Previsioni sul finale del Trono di Spade

È giunto il momento di ricapitolare tutto ciò di cui abbiamo parlato nelle settimane scorse, mettendo insieme informazioni e teorie per cercare di fare delle previsioni sul finale del Trono di Spade. Chi sopravviverà? Chi salirà sul trono? Ci sarà ancora un regno su cui governare?

Partiamo con Grande Inverno. L’ottava stagione si aprirà con l’arrivo di Jon e Daenerys al Nord, visto con gli occhi di quel bambino che si intravede nel trailer e che è un palese rimando al Bran del pilot. Si è appena formata una nuova alleanza con la sottomissione del Re del Nord alla Madre dei Draghi, un atto che i suoi sudditi non apprezzeranno molto; è per tale motivo che Tyrion prende le redini e tiene un discorso nella sala grande, cercando di convincere i lord del Nord e della Valle che questa alleanza è indispensabile e che Daenerys è già corsa in soccorso di Jon oltre la Barriera. Ha a cuore, dunque, l’interesse di un regno in cui vive da pochissimo tempo. Contrariamente a ciò che è stato detto in diverse sedi, non credo che Sansa si rivelerà ostile nei confronti di Daenerys: durante il loro incontro, a cui abbiamo già potuto dare una rapida occhiata, Sansa probabilmente esiterà prima di inchinarsi a lei e questo potrebbe fare storcere il naso della regina, ma la lady di Grande Inverno ha imparato a stare al suo posto; sa che non ha senso inimicarsela e  sa che deve esternare le sue critiche a Jon solo quando non sono uditi da altri. Con il tempo, è probabile inoltre che inizi a provare ammirazione per quella regina che, a differenza di Cersei, è più interessata a farsi nuovi alleati anziché nemici.

Una volta tornato a Grande Inverno, Jon scoprirà le sue vere origini. Due fotogrammi sembrano succedere a quella rivelazione: Jon e Arya nel Parco degli Dei e Jon e Dany nelle cripte. Il primo potrebbe essere anche l’attesa reunion tra i due “fratellastri”, mentre nel secondo Daenerys appare fin troppo tranquilla, come se il suo scopo fosse consolare Jon dopo un’evidente brutta notizia, senza tuttavia sapere di cosa si tratti. La HBO ha confermato che alcuni personaggi sono stati rimossi dal trailer ed è quasi sicuro che fossero Daenerys e Jon in sella ai loro draghi; la reazione della regina, dunque, sebbene possiamo immaginare non molto felice nell’apprendere quella novità, sarà in seguito quella di insegnare al nipote a volare, riconoscendolo come parente e forse come legittimo sovrano. Per quanto riguarda la rivendicazione al trono, lei potrebbe anche prenderla meno male del dovuto, in quanto già si aspettava di sposare Viserys come era consueto nella sua famiglia, e un matrimonio tra consanguinei le permetterebbe di mantenere il trono, però non credo che Jon sia della stessa opinione: dubito che gli interessi regnare sui Sette Regni, ma sono abbastanza certa che la scoperta dell’incesto non lo renderà molto propenso a continuare la loro storia senza porsi qualche domanda.

La battaglia di Grande Inverno si svolgerà nel terzo episodio e si porterà dietro un enorme numero di morti. Chi combatterà? Dai trailer sappiamo per certa la presenza di Arya, Jaime, Brienne, Pod, Jorah, Verme Grigio, il Mastino e Beric; probabilmente ci saranno anche Tormund, Davos e ovviamente i due Targaryen. Come finirà? Malissimo. Vorrei soffermarmi su due dettagli:

