Stranger Things 4: Cosa sappiamo della nuova stagione?

“We’re not in Hawkins anymore”
Con questa frase misteriosa i Duffer Bros, creatori della serie più acclamata di Netflix, erano riapparsi sulla famosa piattaforma nel settembre 2019, accompagnandola ad un teaser che aumentava l’hype nelle vene ed annunciava ufficialmente il ritorno di Stranger Things. Non siamo, dunque, più ad Hawkins, Indiana, luogo dove nel 1983 tutto ha avuto inizio e dove gli eventi delle tre stagioni precedenti si sono sviluppati, non privi di colpi di scena, tra la città ed il Sottosopra. Nei 45 secondi di “Official Announcement” l’iconico marchio rosso viene gradualmente avvolto dall’oscurità dell’Upside Down e le poche cose che riusciamo a scorgere sono il cartello d’ingresso ad Hawkins, semidistrutto, ed una flebile luce in lontananza.
È il rintocco di un grosso orologio a scandire il tempo che ci separa da quello che non sappiamo accadrà. Il breve ma conciso avviso agli spettatori a non disdire il loro abbonamento (per un’ottima causa) è stato accolto con clamore dai fan, tanto che da subito sono partite le fanta-teorie sugli indizi nascosti nel teaser e sugli innumerevoli significati da attribuire al messaggio degli autori: se non siamo più ad Hawkins, allora dove siamo?

Il trasferimento di Joyce con Will, Eleven e Jonathan li ha sicuramente portati in un altro Stato, allora è qui che si concentrerà la prossima stagione? Che ne sarà del gruppo di amici storici che giocavano a D&D? Ma soprattutto, Hopper è vivo? È proprio questa la domanda sorta sul finale della scorsa stagione quando, dopo aver versato una più che giustificata quantità di lacrime, gli appassionati si sono accorti che del corpo esanime dello sceriffo non c’era traccia. Secondo una regola non scritta del mondo della cinematografia, se il morto non s’è visto c’è una buona probabilità che sia ancora vivo.

È Febbraio 2020 quando questa “teoria del non-morto” viene confermata da un altro trailer il cui titolo rende omaggio a 007 : From Russia with love. Nel video, anch’esso breve sebbene più esplicativo del precedente, la scena si apre su quello che potrebbe essere una sorta di gulag sovietico dove i prigionieri sono ai lavori forzati, malamente riparati dal gelo e dalla bufera di neve e sorvegliati da soldati dall’aria poco affabile. Una figura dall’aspetto affaticato si solleva il berretto e, voltandosi a favore di camera, rivela le fattezze di uno smunto e rasato (MA VIVO!) Jim Hopper. Una notizia che ha risollevato il morale ai moltissimi fan rimasti sotto shock dopo la sua inaspettata e prematura uscita di scena.

Il tempo di gioire per la resurrezione di uno dei personaggi più amati è stato breve perché, pochi giorni dopo aver sganciato la bomba, Netflix ed il mondo intero si sono scontrati con un nemico ben più insidioso del Demogorgone: il covid-19 ha, infatti, bloccato anche il biliardario universo netflixiano. La sospensione di tutte le registrazioni e la chiusura dei set hanno, naturalmente, fermato le riprese causando lo slittamento dell’uscita della quarta stagione, inizialmente prevista per i primi mesi del 2021, di quasi un anno. E mentre molti di noi erano chiusi in casa, impegnati nelle nobili arti del rewatch e della panificazione di quintali di carboidrati, i Duffer rivisitavano ed in parte riscrivevano la sceneggiatura, promettendo un ritorno alle scene indimenticabile.

Quello che fin’ora sappiamo è ben poco ma è quanto basta per dare il via al countdown: ad oggi siamo (probabilmente) a -1 anno dall’uscita e gli spoiler che arrivano dagli USA ci raccontano che è il 1986 e i giovani protagonisti sono ormai al liceo, per antonomasia il luogo della maturità e del cambiamento. I bei vecchi tempi dello scantinato e dei walkie talkie sono un lontano ricordo e per Mike, Dustin, Max e Lucas è arrivato il momento di affrontare nuove sfide e problematiche, legate senza dubbio anche al distacco dagli amici Will ed Eleven, trasferitisi con Joyce e Jonathan in una località non meglio precisata dove iniziare una nuova vita dopo il traumatico “addio” di Hopper. Di quest’ultimo che, come abbiamo detto, è vivo, vegeto e prigioniero dall’altra parte del mondo, gli altri non sospettano nulla e, di conseguenza, non sappiamo in che modo verrà gestita la sua storyline, se e quando avverrà la tanto bramata “reunion” e se mai verrà sviluppata la sua relazione sentimentale con Joyce. Eleven e Will, che immaginiamo conviventi e ormai praticamente fratelli adottivi, svilupperanno la loro storyline parallelamente a quella dei loro coetanei ma, anche in questo caso, è difficile supporre cosa ne sarà del rapporto con gli amici di una vita. El, inoltre, dalla scorsa stagione non riesce più ad usare i suoi poteri e questo è uno dei tanti punti oscuri della trama: ritornerà ad essere l’eroina che conosciamo o sarà proprio la sua mancanza di forze a favorire l’ingresso di un più potente nemico?

Il trio Dustin-Steve-Robin è una grande conferma dopo il successo riscosso precedentemente: dalle immagini rubate sul set, riusciamo a capire che nell’ ‘86 gli ex beniamini di Scoops Ahoy  lavorano al Blockbuster e continuano a frequentare gli altri. Max e Lucas hanno, forse, interrotto la loro liaison: lei, stilosissima con il walkman in vita e la camicia oversize, è perfetta nei panni dell’adolescente ribelle e scontrosa mentre lui, forse per contribuire al bilancio familiare, alterna lo studio con un lavoretto part – time al ristorante asiatico. Mike, altissimo e con il fascino del nerd solitario, si ritrova nuovamente separato dal suo grande amore ma questa volta non sappiamo se conterà i giorni che lo separano da El o se cederà allo charme stereotipato di una bella cheerleader. Minimo comun denominatore di tutto è l’”Hellfire club”, altro elemento mai sentito prima ma che, a giudicare dalle foto di scena, coinvolge la gran parte dei personaggi: il nome è poco rassicurante ma dobbiamo attendere per sapere se si tratti di un ritrovo per ragazzi disadattati o se sia una colonna portante dell’intera stagione e celi, al suo interno, molto più di quanto si possa immaginare.

Insomma, nonostante le tracce che l’internet svela sull’andamento dei lavori per la stagione numero 4, c’è ancora tantissimo spazio per l’immaginazione e una trepida attesa per un nuovo trailer che palesi più informazioni.
Nell’attesa che si compia quanto sperato, vi lasciamo qui sotto il link al primo trailer rilasciato.
Buona visione!!

– Myriam Guglielmetti –

Rispondi