Patrimoni dell’umanità italiani: Villaggio nuragico di Barumini

1I nuraghi sono eccezionali monumenti a metà strada tra l’edilizia difensiva e quella civile, sopravvissuti fino ad oggi a testimonianza di una cultura millenaria, collegata alle civiltà megalitiche del bacino del Mediterraneo. Le strutture architettoniche sono costituite da torri a due piani a forma di tronco di cono, realizzate con grandi pietre disposte a secco in cerchi concentrici sovrapposti che si stringono verso la sommità. La civiltà nuragica svolse un ruolo importante nella diffusione della cultura micenea ed in seguito di quella fenicia.

Iscrizione del Villaggio nuragico di Barumini alla Lista del Patrimonio Mondiale Unesco:
Napoli (Italia), 1-6 dicembre 1997

Criteri Iscrizione:
(i) rappresentare un capolavoro del genio creativo dell’uomo;
(iii) essere testimonianza unica o eccezionale di una tradizione culturale o di una civiltà vivente o scomparsa;
(iv) costituire un esempio straordinario di una tipologia edilizia, di un insieme architettonico o tecnologico, o di un paesaggio, che illustri una o più importanti fasi nella storia umana.

Il villaggio di Barumini è dominato da un maestoso nuraghe centrale detto “Su Nuraxi” da cui deriva anche il nome del complesso. Non tutti concordano sulla funzione di “Su Nuraxi”, che è alto circa 18 metri ed è circondato da un recinto composto da quattro torri laterali unite da mura. All’interno della torre centrale si trova un cortile a mezzaluna con un pozzo profondo 20 metri. Intorno a queste costruzioni sorgeva il villaggio per lo più costituito da capanne a pianta circolare: si tratta di ambienti che erano destinati a specifiche attività domestiche o rituali. La cortina muraria esterna di Barumini è antichissima e presuppone l’insediamento nella zona di popolazioni già nel IX sec. a.C. e sembra essere frutto del rimaneggiamento di un muro di difesa preesistente che inglobava il settore più antico del villaggio risalente addirittura all’età del Bronzo. Barumini è il simbolo della Sardegna dei grandi monumenti in pietra: un luogo suggestivo e misterioso da visitare. A Cagliari, capoluogo regionale e principale porto sardo, si trova, inoltre, il Museo archeologico nazionale, il più importante al mondo per quel che riguarda la civiltà nuragica.

– Lidia Marino – 

Rispondi