L’occhio di Medusa: commento Pretty Little Liars 6×20

L’occhio di Medusa: commento Pretty Little Liars 6×20

La sesta stagione di Pretty Little Liars si è conclusa con un episodio meraviglioso. Parliamoci chiaro: non stiamo commentando la serie tv per eccellenza. È una serie trash-mistery-adolescenziale con mille buchi di trama e mille domande che rimarranno in sospeso; sulla base di ciò, e della piattezza di questa seconda metà di stagione, si può affermare che il season finale è stato una bomba. Perché? Ve lo spiego subito.

Nuova immagine bitmap (3)

Veronica Hastings ha vinto le elezioni. Da grande e gloriosa monarca, la madre di Spencer è riuscita a battere la sua avversaria, ma seguire le avventure delle Liars ci ha purtroppo impedito di vedere il momento esatto della sua vittoria; ho comunque udito chiaramente Chris Pratt cantare Catch Your Dream sbagliando set. La festa in onore di Veronica si è tenuta al Radley e ha partecipato anche Toby, che ha applaudito felice la ex suocera. Passi la sua presenza nella festa dell’avversaria della sua effettiva suocera, passi farsi evidentemente vedere dalla stampa, ma essere felice per la sconfitta della madre di Yvonne?

Toby ora indossa gli occhiali. Dato che Liam sembra prossimo a uscire dalla serie, dovevano rimpiazzarlo con un altro personaggio con occhiali più o meno sexy e hanno scelto Toby perché, a differenza delle altre coppie, lui e Spencer non hanno avuto un ritorno di fuoco, ma solo un riavvicinamento. E tutto poteva apparentemente scaturire solo con uno sketch sui suoi nuovi occhiali. I due vorrebbero restare soli, Toby litiga perfino con Yvonne perché non può dirle cosa deve fare la sera delle elezioni, ma c’entra la sua ex ragazza – che, ricordiamo, lei e il resto del mondo credono avere divulgato la storia sul suo aborto – però il Fato, nelle vesti della magnifica Mona, è contrario e decide di unirsi a loro. Sono convinta, a proposito, che la settima stagione si rivelerà essere un gioco mortale tra Mona e Sara.

Aria ed Ezra hanno finito quella rottura di libro. Ultime pagine scritte, ultimo pianto fatto da Ezra, romanzo adorato dall’editrice… Non si poteva che festeggiarlo facendo sesso sfrenato – sono riusciti perfino a dimenticarsi di usare il divano. Ciao, Liam, ciao, Nicole, gli Ezria ritornano in pista. La parte restante della loro storyline è legata a Caleb, che hanno contagiato con la loro stupidità.

L’appartamento di Lucas è il nuovo Brew. Hanna si è trasferita lì, Emily ci dorme di tanto in tanto, Caleb costruisce una recinzione elettrificata in salotto… casa dolce casa. I tre mettono in atto il loro piano, piazzano recinzione, faretti e macchina fotografica, pronti per ciò che li aspetterà la sera delle elezioni; Hanna è nel panico e la situazione drammatica fa partire un flashback, ambientato nell’appartamento condiviso a New York con Caleb. E adesso arriva la parte migliore.

Nuova immagine bitmap (2)

Haleb are back. Perfetto, per me la puntata poteva anche concludersi così, finale di stagione e pure di serie, il loro bacio mi ha ridato la speranza di credere nell’amore e negli unicorni e mi ha resa tanto, tanto felice. Gli Spaleb piacciono, ci dovrebbe essere una buona intesa tra loro, entrambi molto intelligenti, ma la maggior parte del tempo li inquadrano a letto insieme. Quindi… è solo una questione di ragazzi sexy? Lo sono, e il sedere di Caleb è stata la seconda grande gioia della puntata, ma la terza è stata il “Ti amo” senza risposta di Spencer a Caleb.

Tutta un’altra storia per il “Non ho mai smesso di amarti” di Hanna. La ragazza gli spiega che quando lui, stanco di essere sempre messo al secondo posto rispetto al lavoro, l’aveva minacciata di lasciare l’appartamento e di non tornare mai più se Hanna fosse partita per Tokyo, uscendo in fretta e furia non aveva potuto vederla correre sotto la pioggia per tornare al loro nido, al loro amore, alla ship per cui perderò la ragione. Nonostante l’idiota, Hanna non ha mai smesso di amare Caleb e quando glielo dice lui le afferra il volto, la guarda negli occhi e lentamente le dà il bacio più dolce del mondo… interrotto da quella rottura di scatole degli Ezria. Ma tornate al vostro libro, accidenti!

Alison vede la gente morta. E chiama Emily per non rimanere a casa da sola mentre Elliot è a Chicago. Il suono di un carillon la sveglia durante il riposino pomeridiano, Ali sale in camera a controllare e sulla soglia si ritrova Jessica DiLaurentis versione zombie. Lo ammetto, avevo visto un horror coreano poche ore prima, ma quell’apparizione mi ha fatta saltare molto più di una Samara dai capelli bianchi! Sarebbe potuta andare peggio solo con la Tanner, ma senza bisogno di truccarla. Non è finita lì, perché nel lettone con Ali si infila anche il detective Wilden. La ragazza ha molte – innumerevoli, imperdonabili – colpe, ma non si ricorda di avere ucciso la madre e Wilden, che sembrano tuttavia tornati dalla morte per portarla con loro negli Inferi. Emily cerca di calmarla, la ritrova fuori di testa in chiesa, il luogo con più omicidi nella storia di Rosewood e quindi il migliore per nascondersi, ma alla fine l’unica cosa che riesce a farla sentire al sicuro è un ricovero volontario nell’ospedale psichiatrico in cui era stata internata Charlotte.

