Le 5 curiosità sulle star: Richard Gere

Sì, cari lettori, oggi parliamo di Richard Gere, l’affascinante attore che ha rapito i cuori di tantissime donne nel corso della sua carriera. Ottenuta la fama internazionale nel 1980, grazie al ruolo da protagonista nel film American Gigolo, ha recitato in diversi film di successo, tra cui Ufficiale e gentiluomo, Pretty Woman, Schegge di paura, La frode, e Chicago, grazie al quale ha vinto un Golden Globe per il miglior attore in un film commedia o musicale e uno Screen Actors Guild Award come parte del miglior cast. E ora ecco le curiosità che lo riguardano!

1. Buddismo. 

L’attore ha incontrato il buddismo a vent’anni, in un periodo della sua vita in cui non si sentiva affatto felice, e nella contemplazione di quel credo riuscì a colmare quel senso di vuoto che avvertiva dentro. Ha parlato varie volte dell’importanza focale di trovare un equilibrio e del suo totale disaccordo nell’uso della violenza, psicologica, verbale o fisica. “Sarebbe bello, anzi, se i capi di diverse religioni che predicano il bene e la fratellanza parlassero tra loro, come il Papa e il Dalai Lama. Potrebbero trovate un modo di aiutare il mondo, per renderlo più saggio, discutere di come rendere più compassionevole l’umanità, meno violenta. Pur venendo da culture diverse potrebbero fare tantissimo, sono all’apice del loro potere e sono personaggi tra i più straordinari che siano mai esistiti”.

2. Very Normal People

Gere non ama definirsi un VIP e anzi ha sempre cercato di “sfatare” il mito dietro il suo nome e la sua immagine. Non si sente diverso da altre persone che passeggiano per strada, lavorano e fanno la spesa e anzi si diverte quando la stampa lo etichetta come sex symbol, soprattutto in età matura. “La gente ha questa folle convinzione che la notorietà ti trasforma in qualcosa di diverso. Non è vero. Le passioni, i desideri, i problemi sono gli stessi. Le differenze che abbagliano i media sono piccole increspature sulla superficie delle nostre vite. Ne ho avuto conferma girando Gli invisibili: ero nella mia New York, ma nessuno mi ha riconosciuto, perché ero vestito da senzatetto. Semplicemente, non mi guardavano in faccia.”

3. Amore per l’arte.

Richard Gere non è solo attore, ma si diletta molto nell’ambito della musica: la tromba è stato il primo strumento che abbia mai imparato a suonare, per poi dedicarsi alla chitarra e infine al pianoforte. Sa cantare discretamente, come ha dimostrato in Chicago, e non gli dispiace passare qualche pomeriggio a disegnare. Sostiene di dover tale amore e passione a sua sorella Susan: “io e lei in passato non facevamo altro che recitare, ballare e cantare. Progettavamo spettacoli per intrattenere fratelli e genitori. Era quello il nostro compito in famiglia. Non avevamo molti soldi per i divertimenti e la tv allora non era granché. Così, dopo cena, mettevamo in piedi uno show.”.

4. Curiosità Random. 

Richard Gere non mangia carne rossa ed è un grande fan del sushi. I suoi genitori hanno entrambi avi arrivati in America con il Mayflower. Ha praticato karate per diversi anni. Gere si occupa da tempo di proteggere i diritti umani in Tibet. Ama molto l’Italia, soprattutto Roma.

5. Amicizia canina.

Vi ricordate il film strappalacrime Hachiko? Ebbene, la scelta di accettare una parte così tanto incentrata sul rapporto tra uomo e cane è stata molto sentita dall’attore, da sempre amante e orgoglioso padrone di questi animali. “In un certo senso è come se avessi voluto girare questo film per mio figlio e per il mio cane. Il regno animale non è un posto semplice: ci sono molte paure, l’angoscia per la sopravvivenza, per il cibo, per trovarsi un posto caldo. Potenzialmente il mondo di noi umani è molto più sicuro. Sicuramente abbiamo meno paura di quanto ne abbiano gli animali di lasciare le loro case. Noi uomini viviamo in un posto meraviglioso grazie all’intelligenza che ci deriva dai nostri cervelli più sviluppati, ma ci poniamo domande che ci provocano angoscia riguardo all’esistenza stessa, che invece non preoccupa affatto il mondo animale.”

 

 

Rispondi