Ricette da Cinema, delizie ispirate ai film più famosi: i classici Disney

Eccoci ad un nuovo appuntamento con la mia rubrica Ricette da Cinema, delizie ispirate ai film più famosi: i classici Disney saranno i protagonisti di questa settimana, deliziandoci con i reali metodi per portare a tavola quei disegni che già da bambini ci facevano desiderare di entrare nello schermo.

Quali sono le pellicole prese in analisi, quindi? Beh, parlando degli albori, dei must del lavoro d’animazione di Walt, non possiamo non iniziare con Biancaneve e i sette nani. La dolce Princineve… ehm, Biancaspessa… ops, la nostra eroina dalla soave voce e dai modi delicati si offre di cucinare e pulire per i nanetti che abitano nel bosco, in cambio di un posto nella loro villa, lontana dagli occhi malvagi della sua matrigna. Peccato che Grimilde non abbia nessuna intenzione di farsi trarre in inganno e si tramuti in un’orrenda vecchia, dall’aspetto minaccioso, che ovviamente la principessa penserà bene di far entrare in casa. Ma passiamo al dolce che le belle mani della giovane stanno preparando, canticchiando del momento nel quale sa che il principe “tornerà da lei e il sogno realtà diverrà”: la torta di mele.

Ingredienti TORTA DI MELE: 

1


300 gr di farina 00;

150 gr di burro;
50 ml di acqua ghiacciata;
1 pizzico di sale;
4 mele rosse;
1 cucchiaino di cannella;
100 gr di zucchero di canna;
1 cucchiaio di farina;
1 limone succo e buccia;
latte q.b.
zucchero semolato q.b.

La prima parte del lavoro di Biancaneve è preparare la pasta frolla, procedimento che ovviamente farà cantando, quindi iniziate accendendo la radio! Poi mettere in una ciotola la farina, il burro, il pizzico di sale e, lentamente, aggiungete l’acqua, mescolando fino ad ottenere un impasto liscio, elastico e morbido. Lavorate con le mani fino ad ottenere la forma di una palla, avvolgetela nella pellicola e lasciatela in frigo per circa mezz’ora.
Nel frattempo, tagliate le mele a fettine e mettetele in una terrina ad insaporirsi insieme a cannella, zucchero, scorza grattugiata del limone e il suo succo e la farina. Mescolate e lasciate riposare anche questo composto. Passato il tempo necessario, riprendete l’impasto e dividetelo in due parti, una leggermente più grande dell’altra. Stendete la pasta maggiore con un mattarello e posizionatela dentro una teglia, precedentemente imburrata e infarinata, tagliando la parte in eccesso sui bordi con un coltellino, per poi riempire l’interno con le mele e qualche pezzettino di burro. Stendete la seconda parte di impasto e ricopriteci le mele, sigillando bene i bordi con la forchetta (in mancanza dell’aiuto degli uccellini!) e bucherellate la superficie, per fa sì che il vapore durante la cottura fuoriesca. Decorate la superficie con i ritagli dell’impasto rimasti, spennellate con del latte e spolverizzate con zucchero semolato. Infornate a 180° per circa 45 minuti, fatela freddare e servitela a temperatura ambiente. Ah, e non aprite a strane anziane che vogliono vendervi mele!

Al contrario di quanto vorrebbe offrire Tockins alla fantastica Belle, la cena che viene preparata da Lumière e dal suo stuff è tutto tranne “pane e acqua”, ma anzi le pietanze che vengono mostrate, danzanti, alla giovane sono appetitose ed elaborate. Una di queste è un piatto tipico francese, molto appetitoso, che non vedrete l’ora di gustare, anche se non vi apparirà roteando sul piatto: il soufflé al formaggio. Vediamo come si prepara, allora:

Ingredienti SOUFFLÉ AL FORMAGGIO:

2

50g di burro;
40g di farina;
1/4 di litro di latte;
1/2 cucchiaino di sale;
Noce moscata;
2 pizzichi di pepe;
4 uova;
100g di gruviera grattugiata.

Fate sciogliere il burro, unendo poi la farina, facendo cuocere per un paio di minuti e aspettate che si stemperi un po’ prima di aggiungere del latte, che andrà ben mescolato fino all’ebollizione. Lasciate cuocere a fuoco lento questa salsa fino a quando non diverrà molto densa. Condite con del sale, pepe, noce moscata grattugiata e infine toglietela dal fuoco, per aggiungerci i tuorli. Montate a neve gli albumi e mischiateli in una terrina con 100 gr di gruviera grattugiata, per poi aggiungere, mescolando in maniera vigorosa al resto, versando poi il tutto in una pirofila da soufflé, imburrata e spolverata di formaggio. Fate cuocere in forno per 20 minuti a temperatura moderata e in alto i calici, facciamo un brindisi e… buon appetito!

Dopo aver fatto un dolce e un secondo, direi che possiamo parlare di primo, no? Un piatto che a noi italiani appare buffo, perché nel resto del mondo viene illustrato come tipico del nostro Paese, è la pasta con le polpette. Bene, in quasi ogni film americano dove si parli della cucina nostrana, prima o poi viene nominata questa pasta, quando dubito che molti di voi l’abbiano mai mangiata. Anche Lilly e il Vagabondo sembrano apprezzarla moltissimo, tanto che non vogliono separarsene, quando un solo spaghetto li spinge a darsi il primo bacio. Beh, che l’abbiate mai assaggiata o meno, vi consiglio di farlo, perché la variante americana forse non sarà affascinante, ma noi di certo la renderemo tale. Vediamo quindi di preparare un piatto che, a quanto pare, potrete anche spacciare per molto romantico al vostro partner!

Ingredienti SPAGHETTI CON POLPETTE:

3
200 gr. di carne macinata di manzo;
200 gr. di carne macinata di maiale;
1 uovo;
150 gr. di pan grattato;
2 cucchiai di pecorino grattugiato;
1 cucchiaio di pinoli;
600 gr. di pomodori;
Qualche foglia di basilico;
1 cipolla,
1 spicchio d’aglio,
latte,
sale e pepe.

Per prima cosa, prepariamo le polpette: mettete insieme il tritato, con il pan grattato, il latte, i pinoli, l’uovo e l’aglio e mischiate con le mani l’impasto, fino a renderlo compatto e omogeneo; conditelo poi con del sale e formate delle piccole sfere, da far friggere in abbondante olio di semi. In seguito preparate la salsa, facendo soffriggere la cipolla tritata fino a quando non sfrigolerà, per poi aggiungerci i pomodori, il basilico, il sale e il pepe, che andranno cotti a fuoco lento, fino ad ottenere un sugo ristretto e saporito. Mettete infine le polpette nella salsa e fatele cuocere a fuoco lento per un paio di minuti il tutto, perché si riempiano di sapore. Ora cuocete gli spaghetti e prima che siano del tutto cotti, scolateli e gettateli in una padella con la salsa e le polpette e cuocete per un altro paio di minuti a fuoco lento e la magia sarà pronta per essere mangiata! 

Spero di avervi fatto venire fame: ogni volta che finisco gli articoli di questa rubrica mangerei tutta la mia cucina, piatti compresi: questo effetto lo scaturisce anche in voi?

– Lidia Marino – 

Rispondi