Nuova immagine bitmap

La cui vera madre si chiama Mary Drake. E iniziamo ora il racconto delle due identità segrete che sono state rivelate, lasciando da parte le teorie che ora possono forse riguardare solo l’assassino di Charlotte Drake.

QUAL È LA STORIA DELLA GEMELLA?

  • Mary Drake era una paziente del Radley quando diede alla luce Charles. Per non farlo vivere in un ospedale psichiatrico, il bambino viene adottato da Jessica e Ken DiLaurentis, i suoi zii – e allora Jessica non mentì più tanto quando, anni dopo, portò Jason e Alison alla festa del “cuginetto”.
  • Charles dà segni di squilibrio, mette in pericolo la vita della vera figlia dei DiLaurentis e viene quindi ricoverato al Radley dal padre adottivo; Jessica, la sorella gemella di sua madre, si è già molto affezionata a lui e continuerà a prendersene cura.
  • Dopo che Charles è diventata Charlotte ed è stata ricoverata per il rapimento delle Liars, comincia a prendersi cura di lei il dottor Elliot Rollins, che si innamora della ragazza, probabilmente ricambiato. Resta accanto alla famiglia DiLaurentis seducendo Alison e insieme riescono a far uscire Charlotte.
  • Quando Alison rivela a Charlotte di avere una storia con il suo medico, la cugina si arrabbia e lascia la casa – per incontrare Mona o altri – e non ne fa più ritorno.
  • Alison eredita così la sua parte della Carissimi Group, mentre Elliot e Mary, che per un motivo a noi ancora ignoto si conoscono già, covano vendetta nei confronti dell’assassino di Charlotte; decidono al contempo di non esporsi perché nessuno sa dell’esistenza di Mary, che potrebbe nascondersi anche per avere ucciso la sorella Jessica: ecco chi poteva trasportare l’auto del Radley vista fuori dalla casa infestata nell’episodio di Halloween della seconda stagione, lo stesso in cui appaiono le due gemelle. Forse, a differenza della storia raccontata da Alison, una delle due non uccise l’altra, ma la ferì tanto gravemente da essere internata; una volta tornata a Rosewood, Mary ha portato a termine l’omicidio di Jessica.
  • Elliot decide di continuare la messinscena con Alison e la sposa per ottenere ora il 51% della Carissimi Group; manca ancora qualcosa per rendere il piano perfetto e l’opportunità si presenta quando la ragazza cade dalle scale o viene spinta dal marito e rimane una notte in ospedale. Entra così in scena Mary, che si finge un amorevole Jessica; Alison sembra essere caduta nel tranello, perciò il piano può essere portato avanti.
  • Il giorno delle elezioni, Mary si finge di nuovo la defunta sorella, questa volta tornata dal mondo dei morti, mentre Elliot usa un’altra maschera dal suo arsenale – era già stato un vecchietto e una cameriera del Radley – e si traveste da Wilden. Alison, fuori di sé, decide di farsi ricoverare per un tempo deciso unicamente dai medici, e non dal suo volere, e questo permette a Elliot di ottenere il pieno controllo delle sue finanze.

Nuova immagine bitmap (4)

COME SI CONCLUDE IL PIANO DI HANNA?

  • Caleb aveva preparato il terreno: recinzioni, fotocamere, una stanza del Lost Wood Resort chiusa dall’interno e con le finestre sigillate… niente poteva andare storto. Ma lavorava con Aria ed Ezra.
  • Quando i tre odono un rumore, non si dividono, lasciando uno di loro a sorvegliare da lontana Hanna, ma corrono verso la macchina fotografica e vengono inondati dalle luci dei faretti, che li disorienta.
  • Hanna non è più lì: non riescono a capire dove sia finita finché non trovano una botola nascosta nella stanza.
  • Disperati, corrono comunque a controllare le immagini delle telecamere di sorveglianza installate da Caleb e scoprono… Mary Drake. Che scambiano per Jessica DiLaurentis, dal momento che per ora a sapere dell’esistenza di Drake, e non della sua parentela con la madre di Alison, sono solo Spencer, Toby e Mona.
  • La presenza di Mary ed Elliot a casa DiLaurentis fa pensare che non si siano occupati loro di Hanna, ma che sia un terzo complice quello che trascina la ragazza svenuta nella chiesa di Rosewood e che invia poi un messaggio alle Liars firmandosi A.D. – che potrebbe stare per “Alison DiLaurentis”, visto che il primo A parlava come se fosse lei: l’idea di partenza quindi rimane.

Concludo ricordandovi le somiglianze con Hush… Hush, Sweet Charlotte di cui avevo parlato nello scorso commento: una parente della protagonista cospira insieme a un uomo per farla ricoverare in manicomio. Non si trattava di Charlotte, bensì di Alison, ma la citazione presente già nel titolo è stata ben rappresentata.

Ci vediamo a giugno con le Liars e ad aprile con Game of Thrones!

Bye bye, bitches.

– Medusa –

Rispondi