Rubrica – Egitto nei Serial TV

01Purtroppo, parlando dell’Antico Egitto nei Serial TV, incappiamo nella totale mancanza di buoni prodotti. Nonostante la grande cultura che contraddistingue questa civiltà e la presenza di numerose leggende e misteri, l’Antico Egitto non avuto spazio nella tv in forma seriale, quanto ne ha avuto nel cinema e nel film. Mentre sul grande schermo abbiamo visto tante versioni di Cleopatra o mummie aggirarsi sui vari set, o misteri egizi rivelati (in modo verosimile, ma non certo) da cacciatori di reliquie o da salvatori del mondo da antiche profezie egizie, il piccolo schermo non ha visto una serie tutta basata su questa civiltà.

Nel 2013/2014 ci provò la Fox Entertainment, lanciando il progetto Hieroglyph. Questa doveva essere una serie TV interamente ambientata nell’Antico Egitto e doveva mostrare sia il dramma della gente comune, che la vita di corte, sia del Faraone, che di tutte le altre figure che gli giravano intorno. La serie doveva vedere la luce nella stagione primaverile del 2015, ma fu troncato sul nascere, quando, a giugno del 2014, la Fox interruppe le riprese ed annullò la programmazione della serie tv.

02I misteri egizi furono toccati, però, in altre serie, come Relic Hunter, dove la protagonista, una cacciatrice di reliquie su modello della più famosa Lara Croft, ha avuto spesso a che fare con reliquie egizie, tra cui mummie, verghe e profezie varie. L’unica serie che ebbe un certo successo fu la miniserie Tut – il destino di un faraone, ambientata nell’antico Egitto e riguardante la vita di un faraone in particolare: Tutankhamon.

Altra fonte egizia nelle serie tv sono i vari Stargate, partiti prima o film di forte stampo alieno/egizio, ma che si è andato sempre più discostando dal tema originale. Se vogliamo, però, cercare la cultura egizia in qualcosa di particolare, possiamo prendere la serie anime giapponese basata sul gioco di carte collezionabili Yu-Gi-Oh! Qui, nella serie principale, il protagonista viene impossessato da un antico faraone egizio, lotta contro profezie egizie e trova ed utilizza carte di forte impronta egiziana, come il Drago Alato di Ra. Inoltre, molte figure egizie vengono riportate in vita, mostrando il gioco di carte come un tipo di battaglia magica utilizzato in questa antica civiltà da stregoni e mostri di ogni sorta.

– Giorgio Correnti –

Rispondi