Pregi e difetti delle principali coppie di The Vampire Diaries

Tra qualche giorno avremo l’ultima puntata di una serie che seguo dagli albori, una serie che ha avuto picchi di bellezza e di trash negli anni davvero incredibili e che non posso negare di aver smesso con il tempo di amare del tutto. Però mi sembrava giusto dedicare un articolo a quelle che sono state sempre le vere protagoniste del telefilm: le ship. Ecco, dunque, una lista di pregi e difetti delle principali coppie di The Vampire Diaries. Ovviamente, ci tengo a precisare che – per quanto cercherò di essere obiettiva – ciò che leggerete di seguito conterrà una opinione puramente personale e, anzi, mi farebbe piacere conoscere la vostra a riguardo! Ah, aggiungo inoltre di non aver letto i libri e che quindi mi baserò unicamente su quanto visto nella serie tv.

Damon e Elena

Non parlo da Delena, ma nemmeno da hater di questa coppia, anzi. Si tratta senz’altro della ship più famosa e amata di The Vampire Diaries, ma anche, forse, di una delle più odiate e di critiche mi è capitato di leggerne parecchie, alcune sensate, altre molto meno, quindi cercherò di riassumere il mio pensiero in modo costruttivo.

Pregi: Il Delena ha tutti i requisiti richiesti da una ship capace di fomentare il pubblico: due caratteri (apparentemente) opposti, un elemento proibitivo perché la coppia nasca (Stefan) e una grande chimica tra i due protagonisti (di certo aiutata nel periodo che vedeva i due attori frequentarsi nella vita reale). Abbiamo un Damon sprezzante, pericoloso e impulsivo che si trova a mostrare una parte di sé ad una Elena che, dopo averlo inizialmente ripudiato, arriva a capire quanto proprio quella componente tanto nascosta sia importante per lei, fino a farla follemente innamorare di lui. Si tratta di una coppia molto passionale, di certo tanto amata e voluta dagli scrittori, fino a renderla il vero centro della serie. E qui mi ricollego subito ai difetti.

Difetti: Il problema principale, infatti, del Delena è stato proprio l’interesse unico da parte dei fan per questa coppia, che ha decretato ufficialmente una scrittura sempre meno interessante delle trame e degli altri personaggi, relegando il tutto a un mero contorno ai due innamorati. Potrete non essere d’accordo, ma le dinamiche di narrazione presenti soprattutto nella seconda stagione si sono perse irreparabilmente, concentrandosi a tal punto sull’amore tra Damon ed Elena da far in modo che nient’altro importasse. E la serie ne ha risentito tantissimo. Ecco perché, togliendo Nina, anche queste ultime due stagioni hanno fatto incredibilmente fatica a regalarci qualcosa di decente. Ad ogni modo, una critica che leggo spesso fatta al Delena riguarda l’insensatezza di questa ship: ecco, su quello non sono affatto d’accordo. Per quanto io non abbia mai tifato per loro, trovo che a livello di costruzione siano inattaccabili. Sono stati nemici, amici e poi amanti, in un coerente sviluppo narrativo. Se poi volete attaccarvi al “eh, ma ha ucciso il fratello”, allora avrei potuto essere d’accordo, se non fosse che in The Vampire Diaries questi “dettagli” li hanno sempre curati malissimo, e quindi è inutile lamentarsene. Per il resto, io avrei evitato di trasformare un oggetto Stelena (il ciondolo) in uno Delena, ma vabbè.

Stefan ed Elena

L’altra grande coppia della serie, che ormai possiamo relegare al passato, per quanto manchi ancora la famosa ultima puntata. Ma, spero, tutti concorderete che sarebbe assurdo vederla tornare, visti gli sviluppi degli ultimi anni.

