PopCorn Letterario – Il Fascino del Disagio – Intervista alle autrici

Bentornati, Fedeli Lettori! Torniamo a parlare de Il Fascino del Disagio (dopo questa bellissima recensione). Quest’oggi faremo la conoscenza delle Edizioni Chance, del loro papà Andrea Stella.

È il caso di dirlo: bando alle ciance!

MG: Andrea, parlaci un po’ della tua casa editrice.

AS: “Chance Edizioni nasce nel non lontano 2017. A monte vi era stata l’esperienza con la rivista mensile multitematica “22Pensieri_Vingt-Deux Pensées”. L’intento è quello di dar vita a nuove opportunità di collaborazione, di aggregazione, di approfondimento. Vi è l’esigenza di costruire rapporti umani basati sulla conoscenza, sulla chiarezza e sulla fiducia. La squadra di Chance vuole scoprire le caratteristiche proprie e le predisposizioni di ogni scrittore poiché desidera proporre al lettore la condivisione di competenze, difficoltà, attitudini attraverso l’impegno costante degli autori e dell’editore”.

Un esempio di quali sono gli obiettivi (centrati) di Chance Edizioni è rappresentato dal libro di cui vi ho parlato la settimana scorsa. Oggi farò quattro chiacchiere con le due autrici de…

…“Il fascino del disagio” è un volume che contiene 34 poesie e altrettante illustrazioni realizzate dal duo Michela Gioia Guerrera e Roberta Logiudice e che ci viene proprosto in un’edizione curata nei minimi dettagli da Edizioni Chance di Andrea Stella.

MG: Michela, iniziamo con te. Raccontaci il percorso umano e artistico che ti ha portato a esprimerti attraverso la scrittura.

MGG: Ciao Monia! E un saluto ai lettori di YouPopcorn!  Devo dire che scrivere mi è sempre piaciuto, ma solo negli ultimi anni è diventata la mia valvola di sfogo. Durante l’università mi dilettavo a scrivere brevi racconti, poi mi sono imbattuta in qualche poesia di Guido Catalano e da lì ho iniziato a provare a scrivere in versi anche io. È stato molto terapeutico, mi permetteva di sfogarmi di tutta la negatività che derivava dai classici drammoni sentimentali che viviamo tutti e che a me è piaciuto perpetrare negli anni.

MG: Roberta e tu come sei arriva a esprimerti attraverso il disegno?

RL: Ciao a tutti! Sembrerà banale ma il disegno mi appartiene da sempre. Quando ero piccola trascorrevo interi pomeriggi a dipingere, copiare le illustrazioni dei miei libri e i personaggi visti in TV.
Quando mia madre mi portava all’asilo, passavamo davanti al Liceo Artistico e le dicevo: “Io da grande andrò in quella scuola”, e così è stato.

MG: Come è nata la vostra amicizia e quando avete pensato di trasformarla in una collaborazione artistica?

MGG & RL: Noi due ci siamo conosciute perché abbiamo lavorato e fatto tirocinio nella stessa associazione circa sei anni fa. In realtà frequentavamo due sedi diverse, ma avevamo un’amica in comune che invece era più a stretto contatto con Roberta. Alla laurea di questa ragazza, (ciao Lucrezia!) tra una chiacchiera e l’altra, è venuto fuori che Roberta stava cercando racconti da illustrare e Michela ne aveva qualcuno che forse poteva interessarle. Da quel momento ci siamo viste parecchie volte per dedicarci a dei racconti che non hanno nulla a che fare con ciò che abbiamo pubblicato, ma tra un the coi biscotti e un kebab, è nata la nostra collaborazione e il nostro amore per il disagio umano (oltre che per il cibo).

MG: So che “Il fascino del disagio” nasce su Instagram. Come è avvenuto il contatto con le Edizioni Chance di Andrea Stella?

MGG & RL: Eravamo in cerca di una casa editrice: ormai la pagina aveva abbastanza contenuti da poter essere messi in un libro e abbiamo provato a seguire questo sogno. Abbiamo iniziato a inviare molte mail e, deluse dalle proposte ricevute in risposta, abbiamo provato a presentarci di persona alle case editrici presenti al Salone del Libro di Torino 2019. Abbiamo quindi conosciuto Andrea, che ha apprezzato genuinamente il nostro lavoro. Nei mesi successivi abbiamo conosciuto anche Rossella Orsi (anche lei editrice di Chance Edizioni) e grazie a loro abbiamo pubblicato il nostro libro!

MG: I nostri lettori sono interessati non solo al processo creativo, ma anche al lavoro pratico che c’è alla base di una pubblicazione. Vi va di parlarci di come si è svolto il parto della vostra creatura?

MGG & RL: Tutto è nato quando Roberta ha scoperto che Michela scriveva delle poesie tristissime, ne è rimasta estasiata e ha iniziato a disegnare ciò che le trasmettevano. Così sono nati i nostri Disagi e abbiamo deciso di pubblicarli periodicamente su Instagram. Una volta raggiunto un numero piuttosto cospicuo di poesie illustrate ci sembrava fossero pronte per essere pubblicate così da diffondere il disagio nel mondo. Una volta trovata la casa editrice abbiamo fornito i vari file contenenti i nostri lavori e il grafico si è occupato dell’assemblaggio della nostra creatura.

MG:Il fascino del disagioè uscito nel dicembre del 2020. Vi va di raccontarci come procede? Voi seguite il suo percorso ora che è libero nel mondo dell’editoria?

MGG & RL: Da quando è uscito il libro ci stiamo occupando soprattutto di pubblicizzarlo; per quanto riguarda aspetti più tecnici, legati alle vendite, se ne occupano Andrea e Rossana della casa Editrice.
Attualmente siamo in “work in progress”: stiamo pensando a nuovi testi e illustrazioni da aggiungere alla pagina di Instagram/Facebook e l’aggiunta di qualche cosa in più, novità che ancora non possiamo svelare.

MG: Volete salutarci lasciando un pensiero per tutti quelli che hanno un’idea in testa, ma che hanno paura a tirarla fuori magari perché si sentono inadeguati?

MGG & RL: Ragazzi, ma inadeguati a cosa? Tirate  fuori le vostre idee, non abbiate paura!
Provate, sperimentate, chiedete un parere alle persone che vi stanno vicino ma, soprattutto, create per voi, per divertirvi, per esprimere voi stessi non per piacere agli altri.

Questo messaggio di Michela e Roberta mi suona come la chiusa perfetta per questa nostra chiacchierata, perché apre (spalanca) un mondo di possibilità

Grazie ragazze per aver partecipato al nostro Popcorn Letterario! E grazie a voi per averci seguito! Vi ricordo che potete trovare Il Fascino del Disagio su QUESTO LINK.

Alla prossima e nel frattempo, come sempre, vi auguro Buona lettura!

– Monia Guredda –

 

Rispondi