Personaggi delle serie tv che ci hanno lasciato nel 2018

So che siamo nel 2019 già da tre mesi, ma non è mai troppo tardi per ricordare i personaggi delle serie tv che ci hanno lasciato nel 2018. Non passa mai il momento di piangere per loro, o no? Sicuramente non riuscirò a parlare di tutti, quindi siete autorizzati – e anzi più che pregati – di commentare gli assenti o di raccontarci come avete affrontato alcune di queste morti. Ovviamente, l’articolo contiene SPOILERS!

1. Jack Pearson, ‘This is us’.

Iniziamo con una delle scene più difficili da guardare dell’anno passato: la morte di Jack Pearson in This Is Us. Nonostante si sapesse prima, non è servito a farci soffrire di meno e scoprire i dettagli della sua scomparsa e vederlo andare via come un eroe non ci farà dormire più bene per un bel po’ di tempo. Quando Kate inizia a piangere per il cane, la certezza di quello che sarebbe successo ci è arrivata come un bel coltello nel petto. Grazie, sceneggiatori.

2. Frank Underwood, ‘House of Cards’.

Nel corso di House of Cards 6, viene rivelato che Frank Underwood è morto a letto, a causa di una overdose accidentale delle sue medicine per il fegato, che gli hanno provocato un infarto. L’ex first lady sembra però convinta che il marito sia stato assassinato, anche se non ha ben chiaro da chi e in che modo. Alla fine scopre essere stato Doug Stamper, il suo fedele braccio destro, per evitare all’uomo di rovinare la propria immagine. Come scritto su Vanity Fair, il colpo di scena ha lasciato qualche perplessità. Da un lato, la volontà di Doug Stamper di preservare l’integrità dell’immagine pubblica e dell’operato di Frank è perfettamente comprensibile. Ma dall’altro, mostra più di una crepa il fatto che per riuscirci sacrifichi l’uomo al quale ha dedicato la vita e salvi una donna che disprezza. Del resto, l’autrice ha dovuto ammettere che gli sceneggiatori hanno dovuto muoversi in territori difficili, dopo l’allontanamento di Kevin Spacey dalla serie. E ancora ne soffriamo.

3. Elijah e Klaus Mikealson, ‘The Originals’.

L’ultima stagione di The Originals è stato un bagno di sangue. Prima Hayley, che si è sacrificata per la figlia già ci aveva spezzato il cuore. E poi quel finale che ci ha straziato l’anima: Klaus ed Elijah sono morti insieme, mentre gli altri personaggi hanno avuto il loro happy ending. Un po’ come in The Vampire Diaries per Stefan. Alla Plec piace uccidere gli eroi, in questo caso ha deciso di far fuori entrambi i fratelli e forse è stato meglio così. La scrittrice ha affermato che la morte di Klaus (e poi di Elijah) era l’unico modo per concludere la serie su personaggi immortali e che anche Joseph Morgan voleva questo.

4. Rumplestiltskin, ‘Once Upon a Time’.

Obiettivamente, era ora che questa serie arrivasse ad una fine. Che sia stato o meno degno di chiamarsi tale, era comunque ovvio che almeno un personaggio principale sarebbe morto ed era giusto che fosse Rumple. Dopotutto, avevamo visto all’inizio della stagione che Belle era morta anni prima e dunque abbiamo apprezzato che si siano riuniti.  Rumple ha avuto un finale emotivo, adatto alla sua introspezione nel corso della storia, passando da cattivo ad eroe.

5. David Rosen, ‘Scandal’.

La vita di David Rosen è stata messa in pericolo non una, ma due volte durante l’ultima stagione di Scandal, prima nel parcheggio con Jake Ballard e poi la volta definitiva. Il nostro controverso Cyrus Beene lo invita a bere qualcosa e dopo un bel discorso alla Shondaland, ecco il fattaccio: “Tu, David Rosen, sei sulla mia strada”, ed ecco che… ciao ciao, David. Sono sincera, non ho mai amato particolarmente Rosen e ho invece sempre avuto un debole per Cyrus. Perdonatemi.

6. DeDe Pritchett, ‘Modern Family’.

Quando la notizia di un personaggio principale di Modern Family è trapelata mi sono molto preoccupata per il mio Jay. Poi, per fortuna, gli sceneggiatori hanno preferito indirizzare questo lutto verso un personaggio sì importante, ma meno di quanto lo fossero gli altri. Una scelta giusta per una comedy, a mio avviso. Una puntata comunque molto commovente, come questa serie ha dimostrato più volte di sapere fare. Dede è morta nel sonno e il dolore lo vediamo attraverso gli occhi dell’ex e dei due figli, quindi sono riusciti a toccare un argomento molto importante, senza far diventare la serie forse troppo dark. Well done.

– Lidia Marino – 

Rispondi