Le più famose storie d’amore tra attori del Cinema

Si sa, quando si diventa celebri non si riceve soltanto tanti applausi, un bello stipendio e l’eternità, ma anche una grandissima attenzione per la propria vita privata. In numerose interviste odierne potrete leggere una quasi spasmodica ricerca delle giovani leve di mantenere segreti i propri rapporti, le proprie relazioni, nonché i propri errori, lottando contro la stampa, che nel gossip affonda le proprie radici. Del resto, a chi di noi non è mai capitato, guardando un bellissimo volto in un film, di chiedersi quale siano i suoi veri gusti, come trascorra le giornate e sia effettivamente una persona che ci piacerebbe conoscere o meno? La curiosità fa parte dell’essere umano, così come i paparazzi fanno parte dello scotto della notorietà. Alcuni allentano tale tensione tramite social network, permettendo ai fan di sapere – tramite foto o post – cosa il loro idolo stia facendo in questo o quel momento, dando loro l’illusione di partecipare un po’ alla sua vita: è un metodo che ritengo furbo, perché non consegna alla massa ciò che è realmente privato, ma accontenta la domanda del pubblico, scoraggiando anche la ricerca spasmodica dei giornali, nella maggioranza dei casi. Ma nel caso di queste, che sono tra le più famose storie d’amore tra attori del Cinema, gli stessi protagonisti hanno dato legno da ardere al gossip.

Richard Burton ed Elizabeth Taylor1Non potevo che iniziare con una delle più celebri storie d’amore di tutti i tempi, che ha visto questa bellissima coppia di attori amarsi, litigare, amarsi di nuovo e poi decidere di separare le proprie strade sotto gli occhi di un attento pubblico. La coppia si è conosciuta sul set del film Cleopatra nel 1963 (tra l’altro, se non l’avete visto, correte a comprarlo) e, nonostante all’epoca fossero entrambi sposati, si sono subito invaghiti l’uno dell’altra, portandoli a interrompere le precedenti relazioni e a legarsi in matrimonio. Potete immaginare lo scalpore che ciò fece all’epoca, in un periodo in cui l’adulterio e il divorzio erano ancora condannati non solo dal “comune senso del pudore”, ma anche dai codici penali di diversi Paesi (come l’Italia). Nonostante questo e le difficoltà, i due riuscirono a stare insieme, ma i loro rispettivi caratteri focosi li portarono ad un divorzio, mentre il loro amore a riprovarci, purtroppo fallendo. Nonostante i due non si siano più sposati, Burton scrisse fino alla sua morte lettere alla Taylor, con contenuti da lacrimoni, vi assicuro (“Certamente sai quanto ti amo, certamente sai quanto male ti faccio. Ma il fatto fondamentale, più cattivo, ingiusto, criminoso e innegabile, è che noi non ci comprendiamo mai… viaggiamo su diverse lunghezze d’onda. Tu sei più distante di Venere – il pianeta intendo – e io sono totalmente sordo alla musica delle sfere celesti. Ma una cosa è innegabile. Ti amo e ti amerò per sempre. Torna da me prima che puoi”), e anche lei continuò a ripetere la stessa frase, dopo la morte dell’uomo: “Richard è stato il più grande amore della mia vita. Ho sempre pensato che ci saremmo sposati per la terza e ultima volta. Ci siamo amati disperatamente”. Capite perché mi viene da piangere?

Roberto Rossellini e Ingrid Bergman 2

Un’altra celebre coppia l’hanno formata il regista italiano Rossellini e l’attrice Bergman, tanto chiacchierati a causa dei precedenti matrimoni di entrambi. Tutto tra di loro nacque con una deliziosa lettera dell’attrice a Rossellini: “Caro Signor Rossellini, ho visto i suoi film Roma città aperta e Paisà e li ho apprezzati moltissimo. Se ha bisogno di un’attrice svedese che parla inglese molto bene, che non ha dimenticato il suo tedesco, non si fa quasi capire in francese, e in italiano sa dire solo ‘ti amo’, sono pronta a venire in Italia per lavorare con lei.” Il maestro del Neorealismo non esitò a scritturare l’attrice svedese per il suo nuovo progetto e le propose di figurare nel primo capitolo di quella che sarà poi la cosiddetta Trilogia della Solitudine. Tra i due sul set nacque l’amore e ciò portò la stampa a godere di incredibili titoli, dato che Peter Lindstrom, il marito della Bergman, chiese il divorzio ottenendo l’affidamento della figlia, e la Magnani, compagna di Rossellini, si “vendicò”, girando in quella stessa estate (1949) il film Vulcano, con Rossano Brazzi, che l’anno dopo fu presentato a Roma contemporaneamente a Stromboli, terra di Dio. Ad ogni modo, con la nascita dei primi figli della coppia, entrambi riuscirono a rientrare nelle simpatie di pubblico e stampa e l’attrice nel 1956 vinse anche il suo secondo Oscar come Miglior attrice. Purtroppo anche l’unione tra questi due grandi si fece burrascosa: il regista romano partì per l’India con l’intenzione di realizzare un documentario (L’India vista da Rossellini) e tornò in seguito con una nuova compagna. L’attrice continuò ad avere grande successo e si risposò nel 1958.

Arthur Miller e Marilyn Monroe3Ok, ho una passione per le storie d’amore tormentate, cosa posso farci? Parliamo qui della relazione nata tra lo scrittore  Arthur Miller e la biondissima attrice Marilyn Monroe. I due si conobbero ai tempi del film L’affascinante bugiardo e si sposarono con cerimonia civile il 29 giugno 1956 e con cerimonia ebraica due giorni dopo. Tale unione portò la stampa a definire il loro rapporto come “inconcepibile”, secondo sola a quello di “un gatto con un gufo”. Nel 1958 la Monroe manteneva entrambi, oltre a pagare gli alimenti all’ex moglie di Miller… come se questo non bastasse a minare il loro matrimonio, la coppia subì tre aborti, che portarono l’attrice ad una depressione sempre più cupa e all’uso di droghe ed alcol. Dopo aver girato Gli spostati – una sceneggiatura scritta come regalo per lei – i due si separarono definitivamente. Dopo la morte della Monroe, Miller scrisse una biografia della diva, dal titolo Io la conoscevo. “Era l’essere più poetico che avessi mai incontrato. Diceva cose bellissime sulla vita”.

Brad Pitt e Angelina Jolie5

Passiamo a una storia più recente e conclusa positivamente (oddio, almeno spero… non fate scherzi, avete quattordici figli!): quella tra i due bellissimi attori Brad Pitt e Angelina Jolie. Il loro rapporto nasce sul set del film Mr & Mrs Smith ed è subito passione… e gossip. La stampa infatti si getta subito sulla loro succosa storia, che porta Brad a lasciare Jennifer Aniston qualche anno dopo e a rendere la loro relazione ufficiale nel 2006, quando la Jolie annuncia di aspettare un figlio da Pitt. Da allora tanti figli e una passione per i progetti umanitari che li accomuna e li rende uniti più che mai. Sul marito, la Jolie ha dichiarato: “Dopo tutti questi anni, abbiamo una storia comune, e quando dividi una storia con qualcuno, gli sei anche amico in una maniera così sincera e profonda che ti dà conforto, sollievo e un amore grande che nasce dall’averne passate tante insieme”, mentre lui di lei non fa altro che ripetere quanto sia fantastica e quanto sia fortunato ad averla con sé. Sono super dolcissimi, dai.

Voi cosa ne pensate? Qualche altro esempio?

– Lidia Marino –

Rispondi