Pregi: Stefan ed Elena sono la dolcezza. Si amano teneramente, in un modo molto diverso da quello che legherà il Delena, e allo stesso modo arrivano a volersi bene come amici in seguito. Semplicemente, Stefan torna ad amare dopo tanto tempo una copia solo fisica di Katherine, che gli regala la bellezza e la fragilità dell’essere umano, mentre Elena si ritrova sin da subito affascinata da una figura carismatica e sempre attenta alla sua persona, fino ad affidargli – oltre alla propria vita – anche il proprio cuore, senza riserve. I due si fidano l’uno dell’altra e – soprattutto – si rispettano completamente: un dettaglio non irrilevante, che la stessa Elena ricorderà ad uno Stefan privo di emozioni, ponendo l’attenzione sulla tendenza del vampiro di dare importanza alla indipendenza e autonomia della ragazza. Stefan sceglierà di salvare Matt, perché richiesto da Elena: una dimostrazione quanto mai difficile di un amore non egoista, ma sempre proiettato verso i bisogni e le esigenze dell’altro.

Difetti: Si sa che cosa rimproverare a questa coppia e, per quanto a me non abbia mai dato fastidio, non si può negare che i due siano stati mostrati al pubblico davvero troppo presto come ship “epica”, senza che avessero le basi per rappresentare un aggettivo così importante. Insomma, Stefan ed Elena si innamorano quasi subito, seppure in un modo comprensibile, ma la loro relazione rimane per molto tempo ferma, stabile, senza picchi di emozione e solo quando ormai il Delena sembra essersi insidiato troppo nella dinamica del triangolo per poterlo ignorare, vediamo il momento migliore della coppia: la lotta di Stefan, soggiogato da Klaus, per non fare del male alla donna che ama. Quello è un momento epico. Inoltre, che sia o meno un espediente degli scrittori per togliere credibilità alla coppia, a rovinarla del tutto è stato senz’altro quella assurda storia legata ai loro doppelgangers, destinati ad amarsi per sempre: ha tolto la componente spontanea che aveva visto i due insieme e ha dato, semmai, più forza al Delena, che ha resistito a quella profezia.

Caroline e Klaus 

Dopo il triangolo principale, possiamo parlare di una coppia che ha fatto impazzire quasi tutti, in modo forse appena più lieve del Delena. Devo dirlo: io odio questa ship, ma sarò quanto mai precisa nell’analizzarla, ve lo prometto.

Pregi: I pregi potrebbero essere quelli del Delena, se non fosse che abbiamo come componente maschile una figura tutt’altro che disposta a cambiare per l’altra persona. Non sto dicendo che Klaus non si comporti bene nei confronti di Caroline, ma che – ed è uno degli elementi che trovo più affascinanti della scrittura del suo personaggio -, nel bene e nel male, lui rimane quello che è, dimostrandosi sempre più sveglio, più potente e più spietato degli altri, pur di ottenere ciò che vuole. Vuoi per l’inizio di The Originals (dove gli scrittori sono rimasti capaci di intrecciare delle trame molto interessanti), vuoi per lo Steroline, questa coppia non è andata mai oltre l’attrazione potente fisica e un discreto interesse dei due verso l’altro, ma non è detto che non possa evolversi dopo la fine di The Vampire Diaries, anche se questo includerebbe la morte di Stefan, che del resto è un umano. Vedremo.

Difetti: Vi ricordate l’accusa fatta al Delena, che io non ho mai condiviso? Ecco, in questo caso è più che legittima. Da dove diavolo sono spuntati fuori questi due? Come è successo, quando, perché?! Ok, scusate. Non voglio dire che non abbiano avuto bei momenti, anzi, ma ho sempre trovato scritto male il loro inizio. Cioè, fino ad una puntata prima lui aveva rinchiuso Caroline e Tyler per sacrificarli nel rito che lo avrebbe fatto diventare un lupo mannaro e poi una puntata dopo è interessato a lei. Per carità, come lui stesso le dice, perché non dovrebbe, visto la bellezza e l’intraprendenza della bionda, però avrei gradito un minimo di introduzione. L’ho sempre trovata un fanservice. Inoltre, se dovesse proseguire il loro rapporto, spero che saranno attenti nel gestire due maniaci del controllo come loro due, creandone qualcosa di appassionante. Anche in questo caso, vedremo.

Caroline e Stefan

Credo che si tratti della coppia più odiata dal fandom, poverini! Non sono una fan, ma anche in questo caso nemmeno li disprezzo insieme, perciò forse sarò più obiettiva che nell’analizzare i Klaroline!

