Piatti esteri che ormai fanno parte della nostra cultura

No, non stiamo parlando di quelle pietanze che andiamo a mangiare con molto piacere, sapendo perfettamente che non fanno parte della nostra tradizione culinaria, come il sushi o le fajita di pollo. No, oggi parliamo proprio di piatti esteri che ormai fanno parte della nostra cultura, che consumiamo e inseriamo anche nelle nostre ricette, cambiandole e variandole. Inizierei decisamente dal Cous cous. Alimento tradizionale di tutto il Nordafrica, veniva cucinato in Tunisia, Algeria, Marocco e Libia, per poi arrivare in Sicilia prima e in tutta Italia poi. Adesso lo usiamo praticamente in ogni modo e sta bene con qualunque cosa: verdura, pesce e carne. Facile e delizioso.

Passiamo all’hamburger. Nonostante venga considerato ancora un piatto americano, negli anni lo abbiamo reso molto più nostro, con tantissime varianti, anche degli chef italiani più celebrati. Ecco dunque che abbiamo panini con insalate pregiate, zucchine grigliate, formaggi nostrani e varianti che possiamo trovare solo qui. Lo stesso vale per le crêpes: dolci o salate sono una vera e propria leccornia, amate non solo nella loro terra natia, la Francia. Arancia e zucchero, nutella, funghi e salsiccia… potete trovarle in ogni modo e ci regalano l’esperienza di un ottimo pasto, dalla colazione alla cena.

Poi c’è il pollo al curry. Il curry è un mix di spezie diffuse in India, e in molti stati asiatici. Il più commercializzato in Italia è il curry madras i cui ingredienti base sono: peperoncino, coriandolo, curcuma e cumino, mentre la vera salsa al curry si prepara con una base di cipolla soffritta nel burro chiarificato a cui si aggiunge il misto di spezie e un cucchiaio di latte di cocco condensato che le conferisce cremosità. Con la salsa al curry si accompagnano verdure, crostacei o carne. E sì, anche il pollo.

Per non parlare di tutte le variazioni di dolci, come il pan di spagna, che utilizziamo praticamente con tutto. Chissà, magari tra qualche anno avremo anche delle nostre versioni specifiche di sushi (e non solo quelle con il philadelphia). Che dite?

– Lidia Marino – 

Rispondi