Twilight: i vampiri con poteri speciali

Dopo avere parlato di attori conosciuti che sono apparsi nella saga, torniamo a esaminare Twilight: i vampiri con poteri speciali non dovrebbero essere rari in un mondo in cui sono già dotati di straordinarie forza e velocità, bellezza sovraumana e inconcepibile piacere di vivere senza mangiare o dormire. In realtà, però, ci sono eccezioni anche tra i vampiri e, sebbene la famiglia Cullen e i Volturi tendano a collezionarle, alcune preferiscono starsene nascoste – tanto che nell’ultimo film una di loro non ha neanche svelato al pubblico di avere un potere speciale.

La famiglia Cullen

Chiaramente non potevano mancare loro. Per la maggior parte sono vampiri “come gli altri”, fino a quando nella loro vita non entrano anche Bella e sua figlia. Edward ha il potere di leggere la mente, Alice quello di prevedere un possibile futuro, che si è rivelato molto utile per evitare la battaglia finale; Jasper, sebbene ci sia la tendenza a dimenticarsene, è in grado di controllare le emozioni e acquietare così qualunque faida. Inizialmente Edward non capiva perché non fosse in grado di scrutare i pensieri di Bella, finché non spunta fuori la verità: la neonata vampira è un potentissimo scudo. Non male, ma anche il potere di Nessie non è da sottovalutare: mostrare con un solo tocco tutto ciò che attraversa la mente, senza avere bisogno di parlare quando si vorrebbe solo stare in silenzio.

I Volturi

Il potere di Aro funziona al contrario: sfiorando il corpo di una persona, umana o non umana, può visualizzare i suoi pensieri. Dovrebbe essere una capacità impressionante, ma Edward ci riesce anche da lontano – ed è per questo che Aro è interessato principalmente ad Alice, tra i fratelli Cullen. Jasper, ancora una volta, non viene preso in considerazione. Punto di forza dei Volturi sono i gemelli Jane e Alec: mentre Aro viene dalla Grecia del 1300 a.C., i due fratelli sono inglesi “un po’ più giovani” che, per tutto ciò che accadeva a chi osava inimicarseli, erano stati accusati di stregoneria; solo allora Aro decise di intervenire, trasformandoli sebbene fossero ancora ragazzi – tra i dodici e i quindici anni – perché da tempo attratto dai loro poteri. Ed è comprensibile, dal momento che Jane può eseguire una Maledizione Cruciatus non verbale, mentre Alec è in grado di offuscare ciascuno dei cinque sensi.

I nuovi vampiri di Breaking Dawn

Come scritto nello scorso articolo, la quinta pellicola della saga ha portato a Forks vampiri ancora sconosciuti a parte dei Cullen. Tra di loro il pubblico – e Bella – avevano conosciuto soltanto il clan Denali, ma solo in seguito è stato possibile scoprire i poteri di due vampiri: Kate, il cui nome intero è Katrina, è stata trasformata da Sasha molto tempo prima, quando era una guardia del corpo pronta a battersi contro le vampire che l’avevano attaccata, e con il tempo ha imparato a fare uso dell’elettricità che esce dal suo corpo; Eleazar, invece, si è unito al clan Denali da poco, dopo essere stato per molto al servizio dei Volturi. Il suo compito era quello di rintracciare vampiri con poteri speciali, dato che la sua capacità era proprio quella di avvertirli e riconoscerli, ma prima ancora era un umano vissuto in Spagna nel 1700 e, quando ha incontrato Carmen, ha scelto di ripudiare la violenza e si è congedato senza rancore dai Volturi.

Benjamin fa parte della congrega egiziana e può controllare gli elementi, un dono per il quale Amon ha ucciso suo zio e trasformato lui. Benjamin, infatti, era orfano e si guadagnava da vivere insieme allo zio artista di strada, raccogliendo molto successo per via dei suoi “trucchetti”. Una volta trasformato, è andato a cercare la sua amica di infanzia Tia, che ha a sua volta morso e che ora è sua compagna fedele. Di Zafrina invece si sa ben poco, soltanto che è una vampira sudamericana e che può modulare le illusioni ottiche.

All’inizio avevo parlato di un vampiro i cui poteri non erano stati mostrati nel film. Di chi si tratta? Maggie, la giovane vampira irlandese. Maggie è nata nel 1932 e, dopo essere stata lasciata dai genitori ai nonni materni apparentemente perché non potevano portarla in America con loro, ma in realtà perché temevano quel potere che già manifestava, è stata trovata in fin di vita da Siobhan e Liam. Stava morendo di fame e Siobhan le aveva chiesto di poterla trasformare, dato che lei stessa aveva capito che i due erano esseri sovrannaturali. La capacità di Maggie? Conosce sempre la verità. E sapeva che, a Forks, era dalla parte dei Cullen.

– Sara Carucci –

Rispondi