Pregi: Il loro punta di forza è forse anche uno dei difetti che la gente odia di più: il loro passato di migliori amici. Fino a qualche stagione fa, infatti, i due uscivano e si frequentavano assiduamente, senza nessun tipo di romanticismo, portando molte persone ad adorarli come amici e niente di più. Però, se ci pensate, nella vita vera queste cose succedono e spesso fanno da base anche per un rapporto duraturo e bellissimo, perché porta la coppia a conoscersi bene e a trasformare i motivi di una solida amicizia in motivi di un amore importante. Inoltre, Caroline ha mostrato subito interesse verso Stefan, quindi non si può dire che sia nato dal nulla questo suo rapporto. Ho trovato l’ultimo episodio carino, certo non “epico”, ma carino.

Difetti: E qui però i difetti non mancano: ok, a lei è sempre piaciuto lui, ma a lui? Mi sembra che anche in questo caso gli scrittori si siano affrettati fin troppo nel fare innamorare Stefan di Caroline. Potevano gestirla meglio. Inoltre, mancano di chimica e forse questo è riconducibile ai troppi anni in cui li abbiamo visti confidarsi i propri problemi e guardarsi senza traccia di passione o altro. Non so, è come se facesse fatica a decollare. E poi, mi dispiace, ma per quanto Caroline sia innamorata, si è lanciata in un rapporto che la vedrà non solo sopravvivere al marito, ma anche vederlo invecchiare accanto a sé, in modo troppo veloce per una maniaca del controllo come lei. Ma anche questo è un errore di scrittura, che non ci stupiamo più di vedere nella serie.

Bonnie ed Enzo

Concludo con questa coppia, perché, sebbene recente, ha rappresentato la vera ship degli ultimi due anni senza Nina Dobrev e perché senza di loro avrei avuto problemi a finire le puntate.

Pregi: Nonostante qualcuno potrebbe definirli troppo melensi, Bonnie ed Enzo sono l’amore, a mio avviso. Due personaggi che hanno sacrificato più volte – soprattutto lei – la propria felicità per gli altri, per poi trovarsi l’uno di fronte all’altro e capire che insieme potevano essere felici. Ben scritto il loro – fin troppo veloce – innamoramento, in modo semplice, ma carino, direi quasi realistico. Ci è piaciuto vedere Enzo riuscire a lottare contro l’ammaliamento delle sirene, proprio forte del suo amore, ci è piaciuto vedere lei rischiare la vita, per farlo tornare in sé. Insomma, ci piacciono da soli e insieme, perché si completano perfettamente. Sono belli anche adesso, divisi eppure forti, pronto lui a dirle di non abbandonare i suoi amici e la propria capacità di perdonare, e pronta lei a lasciare andare lui, pur di dimostrare ancora una volta di essere il personaggio meno egoista di tutta la serie.

Difetti: Anche loro sono nati un po’ dal niente, c’è da dirlo. Caratteri abbastanza diversi, interesse precedente pari allo zero assoluto e una chimica che avrebbe voluto Enzo più con Caroline che con Bonnie. Un amore, dunque, celere e anche qui, come lo Stelena, subito presentato come epico. Fino alla morte di Enzo, inoltre, sembravano essersi annullati come personaggi singoli, diventando come un corpo solo e questo era un peccato, vista la bellezza di entrambi nella serie. Io però – permettetemelo – trovo i pregi maggiori dei difetti in questa coppia. Speriamo possano avere un lieto fine.

Ho voluto parlare delle coppie principali, perché altrimenti l’articolo avrebbe avuto miliardi e miliardi di parole, ma ci tengo, prima di concludere, a dare il giusto spazio a quelle che per me sono state coppie bellissime, purtroppo messe da parte, come Alaric e Jenna (ma si sa, Alaric porta sfortuna), Matt e Caroline (a me piacevano così tanto!), ma soprattutto Katherine ed Elijah. I migliori. Erano perfetti insieme, ho odiato che non l’abbiano fatto tornare quando lei stava morendo. Lui l’avrebbe fatto.

Voi cosa ne pensate? Fatemelo sapere con un commento, mi raccomando!

– Lidia Marino – 

Rispondi