Pasta, pizza e sushi, l’Italia ha un nuovo amore

01Pasta, pizza e sushi!
Ormai quest’ultima parola non è più un segreto per nessuno. E pensare che, qualche tempo fa, solo nominare la parola sushi suscitava un enorme sdegno da parte degli altri. “Ti mangi il pesce crudo?!” Certo, e me lo gusto pure! Ma come mai la cucina giapponese sta prendendo sempre più piede, spopolando tra il popolo di giovani italiani? Diciamo che le motivazioni sono molte.

La moda giapponese

Come ormai possiamo notare tutti, la moda giapponese ha coinvolto – vuoi o non vuoi – tutti i ragazzi italiani. Come? Con i cartoni animati. Tutti abbiamo visto almeno una volta un anime ed abbiamo visto i nostri eroi affondare i denti in sushi, ramen e polpette di riso… sì, proprio quelle mangiate da Sampei.

La cultura giapponese è stata anche distribuita dalle fiere del fumetto e del cosplay 02che stanno, ormai, invadendo l’Italia. Prima avevamo la vecchia fiera del Fumetto di Roma, ora abbiamo Romics, Lucca Comics, Riminicomics e tanti altri. E, in queste fiere, molti sfoggiano costumi di eroi giapponesi di vario genere, comprano manga e mangiano ramen istantanei. Così, la cultura giapponese invade i nostri orizzonti.

La cultura dell’esotico

Oltre alla moda nipponica, in Italia abbiamo visto nascere ristoranti sempre più “esotici“. Così vediamo spuntare fuori come funghi ristoranti etiopi, cinesi, brasiliani, messicani, eccetera… Questo ha coinvolto dapprima solo le città più cosmopolite (Roma, Milano, Torino), arrivando anche in lidi più attaccati alla cultura nostrana. L’esotico attira, ci conquista, ci strega con le sue differenze. E noi ci caschiamo sempre. “Chissà cosa mangiano quelli!” o “Chissà come si mangia da quella parte!” e noi andiamo a provare i piatti di tutte le nazionalità possibili, sperando sempre, un giorno, di vedere un ristorante di un’altra nazione ancora più esotica.

03L’avvento del formato All you can eat

Ma ciò che ci ha avvicinato di più alla ristorazione nipponica è stato l’avvento del formato all you can eat (in italiano “tutto quello che puoi mangiare“), formato che prevede un prezzo fisso per tutta la serata, con tutte le portate di sushi e non che il nostro stomaco può sopportare.

Questo formato ha reso il giapponese più abbordabile, mentre prima era molto costoso. I prezzi per mangiare giapponese a pezzi singoli può arrivare a far spendere moltissimo agli avventori – da 7,00 € per un piatto con soltanto cinque pezzi di sushi. Noi che siamo abituati all’etto-e-mezzo di pasta super condita, cosa ce ne facciamo con soli 5 pezzi di sushi? Con lo stesso prezzo ci prendo una carbonara fatta bene. Invece, con 19,90 € di prezzo fisso, possiamo mangiare tutto il sushi che vogliamo, ma senza bere: una bottiglia d’acqua viene a costare circa 2,00 €.

Insomma, la cucina giapponese col suo sushi, il suo pesce crudo ed i suoi spaghetti in brodo ha conquistato il popolo di mangiatori di pasta e pizza. Se questo sia un male o un bene, non so dirvelo, ma posso augurarvi itadakimasu.

– Giorgio Correnti –

Rispondi