Talent Show – Tutti sappiamo fare qualcosa

01Sfido chiunque nel giurare di non aver visto nemmeno un Talent Show, anche solo una puntata, o di non aver mai pensato “Ma guarda quello, che pallone gonfiato!” o “Lui/lei si che è bravo/a, non come l’altro/a!” I Talent Show sono una di quelle componenti che ci riguardano personalmente: avere i nostri fatidici 15 minuti di gloria, di notorietà, qualsiasi sia il motivo.

Ma cosa spinge la gente a partecipare ai Talent Show?

Beh, come detto prima, per avere la propria dose di notorietà. Di qualsiasi tipo essa sia – diventare il beniamino del pubblico o il più odiato o anche l’essere deriso – è proprio la fame di notorietà, il voler assaporare le luci della ribalta, che spinge tutti a mettersi in gioco. Sì, è vero: c’è anche il premio, spesso in denaro, che potrebbe far gola a qualcuno, ma sfido chiunque dei partecipanti ad un Talent Show a dire di partecipare per questi. Le risposte più frequenti saranno il “mettersi alla prova” o il “voler apparire in TV“… poi, se arrivano alla finale, allora potranno pensare ai soldi o a qualsiasi sia il premio.

Certo, ci sono anche quei Talent Show sul quale si può puntare per un contratto discografico o un lavoro migliore. Abbiamo visto uscire artisti da molti di questi programmi. Come i vincitori di Sanremo 2015, Il Volo, trio di cantanti uscito dal programma Ti lascio una canzone o come Marco Mengoni uscito da X Factor. Proprio quest’ultimo programma ha inanellato grandi talenti anche all’estero, come Leona Lewis uscita dalla versione inglese del programma.

02I tipi di Talent Show

Diciamolo subito: la maggior parte dei Talent Show è di stampo artistico. Cantanti, ballerini, attori – almeno una volta, in quello che era Saranno famosi – tutti amano mostrare il loro talento artistico. E vediamo ragazzi affrontarsi in Amici di Maria de Filippi o cantanti di vario stampo cantare davanti a Mika in X Factor o anche piccoli artisti trottare ed esprimersi in programmi come Ti lascio una canzone o Io canto come dei mini Pavarotti o delle mini Celine Dion.

Poi c’è la moda dei Talent Show basati sulla cucina, iniziando da Hell’s Kitchen, programma diventato famoso più per le sfuriate dello chef Gordon Ramsay che per le gare di cucina tra i concorrenti. Di questi programmi ne abbiamo anche già parlato, ma il nostro dubbio se vederla come una passione dilagante o come una moda passeggera non ha ancora avuto risposta.

Ma i Talent più divertenti sono quelli senza un tema preciso, quelli dove ognuno mostra il proprio talento… qualsiasi esso sia. Nella nostra penisola ci sono Italia’s Got Talent o Tù sì que vales e vi basterà entrare su Youtube e cercare qualsiasi video su questi programmi per scoprire una miriade di talenti strani, discutibili o solo divertenti. E andiamo dalla bambina di 4 anni che canta con voce growl – più comunemente conosciuta come voce death – ai due ballerini che eseguono uno sketch nudi, coperti solo da un piccolo asciugamano, dall’equilibrista da circo che salta e fa piroette su una scala a pioli appoggiata sul nulla, alla cantante lirica di 200 chili con una storia strappa lacrime, dal musicista che suona due flauti infilandoli nel naso, al gruppo di ballerini di break dance che fanno coreografie belle da vedere, ma che, oramai, si vedono ovunque. In questi Talent Show c’è posto per tutti!
Certo, avevamo già La Corrida, ma volete mettere il fascino estero?

03I Talent Show che vorremmo vedere

Indiscutibilmente, la patria di questo tipo di programmi è l’America. Qui troviamo il Talent Show sui tatuatori o quello sui truccatori del cinema, ma quali sono quelli che vorremmo vedere tutti? Beh, un Talent sui calciatori… anzi, c’è stato anche quello (col roboante nome di Campioni del Cuore). Quello sulle ginnaste anche l’hanno fatto. Sulla moda ne abbiamo addirittura due: uno sulle top model – Next Top Model – e uno sugli stilisti – Project Runway. Abbiamo anche i Talent dove trovare moglie a ricchi imprenditori agricoli – Il contadino cerca moglie – e quello dove accoppiare un nerd ad una sventola – La pupa e il secchione.
Che dire, forse manca solo quello sul porno… no, c’è anche The Sex Factor.

Forse il vero Talent Show che vorremmo vedere l’hanno già fatto da qualche parte. O forse non vorremmo vederne altri. Rimane il fatto che, per ora, ne abbiamo per tutti i gusti.
E buona talent-visione.

– Giorgio Correnti –

Rispondi