L’occhio di Medusa: commento e teorie Pretty Little Liars 7×10

L’occhio di Medusa: commento e teorie Pretty Little Liars 7×10

Pretty Little Liars torna ad aprile. Per la seconda metà dell’ultima stagione. Quindi la recensione non sarà per niente piena di gioia… anche perché, come mid-season finale, non è stato al pari dei precedenti – non di tutti, però, per fortuna. Cominciamo con il porci qualche domanda esistenziale.

1) Come ha fatto Emily a lasciare il telefono nella nursery dell’edificio abbandonato, se non lo ha usato?

2) Perché Emily si sente in dovere di giustificarsi con Paige, in merito ad Alison, e non con la sua ragazza Sabrina? E perché, in generale, ha dimenticato l’esistenza di Sabrina?

3) Come può un’ascia arrugginita risultare tanto affilata?

Queste sono state solo alcune delle domande che, nonostante il trash tanto amato, non hanno potuto evitare di occuparmi la mente – almeno finché non ho visto Caleb e Hanna fare cosacce bellissime. Come al solito, fingiamo di andare con ordine.

Le Liars sono sulle tracce di Hanna, credono che si stata rapita da Noel, lo dicono alla polizia, Mona la recupera e l’aiuta a trovare una scusa. Poi Mona non servirà più, ed ecco sopraggiungere un’altra domanda: perché, se Caleb per lavoro ha l’accesso ai filmati di videosorveglianza, non si è separato da Mona per andare lì a spiare Jenna? Due persone che si detestano e passano del tempo insieme non destano sospetti, sembrerebbe – a tutti, ma non a Sidney, che impersona Jenna e fa perdere tempo a entrambi.

pretty little liars noel khan

Hanna, dicevamo, prende un campione di DNA da Noel, lo confronta con quello di Mary Drake e scopre che non sono parenti; il ragazzo si libera, forse grazie a Jenna, e minaccia le Liars di diramare il filmato hard girato da Hanna se non gli consegneranno la penna USB, che nel frattempo lei si era ripresa. Si danno appuntamento in un edificio abbandonato, quello dell’ascia e del cellulare, ma a questo torniamo dopo.

Prima c’è la vita privata delle Liars. Aria attende che Ezra torni a casa dalla Colombia, ma dalla televisione apprende che Nicole è stata ritrovata viva e li vede abbracciarsi, una reazione più che naturale, ma apparentemente insopportabile per lei; Ali si sente nauseata dalla presenza di Paige, per poi scoprire che in realtà era nausea mattutina ed è incinta, quindi Emily le rimane accanto, si fa baciare e passa la nottata con lei – Sabrina chi? Brutta storia per gli Spoby, che si salutano con un ultimo bacio prima che Toby e Yvonne si trasferiscano dalla signora Fletcher: neanche il tempo di arrivare e i due hanno un incidente che, nonostante il tweet di Keegan Allen, si spera non essere mortale. No, eh.

pretty little liars alison emily emison

Torniamo alla casa abbandonata. Scene tragicomiche tra una Jenna che, usando solo il fiuto, cerca di sparare alle Liars puntando sull’odore di sangue e paura e un Noel che, armato di un’ascia bipenne presa in prestito da un armatura, si fa spingere sopra la lama e viene decapitato. Eri bello, Noel, ma il trash non perdona. Jenna, come da copione, non preme il grilletto, ma lo fa A.D. e Spencer ci rimane quasi secca; Mary interviene, si avventa su Jenna – che viene poi rapita o tratta in salvo da A.D. – e cerca di soccorrere Spencer… sua figlia.

Tutto quadra:

  • Spencer era già stata al Radley prima di esservi ricoverata dopo la presunta morte di Toby, ha dei ricordi;
  • ha sempre sofferto di disturbi psichici, proprio come la sua vera madre;
  • ha avuto un rapporto “privilegiato” con Mary, con cui ha avuto molte più scene delle altre Liars;
  • Peter non riesce proprio a tenerlo nei pantaloni.

Potrebbe sembrare una rivelazione scontata, ma in realtà è bello scoprire che, dopo sei stagioni e mezza, finalmente una delle Liars si rivela la persona che stanno cercando.

pretty little liars spencer mary drake

Quindi, a conti fatti, la situazione di Spencer è questa: sorellastra di Melissa e Alison, sorellastra e cugina di Jason e sorellastra di Charlotte, che credeva cugina. Chiamate Olenna Tyrell, per favore.

Ma ora concentriamoci sul vero evento della puntata: il ritorno degli Haleb. Che sa di dolceamaro, dopo il discorso che un Caleb piagnucolante aveva fatto a Spencer, ma vogliamo davvero metterlo a confronto con quello rivolto a Hanna, arrabbiato, deciso e perfetto per lei? Non parla di amore in senso lato, parla di Hanna, delle sue strane abitudini e dell’incapacità di ammettere che sono destinati a stare insieme – e affermarlo per poi parlare del latte scaduto nel frigo è un tocco di classe. Bentornati, Haleb!

Il momento teorie è di nuovo una sequela di domande: che ruolo ha la losca Sabrina in tutto questo? Jenna lavora per A.D. senza sapere la sua identità, come aveva fatto Mona per Charlotte? Il figlio di Ali potrebbe essere di Emily (con Marlene c’è da aspettarsi anche questo)? Perché Lucas continua a sembrarmi un sospettato, ma non l’assassino? Chi ce l’aveva così tanto con Spencer da spararle? Dato che, stando a quanto ha affermato Marlene, la storyline di Spencer è ispirata a quella di un altro personaggio nei libri, è possibile che sia lei e non Ali ad avere una gemella? E chi è suo padre, Peter Hastings o un altro? È lo stesso di Charlotte?

pretty little liars hanna caleb haleb

Abbiamo fin troppi mesi per pensarci sopra. Vi saluto ricordandovi che fra tre settimane torneranno Scream Queens e le nostre teorie, se avete voglia di scervellarvi su qualcos’altro.

Bye bye, bitches.

– Medusa –

Rispondi