Rubrica – 5 più famosi pittori impressionisti

Tutti quanti conosciamo i grandi quadri degli impressionisti. Lo stile impressionista ha sempre avuto il pregio di colpire l’animo umano anche rappresentando scene quotidiane o semplici nature morte. Nonostante ci siano stati numerosi pittori tra gli esponenti di questa corrente artistica, possiamo facilmente elencare i 5 più famosi pittori impressionisti.

CLAUDE MONET

Considerato il padre dell’impressionismo, Monet nacque a Parigi in una famiglia borghese, dal secondo matrimonio della madre, giovane vedova. Il suo stile fu quello che gettò le basi dell’impressionismo. Studiò arte sin da piccolo, prima privatamente dall’artista Boudin, poi nelle scuole d’arte, grazie anche al padre che cercò di aiutarlo negli studi, anche facendogli dare una borsa di studio dal Municipio. Sono molti i quadri di Monet famosi e, soprattutto, di vario genere. Infatti, nella sua vita artistica, rappresentò scene quotidiane come Colazione sull’erba, varie nature morte e paesaggi, come il famoso Impressione, levar del sole.

PIERRE-AUGUSTE RENOIR

Anche Renoir è uno dei più importanti esponenti dell’impressionismo. Nato  da padre sarto e da madre operaia tessile, sviluppò da subito un interesse per l’arte. Il padre, sperando per lui una buona carriera come artigiano, dapprima gli fece decorare le porcellane, opera nel quale dimostrò ottime qualità, e poi gli fece seguire dei corsi serali di disegno. Questa ottima base, lo portò a compiere grandi opere tutt’ora famose, come La colazione dei canottieri, Ballo in campagna ed il più famoso Bal au moulin de la Galette.

EDGAR DEGAS

Anche se viene dichiarato esponente dell’arte impressionista, Degas fu forse il meno controverso tra questi artisti. L’impressionismo, infatti, nasceva come un arte ribelle, che voleva discostarsi dalla pittura canonica, preferendo un’arte che potesse rappresentare l’impressione del momento. Questa ideologia, portò l’impressionismo lontano dai salotti più ricchi, ma Degas riuscì a comporre l’arte impressionista seguendo dettami più classici. I suoi quadri come La classe di danza o La famiglia Bellelli, presentano la sua capacità di catturare momenti ed impressionarli sulla tela con un uso di dettagli più preciso.

CAMILLE PISSARRO

Pissarro nacque nelle Antille Danesi, ben lontano dalla patria, da padre francese e madre nativa dell’isola. Lavorò dapprima nella bottega da merciaio del padre, ma, appena poté, fuggì alla volta del Venezuela dove, coi suoi primi dipinti, si pagò un viaggio per l’Europa. Qui, arrivò in Francia, dove si unì alla corre degli impressionisti e sviluppò la sua vena artistica ed il suo stile en plain air, componendo molti quadri famosi come Boulevard Montmartre di notte o The Hermitage at Pontoise

VINCENT VAN GOGH

Van Gogh è uno dei geni pittorici più osannata. L’artista olandese, nonostante la sua odierna popolarità, visse una vita grama, piena di depressione e di scarsa popolarità. I suoi contemporanei non apprezzavano la sua arte e, nonostante i circa 900 dipinti, i più di mille disegni e gli innumerevoli schizzi ed opere incompiute, non fu mai osannato come artista. Inoltre, soffriva di gravi disturbi mentali, tra i quali, si pensa, ci fu il bipolarismo e la depressione. Nonostante la vita triste che lo portò ad un probabile suicidio (morì giovane per una ferita da arma da fuoco probabilmente auto inflitta), le sue opere sono tra le più amate e famose, tra i quali ricordiamo La notte stellata, La chiesa di Auvers, i Girasoli ed il suo Autoritratto.

– Giorgio Correnti –

Rispondi