Penny Dreadful 3×05 – This World is our Hell

01Dopo aver parlato per una puntata intera di Eva Green e del suo personaggio, arriviamo alla quinta puntata di Penny Dreadful forse un po’ storditi, confusi e, soprattutto, con quindici giorni dalla scorsa puntata “utile”. Così, quando ci ritroviamo Ethan e Hecate davanti, per prima cosa facciamo mente locale su dove eravamo rimasti… per fortuna ci sono le scene del previously on che ci aiutano.

In questa puntata, percorriamo due storyline lasciate perdere nella scorsa. Niente Vanessa Ives e John Clare (o come si chiama) per una puntata, stavolta si parla di Frankestein e di Ethan. Parliamo prima del dottor Victor: ci aveva lasciato la puntata scorsa (che era due puntate fa) con una sparata da coatto de borgata, mentre diceva a Jekyll che il suo lavoro era notevole, ma che lui sapeva come renderlo permanente. Tutti avevamo pensato “Ma senti questo: ha creato tre creature e lo odiano tutte, ora fa il grosso dicendo che solo lui può aiutarlo?”… pensavamo male: ci riesce.
02In pratica, senza usare paroloni scientifici, prende il siero, lo carica elettricamente e lo inietta nel cervello passando dall’occhio… tutto qui? Cioè, bastava fare queste due cose per renderlo permanente? Ok che io non sono un dottore, ma un medico luminare delle ricerche sul cervello come Jekyll avrebbe potuto e dovuto pensare alla possibilità di iniettare il siero direttamente nel cervello o ad elettrificarlo, essendo proprio i pensieri degli impulsi elettrici. Forse Frankestein ha ragione: Jekyll è una pippa!

Ma arriviamo alla parte interessante… più o meno.
03Ethan sta attraversando il deserto con Hecate per raggiungere il padre dal quale è scappato per tanto tempo. Camminando per il deserto, sono inseguiti di ranger dello sceriffo e dall’investigatore inglese Bartholomew Rusk che è sempre il più figo di tutti. Inoltre, Malcolm MurrayKaetenay sono anche loro alle calcagna del ragazzo. E partono racconti ed introspezioni che solo gli autori di Penny Dreadful riescono a spezzettare e rendere noiosi. Le storie sono queste:
– Ethan entra nell’esercito americano e stermina gli Apache. Il suo capo, un ragazzino viziato figlio di papà, uccide un bambino e se ne vanta. Ethan è un bravo ragazzo e uccide il suo capo, per poi scappare ed andare dagli Apache per fare ammenda. Questi, capeggiati da Kaetenay, lo tengono con loro per fargli scontare la sua pena, ma diventa una loro arma. Il ragazzo, che è un bravo ragazzo, dice agli apache dove il padre tiene cibo e munizioni, facendogli promettere che ruberanno il necessario senza fare danni, ma loro fanno una strage dei loro familiari. Ethan, che è un bravo ragazzo, scappa via;
04– Kaetenay, prima che Ethan scappi da lui, ha una visione del mondo immerso nell’oscurità e con Ethan come capo o arma finale delle creature della notte;
– L’ispettore Rusk ha perso il braccio inseguendo un fuorilegge con i suoi uomini. Questo gli tende un’imboscata e uccide gran parte dei suoi uomini, facendogli perdere il braccio. Rusk si cauterizza la ferita, poi lascia i sopravvissuti e va da solo a prendere il fuorilegge. Lo cattura, lo porta in città e, solo allora, va a farsi medicare il braccio.
Ora, non so voi, ma tra le tre storie, nonostante le prime due siano quelle principali, io ho trovato più bella quella di Rusk, che diventa sempre più il mio personaggio preferito.

05Intanto, mentre tutti raccontano pezzi della storia, senza mai finirla fino all’ultimo, la strega Hecate fa un sortilegio per uccidere i ranger che li inseguono (ma tranquilli: Rusk sopravvive e giura vendetta) e, nella battaglia, partecipano anche Malmolm e Kaetenay, vedendo quest’ultimo uscirne avvelenato. Ethan, intanto, si rintana con la strega in una grotta dove decide di smetterla di fare il bravo ragazzo e decide di fare sesso con Hecate, mettendo così il timbro sulla consueta scena di sesso presente in ogni puntata (che nella scorsa non c’era, facendoci preoccupare). Lasciando stare il fatto che, se sei nel deserto, hai poca acqua e muori di sete, fare sesso non è proprio la migliore delle idee, Ethan e Hecate perdono i cavalli e si ritrovano a camminare, finché lei sviene e lui perde le forze. Malcolm e Kaetenay li raggiungono, ma non fanno in tempo a salutarsi (Ethan dice solo una decina di volte “Che ca##o ci fai te qui!“) che arrivano gli scagnozzi del padre.

06FINALMENTE CONOSCIAMO IL PADRE!
Prima ripresa e penso “Ma è Diego Abatantuono!”, ma poi lo riprendono meglio: è Bryan Cox, grandissimo attore scozzese conosciuto per essere stato il primo volto di Hannibal Lecter in Manhunter, William Stryker nei primi film degli X-Men o Agamennone in Troy… ma fa parte anche della Royal Shakespeare Company, se vi interessano le cose serie.
Il padre è ambiguo: è cattivo e sa di esserlo, ma vuole che il figlio chieda pietà al Signore per quello che ha fatto. Gli racconta della strage fatta dagli Apache a casa loro, dove ha visto morire la moglie e gli altri due figli, fratelli di Ethan. Così lo minaccia, dicendogli di chiedere perdono o lui stesso lo ucciderà,ma Ethan ha deciso di non essere più il bravo ragazzo 07di sempre e lo affronta a muso duro. Si guardano negli occhi, Ethan è iroso, il padre è armato e… fine.

Finisce così la quinta puntata. Cosa accadrà tra Ethan e suo padre? Malcolm, che è stato affrontato a brutto muso dal padre di Ethan, riuscirà a farlo rinsavire? Frankestein riuscirà ad usare il suo nuovo siero su Lily? E Vanessa, dopo il trip mentale della scorsa puntata, capirà che è meglio per lei cercare casa in Antartide? Lo vedremo nelle prossime puntate. Stay Dreadful!

– Giorgio Correnti –

Rispondi