Le leggende sui vip

Si sa, viviamo nell’era delle fake news. O per meglio dire: nell’era in cui il confine tra informazione e narrazione si è così assottigliato da renderne difficile la distinzione. Ma le leggende sui vip morti o presunti tali sono una solida realtà ormai da decenni. Che dico? Da secoli!

Durante gli anni 80 del Settecento infatti uscirono dei libri, scritti dalla contessa Jeanne Valois de la Motte, che presentavano un ritratto a tinte fosche della vita a Versailles, soprattutto della regina Maria Antonietta, descritta come una viziosa insaziabile, tanto di uomini quanto di donne. Il libro, e le illustrazioni che nulla lasciavano all’immaginazione, contribuirono in modo considerevole ad erodere l’idea di sacralità che proteggeva la famiglia reale; molti storici concordano sull’idea che quei libelli diffamatori furono il preludio alla rivoluzione e alla messa a morte dei sovrani di Francia.

Le “prove” della razza di Michelle

Quindi chi crea la fake news e perché? Le fake news in generale vengono create per screditare o diffamare l’avversario.

Su questo filone abbiamo: Michelle Obama, ermafrodito rettiliano. Tutto nasce dalla squallida battuta di un comico, ma poi certa gente l’ha preso sul serio e… Lady Gaga, creatura aliena satanista che avrebbe preso le sembianze di una pop star per influenzare le coscienze delle masse. Ah, già! Fa anche parte della massoneria. Mamma mia, che vita impegnata!

Ma la maggior parte delle leggende sui vip sono innocue, nel senso che riguardano parentele, vita sessuale e presunte morti-non morti. Questo è un filino ricchissimo che gode anche dello spin-off “Sosia di vip morti”.

Eccovi un elenco di vip ritenuti omosessuali:
George Clooney
Maria de Filippi
Paola Barale
Cristiano Ronaldo
Paola e Chiara (combo lesbiche + incestuose)
Brad Pitt
Cristina D’Avena (che secondo alcuni sarebbe  un trans!)
E chissà quanti altri.

Paul non è invecchiato, ma rimpiazzato!

Il punto però è questo: E SE ANCHE FOSSE? Cosa cambierebbe? Molte persone si arrogano ancora il diritto di giudicare gli artisti in base alla loro vita privata, che invece non li riguarda neppure di striscio. Fatevi una vita e non perdete tempo a scervellarvi su quella degli altri. Consiglio gratuito.

Passiamo ora alla categoria “Vip Morti sostituiti da sosia”! Il più vecchio e conosciuto è il buon Beatle Paul MacCartney, che sarebbe morto in un incidente d’auto nel lontano 1966. Quindi quello che più o meno conosciamo tutti da una vita sarebbe solo il sosia. Bravino, però, ammazza! Altra leggenda della musica ufficialmente morta, ma ufficiosamente a godersi il sole delle Hawaii è Elvis Presley. Un sito offre 3 milioni di dollari a chiunque lo scovi!

L’enfant prodige Miley Cyrus sarebbe deceduta per un attacco di cuore alcuni anni or sono e prontamente sostituita dalla sosia che evidentemente ogni vip che si rispetti deve tenere nell’armadio. L’affaire Avril Lavigne è ancora più complesso. A quanto pare un internauta burlone avrebbe scientemente creato una falsa leggenda sulla morte e la successiva sostituzione della pop star per vedere chi avrebbe abboccato… beh, ha funzionato! Ora è pieno di gente convinta che Avril sia morta suicida nel 2003 e sostituita da Melissa Vandella.

Quando il Botox ti fa sembrare un’altra persona

Abbiamo poi i redivivi del “Club 27”: Jim Morrison, Janis Joplin, Jimi Hendrix, Jeff Buckley, Kurt Cobain e Amy Winehouse che potrebbero aver scelto di vivere lontano dai riflettori che li stavano distruggendo. Altri leggende del cinema e della musica e della vita mondana in generale che avrebbero inscenato la propria morte per sfuggire alla popolarità tossica, ai processi e alle oscure trame politiche in cui si erano trovati invischiati sono ovviamente Marilyn Monroe, Michael Jackson, Lady Diana e la nostra Moana Pozzi.

Chi invece sembra aver trovato un modo per sfuggire alla Signora Oscura in previsione di un grande ritorno è Walt Disney. Zio Walt dormirebbe come Frey di Futurama nelle viscere di Disneyland. Speriamo di no, visto che altri rumors lo davano come Gran Dragone del Ku Klux Klan! Scopro invece facendo ricerche per questo articolo che alcuni ritengono che Clint Eastwood sia figlio di Stan Laurel! Io ero rimasta a Bruno Vespa figlio segreto di Benito Mussolini.

Leggenda divertente è quella che vuole Marisa Tomei vincitrice di un Oscar per sbaglio. Pare che il presentatore fosse completamente ubriaco e che annunciò per errore la vittoria di Marisa Miglior Attrice per “Mio cugino Vincenzo”. Ecco, a questa posso anche credere, anche perché sennò sta cosa resta inspiegabile…

Quello dietro sembra essere Michael Jackson… se riuscite a vederlo!

Abbiamo iniziato questo articolo parlando delle fake news che di fatto portarono alla morte Maria Antonietta. La maggior parte delle leggende sui personaggi famosi ci strappano un sorriso e forse è così anche per chi queste chiacchiere le subisce. Lo spero e glielo auguro, chè è inutile farsi il sangue amaro per certe cose. Però ecco, alcune accuse sono meno divertenti e più concrete, come abbiamo visto, e possono avere conseguenze (dirette o indirette) davvero mostruose. Non dimenticate mai cosa accadde a Mia Martini solo perché qualcuno con nulla di meglio di fare nella vita mise in giro la voce che Mimì “portava sfiga”.

Le parole hanno un significato e un peso, possono far ridere e possono ferire. Dobbiamo tutti imparare ad effettuare questa necessaria distinzione.

– Monia Guredda –

Rispondi