Nuovi retroscena su Harry Potter

2Il sito pottermore.com non veniva aggiornato da alcuni mesi e i fan drogati come me di dettagli sempre nuovi avevano quasi perso ogni speranza, attaccandosi ai messaggi lasciati su Twitter dalla Rowling, che comunque davano un po’ di ossigeno, nel silenzio.

Invece, finalmente, le novità sono arrivate, in occasione del 35esimo compleanno di Dudley Dursley, il cugino con vari doppi menti di Harry. Sono stati infatti postati alcuni retroscena sui genitori del festeggiato, Vernon e Petunia, che, si sa, non sono mai stati troppo affettuosi nei confronti del nipote. Grazie a questa celebrazione, quindi, apprendiamo nuovi retroscena su Harry Potter:  sembra che Petunia avesse il terrore, una volta fidanzata con Vernon, della reazione che quest’ultimo avrebbe avuto nell’incontrare la sorella Lily, che all’epoca frequentava l’ultimo anno a Hogwarts, insieme al suo fidanzato James Potter. Al primo incontro delle due coppie, secondo la Rowling, “Vernon cercò subito di trattare con condiscendenza James, chiedendogli quale macchina guidasse. Al che lui rispose, la sua scopa da corsa. Dopo ironie come questa Vernon si rese conto di essere stato oggetto di ripetute prese in giro, finendo la serata abbandonando di tutta fretta, con Petunia al seguito, il ristorante in cui si erano ritrovati.”

“Petunia non voleva Lily come damigella d’onore, perché era stanca di passare in secondo piano”, scrive ancora la Rowling, specificando che la coppia babbana per eccellenza si rifiutò di partecipare al matrimonio dei genitori di Harry. L’ultima comunicazione fra le due coppie, prima della tragedia, fu la notizia della nascita del primo figlio della coppia di maghi, che venne subito disprezzato dallo zio, per l’evidente somiglianza con James.
La nostra adorata scrittrice aggiunge: “Vernon è semplicemente un nome a cui non ho mai dato particolare peso, Petunia lo riservavo a personaggi sgradevoli quando giocavo con mia sorella”. Dursley viene invece da una cittadina del Gloucestershire, più che altro perché le piaceva il suono della parola, rispetto a specifiche associazioni con il luogo.

Nell’ultimo libro della Saga, I doni della Morte, la Rowling avrebbe voluto inserire un lato più piacevole di zia Petunia, nel momento del saluto, diventato un addio, a Harry, ma la coerenza con il personaggio e l’orgoglio che avevano sempre caratterizzato la Dursley hanno preso il sopravvento. Grazie alla nostra scrittrice/mamma/zia, che ci fornisce ogni tanto questi specchi del mondo che ancora oggi amiamo con tutto il cuore!

– Lidia Marino – 

Rispondi