Miti di Teen Wolf: Lupi mannari

Benvenuti a una nuova rubrica settimanale, questa volta dedicata a una serie conclusa nel 2017 e ispirata al film degli anni Ottanta Teen Wolf (Voglia di vincere). Nonostante l’omonimo titolo, la serie realizzata da Jeff Davies non mette in scena un solo tipo di creatura soprannaturale. Sono diversi i miti di Teen Wolf: lupi mannari, banshee e kitsune convivono in relativa tranquillità a Beacon Hills, scontrandosi però con i numerosi esseri mitologici che vogliono rendere la loro vita un vero inferno. A quali culture appartengono queste creature? Chi sono le bestie leggendarie a cui si ispirano?

A essere presi in esame oggi sono i lupi mannari, che in Teen Wolf si dividono in tre categorie principali: Alpha, Beta e Omega. I primi rappresentano i capobranco, i lupi più forti e in grado di guidare i loro compagni Beta; per diventare Alpha bisogna ucciderne un altro e questo significa che qualunque Beta potrebbe prendere il loro posto; inoltre gli Alpha sono i soli a potere trasformare un umano in lupo mannaro. Gli Omega sono invece i lupi che vivono senza un branco e che per questo possono essere discriminati. Scott, il protagonista della serie, è inizialmente un Beta, ma grazie all’esperienza diventa un True Alpha, essere quasi leggendario: non ha dovuto uccidere nessuno per raggiungere quel rango, ma l’ha ottenuto dimostrandosene degno tramite azioni valorose e onorevoli.

Non sempre un umano si trasforma in lupo attraverso il morso di un Alpha. La famiglia Hale, a cui appartiene Derek, mentore di Scott, è composta da generazioni di lupi mannari; la madre di Derek, inoltre, era una Mutaforma, ossia capace di trasformarsi completamente in lupo e proprio per tale motivo veniva rispettata dagli Alpha e dai Beta di tutta la contea.

Cosa distingue un lupo mannaro da un licantropo? Secondo diverse leggende, i lupi mannari sono uomini trasformati contro la propria volontà e costretti a diventare feroci predatori durante le notti di luna piena, mentre i licantropi ereditano il potere di mutarsi nella forma animale quando lo preferiscono. I lupi di Teen Wolf sono quindi un’unione tra lupi mannari e licantropi: possono trasformarsi quando vogliono, sono sempre in possesso di forza e velocità straordinarie e i loro poteri si amplificano in presenza della luna piena, che tuttavia agli inizi rischia di fare perdere il controllo delle proprie azioni, accrescendo la violenza e la rabbia della creatura.

Molte culture tramandano storie legate ai lupi, ma spesso l’origine della licantropia viene attribuita al personaggio di Licaone, leggendario re di Arcadia. Secondo un mito egli accolse nel proprio palazzo Zeus e gli diede da mangiare carne umana; per tale affronto, il dio lo trasformò in un lupo. Se la mitologia greca aveva una visione non molto positiva del lupo, tutto il contrario accadeva a Roma: la lupa fu colei che allattò Romolo e Remo e per questo è ammirata e usata come simbolo di forza. Tra i miti nordici, invece, spicca la figura di Fenrir, feroce figlio di Loki dalla forma di lupo, ma in grado di parlare; è al suo personaggio che deve il nome Fenrir Greyback, lupo mannaro privo di scrupoli della saga di Harry Potter.

Nel Medioevo gli umani si interrogarono sulle possibili cure per la licantropia, ma anche sul modo in cui diventare un lupo mannaro – attraverso un morso o l’uso della magia. Se non era possibile curare un lupo, si poteva dare fuoco alla sua forma umana oppure ucciderlo utilizzando armi d’argento o aconito. In Teen Wolf alcune di queste pratiche vengono riconosciute ed è interessante la spiegazione relativa all’argento: la leggenda è dovuta agli Argent, stirpe di cacciatori francesi.

I licantropi esistono davvero? Sì. Si parla di “licantropia clinica” quando una persona soffre una determinata condizione che nei casi più gravi la spinge al delirio e alla brama di sangue e carne cruda, mentre in quelli più leggeri e diffusi vede improvvisi attacchi di violenza, la dilatazione delle pupille e un aumento del calore corporeo; è proprio quest’ultimo alla base di molte storie legate ai lupi mannari, uomini che d’improvviso si lanciavano nei fontanili per placare l’insopportabile bollore del corpo.

Di quanti aspetti eravate già a conoscenza? Appuntamento alla prossima settimana con una nuova creatura di Teen Wolf.

– Sara Carucci –

Rispondi