovinazzo, omaggiando il film cult La notte dei morti viventi di Romero. Per tutto il video, infatti, Caparezza gira per vari luoghi della puglia, cantando e ballando con un tamburello, portando turisti nei luoghi più belli della regione, ma si nota che, ovunque, vi sono tante persone sdraiate a terra apparentemente morte. Verso la fine, però, vedremo le persone a terra rivesgliarsi come zombi e circondare i turisti spaventati. Questa canzone e questo video vuole denunciare le morti bianche della Puglia, luogo magnifico e amato dai turisti, ma dove gli stessi pugliesi rischiano ogni giorno di non tornare a casa dal proprio lavoro.
Nota a margine: nel video, la frase iniziale viene cantata da Al Bano con una piccola nota simpatica dove Caparezza lo presenta come un monumento della regione. E nei secondi finali, potremo sentire anche qualche nota del pezzo Nel Sole dello stesso Al Bano.

2. Mica Van Gogh

Altra canzone di satira, questa volta sociale, Caparezza presenta questo pezzo Mica Van Gogh, ammettendo che, in un viaggio ad Amsterdam,”tra le prostitute e la marijuana ha scelto Van Gogh“, dando un’altra prova della sua passione per l’arte. Il brano fa un confronto tra le abitudini del pittore Van Gogh, considerato da molti un pazzo, e quelle di un italiano medio, finendo per ammettere che, spesso, siamo noi ad essere più pazzi di lui.
Il videoclip è stato girato da Claudio Daloiso e Albert D’Andrea e mostra riprese di Caparezza mentre canta dal vivo il brano alternate a riprese che mostrano la vita di Van Gogh, anche se rivista e corretta dallo stesso rapper, con lui che si sveglia in una rappresentazione del suo quadro La camera di Vincent ad Arles, che rischia di essere messo sotto da un trattore e che viene picchiato da un fidanzato geloso, mentre sta parlando con una ragazza.

1. Compro Horror

Ecco il brano che mi ha fatto scegliere Caparezza come artista da descrivere. Con Compro Horror Caparezza ha voluto stupire tutti, proponendo, infatti, un videoclip a 360 gradi. Se siete con uno smartphone, potrete girarvi con il cellulare in mano e vedrete l’inquadratura girare con voi. Un videoclip interattivo, infatti, che perde se visto con il computer – dove, però, potrete muovere l’inquadratura con delle freccette poste in alto sul video – o nei canali come MTV dove il video di vede in tutta la sua interezza non dando l’idea della sua genialità. Il protagonista del video è proprio Caparezza che, all’interno di una stanza, interpreta un mercante circondato da personaggi dei film horror più famosi, ma che rappresentano la povertà della gente che, per avere il proprio spazio di notorietà, si svendono a qualunque show. Satira sociale. Inaspettata, vero?

– Giorgio Correnti –

Rispondi