  • Jaime non arriverà a Nord nel primo episodio, bensì nel secondo. Passerà prima a Delta delle Acque per convincere Edmund e l’esercito Tully a unirsi alla lotta contro i non-morti. Il suo arrivo a Grande Inverno sarà problematico, ma la sola persona che sa ciò che ha fatto sulla Torre Spezzata è Bran, che in quanto Corvo con tre Occhi potrebbe mettere da parte le ostilità e accoglierlo come alleato, ora che la battaglia per la vita è così pressante.
  • C’è una teoria sul web che spiegherebbe il sangue sul volto di Arya: Euron e i suoi Uomini di Ferro hanno attaccato Grande Inverno per liberarsi di Stark e Targaryen mentre sono impegnati contro gli Estranei. Sarebbe una mossa folle perfino per Euron e completamente a suo svantaggio. L’unica altra risposta è che il sangue sia di qualcuno che ha difeso Arya con la vita… e non ho il coraggio di fare supposizioni.

Un altro frame mostra Daenerys e Jon di fronte al camino di Roccia del Drago: Grande Inverno è stato perso. Bran, nel trailer, dice a Jon che tutto quello che ha passato è servito a riportarlo a casa e, se parla dell’isola, possiamo darlo per sopravvissuto. Ma perché Grande Inverno è stato perso? Per via dei draghi. Daenerys era sicura di avere un piccolo vantaggio, sebbene temesse per la vita dei suoi figli, e la scoperta di Viserion non-morto la distruggerà (oltre a tenere impegnati gli altri due draghi). È per questo che appare cupa, sebbene di spalle, in quel fotogramma? O è arrabbiata per Jon perché, contrariamente al suo volere, i draghi hanno combattuto e uno di loro (Drogon) è caduto? O triste per la morte di Jorah? Oppure Jon si è rifiutato di sposarla, per via dell’incesto, e questo ha posto fine al suo sogno di sedere sul trono?

Per quanto riguarda un altro protagonista, Tyrion, come scritto in un altro articolo ritengo che abbia “tradito” Dany, ma soltanto nell’ultimo episodio andato in onda. C’è stata molta insistenza da parte degli sceneggiatori sulla presunta sterilità della Madre dei Draghi, tuttavia dubito che il motivo fosse (solo) preparare gli spettatori alla nascita di un figlio nell’ultima stagione. Il motivo è la già presente gravidanza di Cersei: a Tyrion non interessa che Daenerys abbia un bambino, bensì un erede, anche se non dovesse essere del suo sangue, perché lui è una persona lungimirante: ha promesso a Cersei che, qualunque sarà l’esito della guerra, sarà suo figlio a salire sul Trono di Spade dono Daenerys.

Daenerys e Cersei, due regine destinate a morire. È difficile prevedere come ciò avverrà, ma in seguito alla profezia di Mirri Maz Duur e alla visione nella Torre degli Eterni (La profetizzata morte di Daenerys) credo proprio che Dany morirà. Di parto? Per salvare Jon? Cadendo insieme a Drogon? O perfino uccisa da un traditore? Non ne ho idea, mentre sono certa di un dettaglio relativo alla morte di Cersei. Nella serie, quando Maggy la Rana prevede il futuro della giovane Lannister, non parla di valonqar come nei libri (Chi è il valonqar che ucciderà Cersei?), quindi il suo omicidio potrebbe avvenire in maniera diversa. Non si può ovviamente escludere che a finirla saranno Jaime, Tyrion o Arya, ma senza dubbio Sansa giocherà un ruolo principale nella sua dipartita. Perché? Perché così è stato con gli altri tre principali antagonisti (non soprannaturali) della serie: ha fatto giustiziare Ditocorto, ha lasciato che i cani sbranassero Ramsay ed è perfino stata inconsapevolmente complice dell’assassinio di Joffrey. Sansa, la “regina più giovane e bella” che per Cersei doveva essere Margaery e che molti identificano invece con Dany, è la Biancaneve di Cersei-Grimilde, la fanciulla che la villain non ha mai temuto (sebbene la credesse responsabile della morte del primogenito). Forse sarà lei a procurare la morte di Cersei; di certo, come con gli altri cattivi, la osserverà morire.

