The Nix, la serie tv con Meryl Streep

1Tutti conosciamo e amiamo Meryl Streep e ci risulta praticamente impossibile farlo, grazie al suo enorme talento e alla sua costante presenza sul grande schermo. Anche Hollywood la celebra, non solo con statuette, ma anche regalandole il record come attrice con più candidature agli Oscar nella storia degli Academy Awards. Insomma, un nome, una leggenda. Ebbene un settore dello spettacolo non era ancora stato illuminato dalla sua grazia, ma ancora per poco: l’attrice infatti sarà protagonista nell’adattamento televisivo del romanzo popolare The Nix. Si tratta di un libro di Nathan Hill, pubblicato il 30 agosto 2016, che in pochi giorni ha ottenuto un successo così grande da far pensare agli investitori televisivi di farne una serie tv. Alla produzione ci sarà la stessa Meryl, insieme a J.J. Abrams e alla sua casa di produzione, Bad Robot, e sembra molto probabile che Abrams dirigerà alcuni dei capitoli della serie.

1La trama è incentrata sulla figura di Samuel, professore universitario e scrittore affermato, che non vede sua madre, Faye (interpretata dalla Streep) da molto tempo, in seguito all’abbandono di questa della famiglia, quando il protagonista era un bambino. Quest’ultima torna all’attenzione di Samuel quando viene arrestata per aver lanciato dei sassi ad un governatore e i media iniziano a dipingerla come una hippy dal passato sordido, portando il figlio a decidere di scrivere qualcosa sulla vera Faye, iniziando con lo scoprire l’infanzia e la vita della madre. Il titolo si riferisce ad una credenza del folklore norvegese: il Nix è uno spirito che può assumere diverse sembianze, ma spesso si manifesta come un cavallo bianco che ruba i bambini, e nel romanzo di Hill incarna qualcuno che scompare e porta via con sé il cuore del protagonista. Ancora non si hanno dettagli su chi potrebbe interpretare Samuel, ma di certo sarà qualcuno di fortunato!

Il progetto è ancora senza network, ma non crediamo avrà difficoltà a trovarne uno, con nomi come Streep e Abrams a sponsorizzarlo. Che ne pensate, avete letto il romanzo?

– Lidia Marino – 

Rispondi