Le star delle serie tv: Ian Somerhalder

Occhi azzurri, sorriso sornione, ha fatto sospirare migliaia di ragazze per otto anni con il suo ruolo da “bello e dannato” in The Vampire Diaries, ma per me – nonostante abbia seguito tutta la serie di vampiri – rimarrà sempre più simpatico come Boone di Lost, il primo personaggio a lasciare il gruppo di sopravvissuti nella prima stagione. Parliamo, dunque, delle cinque curiosità su Ian Somerhalder.

1. Ambientalista.

Chiunque conosca Ian Somerhalder sa anche della sua appassionata campagna per l’ambiente. Diventato ambasciatore delle Nazioni Unite, ha creato nel 2010 una propria fondazione che si chiama “IS Foundation”, che si preoccupa di educare i giovani. Sul sito della fondazione si legge: “Non c’è alcuna distinzione tra i vari organismi viventi: alberi, fiumi, animali ed esseri umani. Siamo tutti un unico organismo interdipendente”. Se lo seguite sui social network è sempre molto attento ai messaggi che la sua popolarità gli permettono e non perde occasione per trasmettere i propri ideali e per combattere per le cose che ritiene giuste e importanti.

2. Animalista.

Proprio collegandoci al primo punto, Somerhalder è un grandissimo amante degli animali, soprattutto dei gatti: ne ha tre e uno di questi l’ha trovato sul set di Lost. Ha anche un cane che si chiama Nietzsche, come il filosofo che lui ama tanto. Non sopporta chi odia gli animali e tutte le sue relazioni sentimentali hanno sempre reso implicito che anche a loro non solo piacessero, ma li amassero come fa lui. Ha confessato, inoltre, che se non fosse diventato attore, avrebbe volentieri intrapreso la carriera del biologo marino.

3. Ian e il cibo.

Oltre a recitare e a preoccuparsi per il mondo, l’attore si diverte molto tra i fornelli, ammettendo di essere piuttosto bravo a preparare vari piatti, anche elaborati. Ama molto la buona pizza e insieme ai suoi fratelli ha aperto una pizzeria chiamata McClain’s Pizzeria in Hailey, Idaho. Tuttavia sostiene anche di avere delle abitudini alimentari molto precise e un po’ bizzarre: mangia ad ogni ora e il martedì non mangia mai mandarini (anche se questo particolare sembra essere “frutto” di uno scherzo”. Ogni volta che può mangia una ciotola di cereali Captain Crunch, che definisce il suo “guilty pleasure food”. Se potesse però scegliere l’ultimo piatto della sua vita vorrebbe che fosse il Gumbo. Si tratta di una pietanza originaria della Louisiana, paese in cui è nato.

4. Curiosità Random.

La sua ossessione cinematografica è Cary Grant e ha visto Scandalo a Filadelfia almeno cinque volte negli ultimi tempi. Il suo sport preferito è il calcio: è cresciuto giocandoci e quando si è trasferito in Europa a sedici anni è diventato una parte importante della sua vita. La sua ossessione musicale è la canzone dei Radiohead Karma Police, perché il nome gli ricorda una storia relativa all’appartamento dove viveva. Ian è un fissato con la pulizia e ha confessato di farsi la doccia tre volte al giorno. Il primo bacio di Ian è stato in quarta elementare su di una pista da pattinaggio.

5. Molto attivo sui social.

Come ho detto prima, è molto semplice trovare Somerhalder sui social network e questo è per un obiettivo molto preciso, che è proprio quello di utilizzare la propria fama per sensibilizzare i suoi fan alle cause a lui più care. Su Twitter ha più di sei milioni di follower. Su Instagram sono più di 8 milioni e anche la pagina di Facebook ne ha di 17 milioni. Ma, se non dovesse bastarvi, è anche su Snapchat con il nickname @IanS78 e su Google +!

– Lidia Marino –

Rispondi