Gli Estranei sono un grosso punto interrogativo, perché se dovessi scommettere sul destino del Re della Notte non saprei se darlo per morto. Le loro motivazioni, sia nella serie che nei libri, sono state già analizzate in questo articolo, quindi mi soffermerò sui personaggi che li sconfiggeranno: Jon, Jaime, Bran e Gendry. Non faccio questi nomi solo per via della mia interpretazione di Jon come Azor Ahai e Jaime come Portatrice di Luce, bensì ricollegandomi a un video de La Madre dei Draghi (Chi ucciderà il Night King?), la quale osservando i graffiti nelle caverne di Roccia del Drago ha notato tre uomini pronti a combattere; uno di loro impugna l’arma con la mano sinistra, ipotizzabile riferimento a Jaime o Arya, mentre sopra i guerrieri si staglia un simbolo composto da due cerchi, che lei ha interpretato come il Corvo con Tre Occhi. Se davvero si tratta di un riferimento allo scontro finale, uno degli uomini restanti è probabilmente Jon e il terzo dovrebbe essere Gendry… per via del logo de Il Trono di Spade: il titolo circondato dagli stemmi di Targaryen, Stark, Lannister e Baratheon. È una teoria che personalmente mi affascina molto.

Cosa accadrà nel finale? Sono sempre più convinta che gli Estranei non crescano di colpo, diventando adulti da un giorno all’altro, e che i figli minori di Craster siano ancora bambini. Questo significa che, indipendentemente da quale risulterà la fazione vincitrice, al termine della serie gli Estranei saranno ancora in vita. In attesa, ma in vita. E che l’ultima scena mostrerà i bambini di Craster.

Non mi esprimo sulla sorte dei vari personaggi, ci sono troppi fattori in campo al momento, però ho varie sensazioni relativi ad alcuni di loro: Jorah come comandante dei Guardiani della Notte, Sansa lady di Grande Inverno (nei libri regina dei Sette Regni accanto a Jon, come spiegato qui), gli Umber uccisi nel primo episodio perché sul cammino degli Estranei (perché inserire Ultimo Focolare nella sigla a meno di non volerlo mostrare in una battaglia?)… Sono abbastanza convinta che Robin Arryn ed Edmure Tully moriranno, perché sono gli ultimi esponenti maschi ancora in vita delle casate principali (Theon non può avere figli). Immagino un finale “inaspettato”: la caduta del sistema monarchico e la nascita dei Comuni, attuabile solo tramite la caduta delle casate più antiche. O almeno era ciò che credevo prima di scoprire che Jon fosse un Targaryen legittimato… e ciò va contro alla mia teoria della “rinascita dei bastardi”. Comunque sia, immagino che Jon si dimostrerebbe un buon re, ma allo stesso tempo non lo vedo deciso a regnare, se si può trovare una diversa soluzione.

Ultima menzione per Sam: futuro Arcimaestro forse, ma certamente autore de Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco, come il dialogo con l’Arcimaestro Ebrose e la presenza dell’astrolabio ci hanno da tempo portati a ipotizzare.

Vi saluto dandovi appuntamento ogni mercoledì a partire dalla prossima settimana con L’Occhio di Medusa, la rubrica che episodio per episodio commenta le vicende di Westeros e si diverte a teorizzare partendo da qualsiasi parvenza di indizio. Voglio però anticiparvi qualcosa: nel caso in cui il mio personaggio preferito (non faccio nomi per scaramanzia, ma credo lo abbiate capito) dovesse morire, mi riservo di far slittare l’uscita del commento settimanale. So che probabilmente morirà, ma non mi sento comunque pronta.

Finisco indirizzandovi verso i canali YouTube che consulto quotidianamente per la stesura delle teorie, insieme a Reddit e al forum de La Barriera: Caleel, La Madre dei Draghi, Doragon, Il mondo del ghiaccio e del fuoco e Talking Thrones. Sono veramente bravi, date un’occhiata.

Meno sette.

– Sara Carucci aka Medusa –

Rispondi