L’esordio di Matthew Weiner con il romanzo Heather, Più di tutto

Matthew Weiner, il creatore di Mad Men e sceneggiatore de I Soprano, esordisce nel mondo della letteratura con un thriller psicologico, intitolato Heather, Più di tutto. Il romanzo tratta la storia di Karen e Mark Breakstone, la tipica famiglia americana perfetta, con lei bella e pronta a rinunciare a tutto per fare la madre e lui di successo nell’ambito finanziario, ma poco brillante. I due hanno una bambina bella e intelligente, Heather, che diventa il centro delle loro esistenze, tanto da focalizzare su di sé le intere vite dei genitori, che per il resto presto non avranno più nemmeno l’amore a legarli. Parallelamente alla storia dei Breakstone c’è quella di Bobby, un ragazzo cresciuto in una famiglia povera e violenta, che trova lavoro come operaio edile per la ristrutturazione del palazzo in cui vive la famiglia. L’incontro casuale con Heather genera in lui una vera e propria ossessione.

Weiner riesce a creare un ottimo noir, grazie al suo già sperimentato talento nelle descrizioni dei personaggi, nel mettere nero su bianco caratteri realistici, interessanti e ben dettagliati. Con il suo primo romanzo, dunque, Weiner conferma la sensibilità per il dettaglio capace di illuminare un destino dimostrata in Mad Men. Un romanzo particolarmente altisonante, accompagnato dai quotes di James Ellroy e Nick Cave che mettono in risalto l’intensità della storia e del modo in cui viene raccontata: “Prima di arrivare al cuore del libro, ogni personaggio deve passare sotto l’affilatissima lama della scrittura di Weiner in un crescendo degno di un quadro di Bosch”.

Spero di avervi messo curiosità, perché io lo leggerò di sicuro!

– Lidia Marino – 

Rispondi