Milka – Ho visto una mucca viola

Latte e cacao, è senza dubbio un connubio d’eccellenza, ma sapete queste due semplici parole se mischiate tra loro a cosa possono dare vita (oltre ad uno dei cibi più amati al mondo)?

Nel 1901 Philippe Sushard aggiunge il latte alla sua produzione di cioccolato svizzero, creando il marchio Milka – proprio dalla combinazione delle parole Milch e Kakao – le inconfondibili tavolette dalle confezioni lilla che tutti conosciamo molto bene. Ma perché proprio il viola pastello? Vi siete mai chiesti il motivo di questa insolita scelta?

Molte spiegazioni potranno metter luce a questa bizzarra questione. Strategia di marketing, molti sostengono. Passando nel reparto dolciumi del supermercato se ben notate il lilla risalta sempre ai nostri occhi, immerso tra tutte le altre marche di cioccolato, che vanno dal marrone, al nero e al beige.

Se però torniamo un attimo indietro, negli anni Settanta quando il marchio diventa indipendente e conosciuto a livello europeo, troviamo l’artefice di tutto ciò. Si chiama Sandor Szabo, che tramuta la già famosa mucca delle Alpi, logo della marca da vent’anni, da anonima dispensatrice di pregiato latte per la produzione di tavolette, in vero e proprio mito: una mucca pezzata di viola, con la scritta bianca in corsivo Milka su un fianco.

L’idea piace tantissimo quando Szabo la propone, così la mucca lilla diventa la star assoluta della nuova campagna pubblicitaria del prodotto. È proprio l’agenzia pubblicitaria Young & Rubicam (conivolta nel lancio della “Campbell’s  Soup” di Andy Warhol) a volere una mucca dello stesso colore delle confezioni Milka, e il gioco è fatto. La prima mucca realmente apparsa nello spot di chiamava Adelaide, e da lei in poi ne vengono usate circa una ventina , portando il marchio ad un immenso successo. L’immagine è rilassante e rassicurante: una tenera mucca pascola in prati incontaminati, nel fresco clima alpino, trattata con amore dal suo pastore. Non può che produrre un latte eccezionale, così da rendere la cioccolata eccezionale. Chi non vorrebbe riempire interi carrelli della spesa solo di quello? Non solo, negli anni la Milka produce moltissime varianti della sua cioccolata: biscotti, barrette, snack, combinazioni con altri cibi Mondelez (multinazionale a cui appartiene). Ancora una volta ci hanno catturato, con un po’ di lilla, con assoluta semplicità.

– L’Inattendibile Parola –

Rispondi