Racconti da Oscar – Brad Pitt

Iniziamo con questo nuovo filone di Racconti da Oscar, parlando di attori, registi, film o comunque dei protagonisti della serata degli Oscar 2020. Iniziamo con Brad Pitt, vincitore della statuetta d’oro come Miglior Attore Non Protagonista per C’era una volta a… Hollywood, il film di Tarantino che ha fatto chiacchierare, nel bene e nel male, sia pubblico, che critica. Ma non parliamo del film, parliamo dell’attore, vedendo 10 simpatiche o scandalose curiosità su di lui:

– Per il film Mr. & Mrs. Smith, al fianco di Brad fu inizialmente scelta Nicole Kidman. Questo portò al rischio di non vedere la pellicola al cinema, con il nostro attore che arrivò quasi a mandare tutto all’aria per colpa della mancanza di chimica tra lui e la Kidman. Quando scelsero la Jolie, firmò subito anche se ancora era ignaro di cosa sarebbe successo dopo le riprese tra di loro…

– Brad Pitt dovette rifiutare il ruolo da protagonista nel film American Psycho (andato poi a Christian Bale) dopo le pressioni ricevute dal suo Menagement. Questo perché il suo Entourage pensava che per la sua immagine di rubacuori amato dalle donne poteva essere poco utile andare in giro ad uccidere con una motosega.

– Brad Pitt si innamorò della regia del film Lock, Stock and Two Smoking Barrels, tanto da chiedere a Guy Ritchie di partecipare al suo film seguente. Fu così che Brad ottenne il posto di Mickey Pickey “One Punch” in Snatch.

– Nel 2003, Brad Pitt si strappò il tendine d’Achille. L’ironia fu proprio che se lo strappò durante le riprese di Troy, dove l’attore interpretava proprio Achille. L’infortunio non ebbe effetto sulla pellicola, ma lo ebbe su Ocean’s Twelve che fu rimandato di un anno.

– Se credete che i numeri abbiano un influsso sulla nostra vita, noterete che Brad Pitt ha un forte collegamento con i numeri 7 e 12. Infatti, ha partecipato a ben tre film con il numero 7 (Se7ven del 1995, Sette anni in Tibet del 1997 e Sinbad – La legenda dei sette mari del 2003) e in altri tre con il numero 12 (L’esercito delle dodici scimmie del 1995, Ocean’s Twelve del 2004 e 12 anni schiavo del 2013).

– Brad Pitt fece una comparsata in FRIENDS. All’epoca era ancora sposato con Jennifer Aniston ed interpretò un amico d’infanzia di Ross che odiava Rachel (interpretata dalla Aniston). Un’altra curiosità legata a Friends è che nei film Ocean’s Eleven e Ocean’s Twelve, Brad recitò con Elliott Gould, Julia Roberts e George Clooney, tutti attori che fecero da guest star in una puntata della sitcom

-Il film Sette anni in Tibet del 1997 costò all’attore il divieto di entrare in Cina. Sembra, infatti, che il governo cinese non mandò giù il modo in cui il film rappresentò lo stesso governo e quanto fu mostrato positivamente, invece, il XIV Dalai Lama. Il divieto fu annunciato a vita, ma successivamente Pitt tornò in Cina ben due volte: forse lo hanno perdonato visto il flop del film.

– Il fascino di Brad Pitt è fu considerato tale da bandire una pubblicità della Toyota con lui protagonista in Malesia. Le autorità, infatti, conclusero che la trasmissione di quella pubblicità per troppo tempo avrebbe iniziato a far sentire gli uomini malesi inferiori.

– Il film di Brad Pitt con maggior incasso è, sorprendentemente, World War Z, il film sull’apocalisse zombie del 2013, che superò per incassi anche Troy. Del film, fu previsto anche un sequel, ma il progetto fu definitivamente bocciato nel 2017.

– Finiamo con una curiosità sul film con cui ha vinto l’Oscar. C’era una volta a… Hollywood non solo lo ha portato ad accalappiarsi Oscar, Golden Globe e Bafta, ma ha acceso gli animi di molte fan grazie alla Bromance con Leonardo Di Caprio. La Bromance viene dalla crasi tra le parole Brother (fratello) e Romance (romanticismo) e riguarda uno stretto rapporto romantico, ma non sessuale, tra due uomini. Vi basti sapere che Di Caprio chiama Brad “Lover” (amante).

Spero che vi siate divertiti con queste curiosità, come ci siamo divertiti noi a trovarle. Condividetene altre con noi qui tra i commenti.

– Giorgio Correnti –

 

Rispondi